San Giorgio,
Scultura di Donatello (1386-1466),
Scolpito tra il 1415-1417,
Marmo bianco
© Museo del Bargello, Firenze

San Giorgio,
Scultura di Donatello (1386-1466),
Scolpito tra il 1415-1417,
Marmo bianco
© Museo del Bargello, Firenze

Vangelo del 23 aprile 2024

Solennità di San Giorgio martire

Giovanni 15:18-21

Gesù disse ai suoi discepoli:

Se il mondo vi odia, ricordatevi che prima di voi ha odiato me.

Se voi apparteneste al mondo, il mondo vi amerebbe come suo; ma poiché voi non appartenete al mondo, poiché la mia scelta vi ha sottratto al mondo, perciò il mondo vi odia.

Ricordate le parole che vi ho detto: Il servo non è più grande del suo padrone. Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi; se hanno osservato la mia parola, osserveranno anche la vostra.

Ma sarà per causa mia che faranno tutto questo, perché non conoscono colui che mi ha mandato".

Riflessione sulla scultura

San Giorgio, ampiamente venerato come martire cristiano e patrono di varie entità, tra cui l'Inghilterra, i soldati e gli scout, era un personaggio storico vissuto alla fine del III secolo d.C. nella provincia romana della Cappadocia, che oggi è l'odierna Turchia. Non si sa molto della sua prima vita, ma secondo la tradizione Giorgio fu un soldato romano che professò coraggiosamente la sua fede cristiana e si rifiutò di rinunciarvi, anche di fronte alle persecuzioni. La leggenda più famosa su di lui racconta che sconfisse eroicamente un temibile drago che terrorizzava la città di Silene, salvò una principessa e convertì gli abitanti della città al cristianesimo. Nonostante gli elementi mitici che circondano la sua storia, la ferma devozione di San Giorgio alla sua fede e il suo incrollabile coraggio di fronte alle avversità lo hanno reso una figura amata e venerata nella tradizione cristiana, celebrata per le sue virtù di coraggio, cavalleria e altruismo.

La nostra scultura di San Giorgio è di Donatello. È una delle quattordici commissionate dalle corporazioni fiorentine per decorare le nicchie esterne della chiesa di Orsanmichele a Firenze. Il San Giorgio fu commissionato dalla corporazione degli armaioli e dei fabbricanti di spade ( Arte dei Corazzai e Spadai). San Giorgio è scolpito come un giovane uomo in armatura, coraggioso, determinato e forte. Non è in piedi in contrapposto, anche se la sua gamba destra è girata con lo stesso angolo dello scudo, il suo peso è visibilmente su entrambe le gambe. Anche se è completamente vestito, sotto di lui si percepisce un corpo muscoloso, tipico della scultura rinascimentale. La sua mano destra in origine probabilmente impugnava una sorta di lama. I segni di trapano sulla testa indicano che probabilmente indossava anche una sorta di elmo (in bronzo) o una corona (in oro). Gli occhi di San Giorgio guardano in alto e il suo volto indica una sorta di ansia ed emotività prima di attaccare il drago.

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Subscribe
Notify of
31 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Noelle Clemens
Membro
Noelle Clemens
1 mese fa

Penso che ci sia qualcosa che non va con il mio telefono, ho pensato di rischiare una breve risposta, e il tutto è scivolato via di nuovo. Proverò con "Dio per Harry, l'Inghilterra e San Giorgio!" e lascerò perdere, salvo augurare al Principe Giorgio un felice compleanno. 🏴󠁧󠁢󠁥󠁮󠁧󠁿🏴󠁧󠁢󠁥󠁮󠁧󠁿🏴󠁧󠁢󠁥󠁮󠁧󠁿

Jamie Cardinal
Membro
Jamie Cardinal
1 mese fa

PREGHIERA IN ONORE DI SAN GIORGIO GEORGE

O DIO, che hai concesso a San Giorgio forza e costanza nei vari tormenti che ha sopportato per la nostra santa fede;
ti preghiamo di preservare, per sua intercessione, la nostra fede dai tentennamenti e dai dubbi,
affinché possiamo servirti con cuore sincero e fedele fino alla morte.
Per Cristo nostro Signore. Amen.

INVOCAZIONE DI SAN GEORGE

Fedele servo di Dio e martire invincibile, San Giorgio;
favorito da Dio con il dono della fede e infiammato da un ardente amore per Cristo,
hai combattuto valorosamente contro il drago dell'orgoglio, della falsità e dell'inganno.
Né il dolore né la tortura, né la spada né la morte potranno separarti dall'amore di Cristo.
Ti imploro ardentemente, per amore di questo amore, di aiutarmi con la tua intercessione a superare le tentazioni che mi circondano,
e di sopportare con coraggio le prove che mi opprimono, in modo da portare con pazienza la croce che mi è stata posta;
e che nessuna angoscia o difficoltà mi separi dall'amore di Nostro Signore Gesù Cristo.
Valoroso campione della Fede, assistimi nella lotta contro il male, affinché io possa conquistare la corona promessa a coloro che perseverano fino alla fine.

San Giorgio prega per noi.

Jamie Cardinal
Membro
Jamie Cardinal
1 mese fa

Mille cuori sono grandi nel mio petto.
Promuovere i nostri standard. Affrontare i nostri nemici.
La nostra antica parola di coraggio, giusto San Giorgio,
Ispirateci con lo spleen dei draghi infuocati.
Su di loro! La vittoria siede sui nostri timoni.
Riccardo III - Atto 5, scena 3

Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien
1 mese fa
Rispondi a  Jamie Cardinal

Beh, Jamie, in questo modo festeggi San Giorgio e Shakespeare - oggi è la data della sua nascita e della sua morte.
Le ultime teorie che circolano sono diverse: era italiano, o una donna, o qualcun altro, naturalmente.

Chazbo M
Membro
Chazbo M
1 mese fa
Rispondi a  Patricia O'Brien

Anche Miguel de Cervantes morì in questo giorno.

Elvira
Membro
Elvira
1 mese fa
Rispondi a  Chazbo M

Beh, come in tutte le date dell'antichità, c'è da discutere... , abbiamo anche le differenze tra il calendario giuliano e quello gregoriano... Ma è molto suggestivo celebrare "il giorno del libro" ricordando questi due grandi autori....

Elvira
Membro
Elvira
1 mese fa

Meditando sul Vangelo di oggi, che non è quello che propone la mia diocesi... Pensiamo ai motivi per cui oggi molti cristiani sono perseguitati in tutto il mondo (molti Paesi non accettano le differenze all'interno dei loro confini), preghiamo per queste persone che difendono il nostro credo in un ambiente che non li accetta. E noi. Sappiamo difendere la nostra fede davanti a un gruppo che ci considera retrogradi, "carcas" e obsoleti? Con quali persone all'interno del nostro cristianesimo non voglio confrontarmi?

Chazbo M
Membro
Chazbo M
1 mese fa
Rispondi a  Elvira

Una bella domanda Elvira. Dovrò riflettere.

Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien
1 mese fa
Rispondi a  Elvira

Potrei citarne alcuni, ma forse sarebbe poco cristiano 😁.

Mark Crain
Membro
Mark Crain
1 mese fa

Mi chiedo se Donatello abbia realizzato anche la struttura marmorea che circonda la statua. La base raffigura San Giorgio sul suo destriero che infilza il drago. La damigella angosciata guarda.

Cavalleria. Non è una parola comunemente sentita al giorno d'oggi.

Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien
1 mese fa
Rispondi a  Mark Crain

È vero, ma è una qualità nobile.

Thimas@
Membro
Thimas@
1 mese fa
Rispondi a  Mark Crain

È una parola adorabile, non è vero? Un comportamento educato, gentile e altruista, soprattutto da parte degli uomini nei confronti delle donne... probabilmente oggi sarà considerata non-PC. 😂

Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien
1 mese fa
Rispondi a  Thimas@

Non da me 😊

Noelle Clemens
Membro
Noelle Clemens
1 mese fa

Ho appena perso un intero post, ggrrrr. Non ho tempo di rifarlo, ma penso che sia un lavoro molto bello e stimolante, molto "romano", molto idealista, molto pronto ad affrontare i problemi - anche se non senza riflettere. 🌻

Elvira
Membro
Elvira
1 mese fa
Rispondi a  Noelle Clemens

Ooooh, mi dispiace Noelle. Spero che tu riesca a superare il disgusto e che tu possa e voglia scrivere di nuovo....😖😊🌷

Mark Crain
Membro
Mark Crain
1 mese fa
Rispondi a  Noelle Clemens

Cara Noelle, quando provo a postare ricevo la "bandiera rossa":
Copio il post, esco, rientro e incollo. Di solito funziona. Pace, Mark

Noelle Clemens
Membro
Noelle Clemens
1 mese fa
Rispondi a  Mark Crain

Lo so, Mark, e ho trascurato di prendere questa precauzione, quindi mea culpa.

Will Howard
Membro
Will Howard
1 mese fa
Rispondi a  Noelle Clemens

Hmmmm ... Noelle
Sì... quando facciamo l'investimento di noi stessi per "Mr. Internet"... e lui batte le palpebre... e noi ce ne andiamo.
È così frustrante.

E... per favore, non fategli dire una parola (grin).

"Buon giorno del patrono a tutti voi inglesi".

Un meraviglioso sguardo di pietra di San Giorgio oggi... Mi chiedo se fosse stato in Irlanda avrebbe infilzato i folletti?

Quello che sappiamo è che il "tentatore", in tutte le sue forme, è pronto a perseguitare tutti i giorni... tutto il giorno. E, a quanto pare, non solo è permesso - da Dio - ma, come ci dice Gesù oggi: è un ordine di cose che va dimenticato.

La questione dell'"indennità del male" è un tema di Fede, nella top ten per me.

Ho appena cercato su wikipedia "San Giorgio e il drago"... e voglio avere un'idea prima di commentare ulteriormente - sembra un'indagine ricca di spunti.

Cerca il mio post più tardi, se ti va, Noelle ... perché uso il tuo incidente come una sorta di trampolino di lancio - dandogli le 'ali', per così dire (girn).

Thimas@
Membro
Thimas@
1 mese fa
Rispondi a  Will Howard

Ma il tentatore non deve avere alcun travestimento Will, il suo più grande vantaggio è che nessuno pensa che esista. (Non mi piace dare al diavolo o a Dio il maschile o il femminile, per quanto ne so non esiste una signora Diavolo o una signora Dio) 🫢. Se meritino le maiuscole non ne sono del tutto sicuro.

Will Howard
Membro
Will Howard
1 mese fa
Rispondi a  Will Howard

Ok ... per quanto riguarda il drago di San Giorgio, Sir Budge ha offerto nel 1857 alcuni dei commenti più pertinenti: "Dubito che l'intera storia di San Giorgio sia qualcosa di più di una delle tante versioni della storia del vecchio mondo del conflitto tra la Luce e le Tenebre, o di Ra e Apepi, o di Marduk e Tiamat, intessuta su pochi esili fili di fatti storici".
(...Ma non sono ancora riuscito a fare il collegamento con 'Patron of the British Isles'. ...? )

E per me:
Tutto ciò che riguarda il "drago" deve ricondursi alle mie "radici giudaico-cristiane della Genesi", che derivano addirittura da archetipi mesopotamici egizi. E perché? Perché sono arrivato a usare il "Cristo crocifisso" paolino come motivo centrale della mia spiritualità > ... la mia "guarigione dal peccato, emana
Dal Dio incarnato, innalzato "su un albero", maledetto, ... sciogliendo il serpente intrecciato intorno all'albero della morte ... attraverso il mio personale morire ... come in "Se non prendi la tua croce". ... non mi resta che "guardare a Lui".

In effetti, siamo noi, che siamo il seme di Maria, a "schiacciare la testa del serpente" (o, nel caso dei nostri Santi, a usare il suo cavallo per farlo - la sua lancia/spada a portata di mano)... mentre ci mettiamo a nudo, con la nostra Fede, "quotidianamente", sotto le armi incrociate del peccato, della sofferenza e della morte... mentre "lavoriamo", facciamo buon uso delle "suggestioni del male" dei tentatori... per identificare paradigmaticamente e "vivere" il Bene/Amore; come tutti i grandi Santi martiri ci mostrano con il loro stesso sangue - come San Giorgio.

Per estrapolare la leggenda/mito di San G.: " ... il braccio/spada/spada mancante, per quanto riguarda la nostra statua, è: 'ora ce l'ho' - mettendo a frutto la mia persecuzione oggi - 'come il mio Signore è stato perseguitato'.

Chazbo M
Membro
Chazbo M
1 mese fa
Rispondi a  Will Howard

Padre - San Giorgio è il patrono dell'Inghilterra, Sant'Andrea della Scozia, San Davide del Galles e San Patrizio dell'Irlanda. La Gran Bretagna è una costruzione politica di quattro Paesi separati sotto un'unica bandiera e un unico monarca. 🫅

Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien
1 mese fa

Molto statico per un Donatello.

Chazbo M
Membro
Chazbo M
1 mese fa

San Giorgio, patrono dell'Inghilterra, si prenda cura del nostro Paese, che attualmente sta attraversando un periodo di tribolazione. L'angoscia esistenziale domina la sfera pubblica ed è necessario tenersi forte prima di leggere le notizie del mattino.

Quando eravamo in Terra Santa, i cristiani locali sembravano avere un grande affetto per questa figura la cui vita sembra essere stata in qualche modo abbellita. Dicevano che il drago rappresentava il male e che era il male che Giorgio aveva affrontato e tentato di uccidere.

Primi pensieri questa mattina.... Più tardi andremo a un evento per raccogliere fondi per "Medici senza frontiere". Un'organizzazione eccellente che non ha alcuno slancio religioso alle spalle, ma che offre bontà e cure dove ce n'è bisogno.

Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien
1 mese fa
Rispondi a  Chazbo M

Sì, abbiamo avuto un evento parrocchiale per MsF anche l'ultima volta, ma ammettiamolo, con tante tribolazioni in giro per il mondo proprio ora, hanno bisogno di ogni centesimo - e di un paio di mani!
È buffo come San Giorgio sia patrono di tanti luoghi diversi 🤔 È il patrono della Catalogna e celebrano la festa in grande stile - la tradizione vuole che una signora regali un libro a un uomo e che un uomo regali un rosso a una signora🌹 Ma in questo caso è il santo che viene celebrato, essendo un paese (nominalmente) cattolico, mentre qui...
È strano: solo la nostra Chiesa canonizza i santi, ma nonostante le scissioni, la Chiesa d'Inghilterra ne conserva e onora ancora alcuni. Mi chiedo se riconoscano qualcuno dei santi post-riforma 🤔 solo un pensiero di passaggio. Buongiorno Chazbo.

Elvira
Membro
Elvira
1 mese fa
Rispondi a  Patricia O'Brien

Sì Patricia, San Jorge è davvero il patrono della Catalogna e di Barcellona. Il rispetto rigoroso della tradizione vuole che il 23 aprile, giorno di Sant Jordi, gli uomini regalino rose alle loro amanti e che queste corrispondano con un libro. Ma questa tradizione si è evoluta al ritmo della società e ora tutti possono ricevere e regalare. Sebbene la tradizione di regalare rose venga da lontano, il dono di libri è piuttosto recente. Risale al 1929 (durante l'Esposizione Internazionale di Barcellona) e in Catalogna stava acquisendo una connotazione di rivendicazione nazionale e di difesa della lingua... Le ragioni che hanno portato a scegliere il 23 aprile sono commemorative: è la data in cui morirono gli scrittori Miguel de Cervantes e William Shakespeare. Nel 1995 l'Unesco ha dichiarato il 23 aprile Giornata mondiale del libro e del diritto d'autore.

Ultima modifica 1 mese fa da Elvira
Chazbo M
Membro
Chazbo M
1 mese fa
Rispondi a  Elvira

Interessante.

Mark Crain
Membro
Mark Crain
1 mese fa
Rispondi a  Chazbo M

Sì, è così interessante!

Elvira
Membro
Elvira
1 mese fa
Rispondi a  Chazbo M

Sulla figura di San Giorgio, c'è una serie infinita di favole e racconti fantastici. Per mancanza di notizie certe sulla sua vita, la Chiesa ha "degradato" la festa liturgica di San Giorgio a memoria facoltativa senza toccare il culto a lui dedicato. San Giorgio è un santo che si accompagna alla leggenda, oggi possiamo dire che il suo coraggio è quello di ricordare al mondo l'idea fondamentale, che il bene vince sempre sul male. La lotta contro il male è una dimensione sempre presente nella storia dell'uomo, ma questa battaglia non si vince da soli; San Giorgio uccide il drago perché è Dio che agisce in lui. Con Cristo il male non avrà mai l'ultima parola.
San Giorgio, prega per noi
PD. Tutte le aggiunte inventate che sono state fatte alla vita storica di San Giorgio mi hanno ricordato il film "The Lost King" sulla vita e la morte del re Riccardo III...
🙏🏻 Vi auguro una buona raccolta fondi.👌🏻💪🏻

Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien
1 mese fa
Rispondi a  Elvira

Che pensiero confortante hai citato Elvira: Con Cristo, il male non avrà mai l'ultima parola. Amen.

Noelle Clemens
Membro
Noelle Clemens
1 mese fa
Rispondi a  Elvira

Ottimo materiale, Elvira, grazie!

Chazbo M
Membro
Chazbo M
1 mese fa
Rispondi a  Elvira

Muchísimas gracias!

Letture relative a Giovanni 15:18-21

24 maggio 2019

Giovanni 15: 12-17

Amatevi gli uni gli altri, come io ho amato voi.

14 maggio 2021

Giovanni 15:9-17

Siete miei amici se fate quello che vi comando

19 maggio 2024

Giovanni 15:26-27, 16:12-15

La festa di Pentecoste

6 maggio 2021

Giovanni 15:9-11

Rimani nel mio amore

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 70.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la nostra riflessione sull'arte.

Skip to content