Il Concilio Ecumenico,
Dipinto da Salvador Dalí (1904-1989),
Dipinto nel 1960,
Olio su tela
© Salvador Dali Museum, San Pietroburgo, Florida

Il Concilio Ecumenico,
Dipinto da Salvador Dalí (1904-1989),
Dipinto nel 1960,
Olio su tela
© Salvador Dali Museum, San Pietroburgo, Florida

Vangelo del 29 maggio 2022

Padre, che tutti siano una cosa sola

Giovanni 17:20-26

Padre, che tutti siano una cosa sola

Gesù alzò gli occhi al cielo e disse: "Padre Santo, non prego solo per questi, ma anche per quelli che con le loro parole crederanno in me".

Che tutti siano in noi una cosa sola.

Padre, che tutti siano una cosa sola in noi, come tu sei in me e io in te, affinché il mondo creda che sei stato tu a mandarmi. Ho dato loro la gloria che tu hai dato a me, affinché siano uno come noi siamo uno. Con me in loro e tu in me, possano essere così completamente uno che il mondo si renda conto che sei stato tu a mandarmi e che io li ho amati come tu hai amato me.

Padre, voglio che coloro che mi hai dato siano con me dove sono io, affinché possano sempre vedere la gloria che mi hai dato perché mi hai amato prima della fondazione del mondo. Padre, Giusto, il mondo non ti ha conosciuto, ma io ti ho conosciuto, e questi hanno saputo che tu mi hai mandato. Ho fatto conoscere loro il tuo nome e continuerò a farlo conoscere, perché l'amore con cui mi hai amato sia in loro e io sia in loro".

Riflessione sulla pittura

La lettura del Vangelo di oggi offre un bellissimo scorcio della vita di preghiera di Gesù. È così che Gesù prega prima della sua passione e della morte in croce. E per cosa prega? "Che tutti siano una cosa sola". Prega per l'unità.

Papa Giovanni II ha scritto un'intera enciclica su questo argomento: Ut Unum Sint (accedi al documento qui). Si tratta dell'impegno per l'ecumenismo. Il documento promuove e desidera l'unità di tutti i cristiani e di tutte le chiese cristiane nel mondo. L'ecumenismo non è quindi solo "una bella cosa da fare", ma va al cuore del Vangelo ed è una parte essenziale della vita della Chiesa. Siamo invitati a camminare insieme a tutti i cristiani.

Il nostro quadro di Salvador Dali si intitola Il Consiglio Ecumenico. Dipinto nel 1960, ha richiesto oltre 2 anni per essere completato ed è uno dei capolavori di Dalí. È ricco di simbolismi cristiani e cattolici. Dalí fu ispirato a dipingere Il Consiglio Ecumenico dopo l'elezione del 1958 di Papa Giovanni XXIII, poiché il papa aveva esteso la comunicazione a Geoffrey Fisher, l'arcivescovo di Canterbury (il primo invito del genere in più di quattro secoli). Il dipinto esprime la rinnovata speranza di Dalí nella leadership religiosa dopo la devastazione della seconda guerra mondiale.

In alto vediamo la Santa Trinità con Dio al centro raffigurato come un uomo giovane che allunga il braccio verso di noi, ma l'altro braccio gli copre il volto. Sotto e a sinistra di Dio c'è Gesù, che regge una croce. Lo Spirito Santo fluttua a destra con il volto oscurato, mentre una colomba vola in alto. Tra Gesù e lo Spirito Santo c'è una scena di incoronazione papale. Gala, la moglie di Dalí, si vede genuflessa sotto la Trinità, con in mano un libro e una croce. Accanto a lei, le scogliere di Cap-de-Creus in Catalogna. Dalí non firmò la tela. Ha invece incluso un autoritratto nell'angolo in basso a sinistra, che guarda lo spettatore mentre si trova davanti a una tela vuota.

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Obiettivo del donatore
Stabilite come obiettivo il numero totale di donatori.
2 Commenti
Si desidera visualizzare un messaggio personalizzato quando l'obiettivo viene chiuso?
Grazie a tutti i nostri donatori, abbiamo raggiunto il nostro obiettivo di raccolta fondi.
Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien(@marispiro)
6 mesi fa

Un dipinto meraviglioso! Non mi definirei un fan di Dalì, ma questo è davvero stupefacente! Non l'avevo mai visto prima, ma il fatto che commemori il Concilio Ecumenico è meraviglioso.
Sì, Cristo ha fondato UNA sola chiesa e a volte mi capita di riflettere sulle divisioni che si sono sviluppate nel corso dei secoli ? tutti dicono "No! Questa è la strada da percorrere...".
Un bell'inno fa eco ai miei pensieri: "O Signore, che nella tua Eucaristia hai pregato perché tutta la tua Chiesa sia per sempre una sola...". Buona domenica a tutti.

Charles Marriott
Membro
Charles Marriott(@chazbo)
6 mesi fa
Rispondi a  Patricia O'Brien

Si potrebbe dire che c'è ancora un solo...

Letture relative a Giovanni 17:20-26

28 maggio 2020

Giovanni 17:20-26

Padre, che siano tutti uno

6 giugno 2019

Giovanni 17: 20-26

Che siano tutti uno

13 giugno 2019

Giovanni 17:1-2,9,14-24

Nostro signore Gesù Cristo il sommo sacerdote eterno

5 giugno 2019

Giovanni 17: 11-19

Ho vegliato su di loro

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 40.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la riflessione artistica