La morte e la vita,
Pittura di Gustav Klimt (1862-1918),
Dipinto nel 1910,
Olio su tela
© Museo Leopold, Vienna

 

La morte e la vita,
Pittura di Gustav Klimt (1862-1918),
Dipinto nel 1910,
Olio su tela
© Museo Leopold, Vienna

 

Vangelo del 28 marzo 2022

Il funzionario del tribunale il cui figlio era in punto di morte

Giovanni 4:43-54

Gesù lasciò la Samaria per la Galilea. Egli stesso aveva dichiarato che non c'è rispetto per un profeta nel suo paese, ma al suo arrivo i Galilei lo accolsero bene, avendo visto tutto quello che aveva fatto a Gerusalemme durante la festa a cui anche loro avevano partecipato.

Andò di nuovo a Cana in Galilea, dove aveva cambiato l'acqua in vino. Ora c'era un funzionario di corte il cui figlio era malato a Cafarnao e, sentendo che Gesù era arrivato in Galilea dalla Giudea, andò a chiedergli di venire a curare il suo figlio come era in punto di morte. Gesù disse: 'Così non crederete se non vedrete segni e presagi! 'Signore,' rispose il funzionario 'vieni giù prima che mio figlio muoia'. 'Vai a casa', disse Gesù, 'tuo figlio vivrà'. L'uomo credette a ciò che Gesù aveva detto e si mise in cammino; e mentre era ancora in viaggio di ritorno i suoi servi lo incontrarono con la notizia che suo figlio era vivo. Egli chiese loro quando il ragazzo aveva cominciato a guarire. "La febbre lo ha lasciato ieri" dissero "alla settima ora". Il padre capì che quello era esattamente il momento in cui Gesù aveva detto: "Tuo figlio vivrà"; e lui e tutta la sua famiglia credettero.

Questo fu il secondo segno dato da Gesù, al suo ritorno dalla Giudea alla Galilea.

Riflessione sulla pittura

Una delle gioie della lettura dei Vangeli è che sentiamo di così tante persone diverse che si avvicinano a Gesù, con diversi bisogni, diverse preoccupazioni, diverse richieste. Oggi sentiamo parlare di un funzionario di corte il cui figlio era vicino alla morte. Questo funzionario di corte reale potrebbe aver fatto parte della corte di Erode Antipa, che a quel tempo governava la Galilea. Persone nel suo ruolo normalmente non si sarebbero avvicinate a Gesù. Ma il funzionario era disperato e disperato. Egli ci mostra come tutti noi, indipendentemente dalla nostra posizione nella società, veniamo davanti a Gesù. 

Ciò che portò il funzionario al punto di avvicinarsi a Gesù fu il fatto che suo figlio stava morendo. Nei momenti in cui siamo vicini alla perdita di una persona cara, ci poniamo le grandi domande della vita. L'imminenza della morte può metterci alla presenza del Signore in un modo unico. Ci rendiamo conto che non siamo autosufficienti e che alla fine non abbiamo il controllo della nostra vita. Il funzionario del tribunale chiese aiuto a Gesù, affermando Gesù come fonte di vita di fronte alla morte. 

Il nostro quadro di Gustav Klimt mostra la Morte che guarda con un ghigno malizioso alcune persone addormentate e vive. Il gruppo che rappresenta la 'vita' sulla destra comprende tutte le generazioni: un bambino, la nonna, la madre, il padre, ecc.  La 'Vita' è dipinta con colori pieni, luminosità e tonalità vibranti; la morte è resa in grigi, neri e blu scuri. Questo dipinto vinse il primo premio all'Esposizione Internazionale d'Arte di Roma del 1911. Il dipinto è una danza moderna della morte che si svolge ai margini della vita, ma i vivi sono apparentemente inconsapevoli...

Condividi questa lettura del Vangelo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email

**Devi essere loggato per lasciare commenti.

  • Guy Van Holsbeke ha detto:

    Patrick, je site werkt nu OK op mijn MacBook. Grazie, noi siamo qui per questo.

  • Patrick Van der Vorst ha detto:

    Grande, grazie Pam

  • Patricia O'Brien ha detto:

    Sono così fortunata ad aver visto questo quadro (è grande!) solo la settimana scorsa quando eravamo a Vienna!
    Certamente fa un'impressione duratura su di te - come fa ogni dipinto del Giudizio Universale. Patrick ha ragione, non importa chi siamo, vecchi, giovani, con o senza fede, tutti arriveremo davanti a Gesù Nostro Signore.

  • Charles Marriott ha detto:

    Bello e un dipinto molto popolare. Penserei che Klimt sia l'artista più popolare del XX secolo? Il dipinto può essere interpretato come antireligioso in quanto la vita è tutto e la morte annienta. Ma possiamo leggerlo diversamente, come ha fatto Patrick.

  • Pam Carpenter ha detto:

    Grazie Patrick il problema con l'immagine sembra essere risolto e oggi tutto va bene.

  • Letture relative a Giovanni 4:43-54

    23 marzo 2020

    Giovanni 4:43-54

    Gesù lasciò la Samaria per la Galilea

    15 marzo 2021

    Giovanni 4:43-54

    Vai a casa: tuo figlio vivrà

    15 marzo 2020

    Giovanni 4:5-16,19-26,39-42

    Gesù e la Samaritana al pozzo

    Unisciti alla nostra comunità

    Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

    La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

    CONNETTITI CON NOI

    Unisciti alle oltre 40.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la riflessione artistica

    >