Gesù appare ai suoi discepoli sul mare di Tiberiade,
Illustrazione da Die Bibel in Bildern,
Incisione di Julius Schnorr von Carolsfeld (1794-1872),
Pubblicato nel 1853,
Cromolitografia colorata
© Alamy / Arte cristiana

Gesù appare ai suoi discepoli sul mare di Tiberiade,
Illustrazione da Die Bibel in Bildern,
Incisione di Julius Schnorr von Carolsfeld (1794-1872),
Pubblicato nel 1853,
Cromolitografia colorata
© Alamy / Arte cristiana

Vangelo del 22 aprile 2022

A queste parole "È il Signore", Simon Pietro si gettò in acqua

Giovanni 21:1-14

E accadde così: Simon Pietro, Tommaso detto Dìdimo, Natanaele da Cana di Galilea, i figli di Zebedeo e altri due suoi discepoli erano insieme. Simon Pietro disse: "Vado a pescare". Essi risposero: 'Verremo con te'. Uscirono e salirono sulla barca, ma quella notte non presero nulla.

Era ormai giorno e c'era Gesù sulla riva, anche se i discepoli non si resero conto che era Gesù. Gesù chiamò: "Avete preso qualcosa, amici?". E quando risposero: "No", disse: "Gettate la rete a dritta e troverete qualcosa". Così gettarono la rete, e c'erano così tanti pesci che non riuscirono a tirarla su. Il discepolo che Gesù amava disse a Pietro: "È il Signore". A queste parole "È il Signore", Simon Pietro, che non aveva praticamente nulla addosso, si avvolse il mantello e si gettò in acqua. Gli altri discepoli rientrarono con la barca, trainando la rete e il pesce; erano solo un centinaio di metri da terra.

Appena scesi a terra videro che c'era del pane e un fuoco di carbone con del pesce che vi cuoceva sopra. Gesù disse: "Portate un po' del pesce che avete appena pescato". Simon Pietro salì a bordo e trascinò a riva la rete, piena di grossi pesci, centocinquantatre; e nonostante fossero così tanti la rete non si ruppe. Gesù disse loro: "Venite a fare colazione". Nessuno dei discepoli ebbe il coraggio di chiedere: "Chi sei tu?"; sapevano bene che era il Signore. Gesù allora si fece avanti, prese il pane e lo diede loro, e lo stesso con il pesce. Questa fu la terza volta che Gesù si mostrò ai discepoli dopo essere risorto dai morti.

Riflessione sull'incisione

L'incisione della metà del 19° secolo di Julius Schnorr von Carolsfeld ritrae il momento della nostra lettura del vangelo quando 'Simon Pietro, che non aveva praticamente nulla addosso, si avvolse il mantello e si gettò in acqua'. Vediamo Gesù raffigurato come fonte di luce, in piedi sulla riva del mare di Tiberiade. Giovanni e Pietro hanno appena notato Gesù, e le loro espressioni trasmettono la sorpresa e la gioia nel vederlo. Gli altri discepoli sono dall'altra parte della barca, e riescono a malapena a tirare su l'abbondante pesce che hanno pescato.

La lettura del vangelo di oggi ci dà conforto. Se persino i discepoli che per anni sono stati così vicini a Gesù e lo hanno seguito ovunque, non lo hanno riconosciuto, allora sicuramente anche noi non possiamo riconoscere facilmente Gesù. O possiamo? Ci sono così tanti stranieri sulla riva nella nostra vita: persone che abbiamo incontrato ma nelle quali non abbiamo visto Gesù. Forse ci vorrà qualcuno come Giovanni, il discepolo amato, per indicarci il Signore. Guardate che effetto ha avuto: Pietro si tuffò mezzo nudo nel mare per avvicinarsi a Cristo.

Simon Pietro non fu il primo discepolo a riconoscere Gesù. Tuttavia, fu il primo a rispondere! La nostra incisione trasmette così bene la spontaneità e l'immediatezza della sua risposta.

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Abbonarsi
Notifica di
3 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Charles Marriott
Membro
Charles Marriott(@chazbo)
3 mesi fa

Quest'uomo non era anche un cantante wagneriano?

Michael Trudeau
Membro
Michael Trudeau(@michaeltrudeau)
3 mesi fa

Non credo di aver letto questo passaggio abbastanza attentamente fino ad ora. Gesù, pienamente Dio e pienamente uomo, trionfante sul peccato e sulla morte, accende un fuoco, prepara pane e pesce e serve un pasto ai suoi amici. L'aspetto esteriore di Gesù può essere cambiato; ma è ancora lo stesso Gesù che ha lavato i piedi ai suoi amici.

Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien(@marispiro)
3 mesi fa

Dopo la resurrezione, Gesù deve essere cambiato esteriormente - infatti, come potrebbe essere lo stesso? Eppure, è nelle Sue parole e nello spezzare il pane che sanno che è Lui. Amo questo vangelo e i piccoli dettagli, come il numero dei pesci.

Letture relative a Giovanni 21:1-14

22 maggio 2021

Giovanni 21:20-25

Ci sono state molte altre cose che Gesù ha fatto

1 maggio 2022

Giovanni 21:1-14

Gesù prese il pane e lo diede loro

4 giugno 2022

Giovanni 21:20-25

Pietro si voltò e vide il discepolo che Gesù amava

26 aprile 2019

Giovanni 21:1-14

Questa fu la terza volta che Gesù si mostrò

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 40.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la riflessione artistica