Il Buon Pastore,
Catacombe di Priscilla, Roma
Circa 200 d.C,
Pittura ad affresco
© Christian Art

Il Buon Pastore,
Catacombe di Priscilla, Roma
Circa 200 d.C,
Pittura ad affresco
© Christian Art

Vangelo del 21 aprile 2024

Gesù disse: "Io sono il buon pastore".

Giovanni 10:11-18

Gesù disse:

'Io sono il buon pastore". Il buon pastore è colui che dà la vita per le sue pecore. Il mercenario, poiché non è il pastore e le pecore non gli appartengono, abbandona le pecore e scappa appena vede arrivare un lupo, e allora il lupo attacca e disperde le pecore; questo perché è solo un mercenario e non si preoccupa delle pecore.

'Io sono il buon pastore". Io conosco le mie e le mie conoscono me, così come il Padre conosce me e io conosco il Padre; e io do la vita per le mie pecore. E ci sono altre pecore che ho e che non sono di questo ovile, e anche queste devo guidare. Anche loro ascolteranno la mia voce e ci sarà un solo gregge e un solo pastore.

Il Padre mi ama, perché io depongo la mia vita per riprenderla di nuovo. Nessuno me la toglie; io la depongo di mia spontanea volontà, e come è in mio potere deporla, così è in mio potere riprenderla; e questo è l'ordine che ho ricevuto dal Padre mio".

Riflessione sull'affresco della catacomba

La prima arte cristiana si trova nelle catacombe di Roma. Una delle immagini di Gesù che vi si trovano è quella del Buon Pastore. Gesù è raffigurato come un giovane uomo senza barba con una pecora sulle spalle. Una pecora sta alla sua destra e una capra alla sua sinistra. È chiaro che l'immagine di Gesù come Buon Pastore che troviamo nella lettura del Vangelo di oggi parlava ai cristiani fin dai primi giorni della Chiesa. Forse uno dei motivi per cui piaceva è che trasmetteva qualcosa della natura personale del rapporto tra Gesù e i suoi seguaci.

L'immagine delle catacombe comunica il senso dello stretto legame personale che il pastore ha con le sue singole pecore. Il pastore era andato a cercare l'unica pecora che si era allontanata e, dopo averla trovata, la riporta sulle sue spalle al gregge. C'è un legame personale tra il pastore e questa pecora. Questo è ciò che Gesù trasmette nella lettura del Vangelo di oggi. Egli dichiara di conoscere i suoi e i suoi conoscono lui, così come il Padre conosce lui e lui conosce il Padre. Gesù sta dicendo che il rapporto che ha con ciascuno di noi è intimo come quello che ha con il Padre celeste. Quando si tratta del Signore, non siamo uno qualsiasi della folla, perso in un mare di volti. Il Signore si relaziona con noi in modo individuale e ci invita a relazionarci con lui in modo personale.

La pittura ad affresco nelle catacombe prevedeva l'applicazione di pigmenti direttamente sull'intonaco bagnato, lasciando che i colori venissero assorbiti dalla superficie mentre si asciugava. Questa tecnica creava pitture resistenti e durature che adornavano le pareti e i soffitti. I colori si sono mantenuti molto bene, poiché non sono stati esposti alla luce diretta del sole. Questi dipinti servivano come forma di narrazione visiva ed espressione di fede per la comunità cristiana primitiva, fornendo conforto e ispirazione a coloro che visitavano le catacombe per onorare la memoria dei loro cari e per adorare insieme in tempi di persecuzione.

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Subscribe
Notify of
63 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Dario hernandez
Membro
Dario hernandez
1 mese fa

È una pittura molto magnifica in cui si riflette la sobrietà di Dios nei confronti del servo umano, che ci fa capire che siamo le sue donne e conosciamo la sua voce.

Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien
1 mese fa

La tradizionale domenica di preghiera per le vocazioni... Ho un giovane con cui potrei piantare un seme di considerazione... Un ragazzo con cui l'ho fatto prima, ho scoperto che ora è un canonico!!! Vescovo un giorno 🤔?
Durante la Messa abbiamo ricordato anche i sacerdoti passati della nostra parrocchia e mi sono sentita particolarmente benedetta da alcuni nomi e volti che mi sono venuti in mente... sacerdoti meravigliosi, uomini meravigliosi.
Ho letto l'altro giorno che attualmente ci sono 49 seminaristi che studiano per il sacerdozio ad Allen Hall 😁 Bene. Di più, per favore, Signore.

Chazbo M
Membro
Chazbo M
1 mese fa
Rispondi a  Patricia O'Brien

Davvero. Ma ricordate che hanno chiuso il nostro seminario di Wonersh.

Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien
1 mese fa
Rispondi a  Chazbo M

Non senza motivo, se ricordo bene, anche se il principale è la mancanza di seminaristi.

spazio per la grazia
Membro
spazio per la grazia
1 mese fa
Rispondi a  Patricia O'Brien

Ricordare i sacerdoti del passato è un'idea meravigliosa - ne abbiamo avuti tanti. Abbiamo avuto un appello missionario e il sacerdote ha continuato a parlare... Ho avuto difficoltà a sentirlo ripetere in continuazione.

Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien
1 mese fa

😂 Un tempo, in questi casi, le suore ci dicevano sempre di "offrirlo".
Piacere di vederti SfG.

Chazbo M
Membro
Chazbo M
1 mese fa

Oggi, dopo la Messa, c'era il responsabile delle finanze della parrocchia. È andato avanti per dieci minuti, il che è piuttosto lungo alla fine, quando tutti sono già scesi dai banchi!
A me è sembrato che non fossero messi troppo male, ma lui vuole che diamo di più....

Letture relative a Giovanni 10:11-18

22 marzo 2024

Giovanni 10:31-42

Accusarono Gesù di blasfemia

22 aprile 2024

Giovanni 10:1-10

Gesù disse: "Io sono la porta dell'ovile".

3 aprile 2020

Giovanni 10:31-42

Accusarono Gesù di blasfemia

8 maggio 2022

Giovanni 10:27-30

Le pecore che mi appartengono ascoltano la mia voce

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 70.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la nostra riflessione sull'arte.

Skip to content