Ecce Homo,
Pittura di Mihály Munkácsy (1844-1900),
Dipinto nel 1894,
Olio su tela
© Museo Déri, Debrecen, Ungheria

Ecce Homo,
Pittura di Mihály Munkácsy (1844-1900),
Dipinto nel 1894,
Olio su tela
© Museo Déri, Debrecen, Ungheria

Vangelo del 2 aprile 2022

La Via Crucis - Stazione 1: Gesù è condannato a morte.

Giovanni 19: 1-5

Poi Pilato prese Gesù e lo fece fustigare. I soldati intrecciarono una corona di spine e gliela misero in testa.

Lo rivestirono con una veste di porpora e andarono da lui ripetutamente, dicendo: "Salve, re dei Giudei!". E lo schiaffeggiarono in faccia.

Ancora una volta Pilato uscì e disse ai Giudei lì riuniti: "Guardate, ve lo porto fuori per farvi sapere che non trovo alcuna base per un'accusa contro di lui". Quando Gesù uscì indossando la corona di spine e la veste di porpora, Pilato disse loro, "Ecco l'uomo!"

Prima stazione: Gesù è condannato a morte.  

Cari amici,

Mancano ormai 14 giorni al Venerdì Santo. Come facciamo ogni anno sul nostro sito web, vorrei riflettere su una Stazione della Croce, ogni giorno, in vista della Settimana Santa e del Venerdì Santo. Rifletteremo su una stazione, con un'immagine e una riflessione personale. Pubblicheremo anche il regolare riferimento alla lettura del Vangelo per quel giorno. Grazie.

 

Prima stazione: Gesù è condannato a morte.

 

Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo

Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

 

È così che tutto inizia, Gesù: sei condannato a morte come un comune criminale, accusato di crimini che non hai commesso. Ti vedo lì in piedi, impotente, triste. I peccati di tutta l'umanità sono sulle tue spalle. Tu guardi in alto verso il Padre tuo. Pilato ti ha condannato. Ti sta mostrando alla folla. Che spettacolo! Sei stato flagellato, coronato di spine e deriso.

Io sono lì tra la folla a sinistra, e grido anche. Sto semplicemente seguendo quello che fanno le persone intorno a me. Non oso alzare la mia voce sulle altre voci, per gridare l'ingiustizia che è stata commessa. L'uomo in piedi sotto l'arco mi intimidisce: non oso protestare contro le parole che sta gridando.

Ci sono stati tanti momenti nella mia vita in cui ti ho deluso, e voglio che finisca. È proprio questo che voglio gridare: "Basta!"... Non posso sopportare il pensiero che tu debba andare alla croce più e più volte... tutto per me...

 

Padre nostro, che sei nei cieli...

Ave Maria, piena di grazia...

Gloria al Padre e al Figlio...

 

Lettura normale del Vangelo del giorno: Giovanni 7:40-52

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Abbonarsi
Notifica di
4 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Clare Kent
Membro
Clare Kent(@clare)
4 mesi fa

Grazie.

Charles Marriott
Membro
Charles Marriott(@chazbo)
4 mesi fa

Cosa si può dire che non suoni banale?

Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien(@marispiro)
4 mesi fa
Rispondi a  Charles Marriott

E cosa posso aggiungere, Charles...

Letture relative a Giovanni 19: 1-5

10 giugno 2019

Giovanni 19: 25-34

Ammira tuo figlio. Ammira tua madre.

5 aprile 2022

Giovanni 19: 27

La Via Crucis - Stazione 4: Gesù me...

20 marzo 2021

Giovanni 19:1- 5

La Via Crucis - Stazione 1: Gesù è...

1 aprile 2021

Giovanni 19:38

La Via Crucis - Stazione 13: Gesù i...

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 40.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la riflessione artistica