Lattine di zuppa Campbell's,
Dipinto da Andy Warhol (1928-1987)
Dipinto nel 1962,
Acrilico con pittura a smalto metallico su tela, 32 pannelli
© Alamy stock photo / Edward Westmacott / Museum of Modern Art, New York

Lattine di zuppa Campbell's,
Dipinto da Andy Warhol (1928-1987)
Dipinto nel 1962,
Acrilico con pittura a smalto metallico su tela, 32 pannelli
© Alamy stock photo / Edward Westmacott / Museum of Modern Art, New York

Vangelo del 2 maggio 2022

Non lavorate per un cibo che non può durare, ma per un cibo che duri fino alla vita eterna

Giovanni 6:22-29

Dopo che Gesù ebbe sfamato i cinquemila, i suoi discepoli lo videro camminare sull'acqua. Il giorno dopo, la folla che era rimasta dall'altra parte vide che c'era solo una barca, e che Gesù non era salito sulla barca con i suoi discepoli, ma che i discepoli erano partiti da soli. Altre barche, invece, erano arrivate da Tiberiade, vicino al luogo dove era stato mangiato il pane. Quando la gente vide che né Gesù né i suoi discepoli erano lì, salirono su quelle barche e attraversarono fino a Cafarnao per cercare Gesù. Quando lo trovarono dall'altra parte, gli dissero: "Rabbì, quando sei venuto qui?

Gesù rispose:

"In verità, in verità, vi dico,

voi mi cercate non perché avete visto i segni

ma perché avete mangiato quei pani e vi siete saziati.

Non lavorate per un cibo che non può durare,

ma lavorate per il cibo che dura fino alla vita eterna,

il cibo che il Figlio dell'Uomo vi offre,

perché su di lui il Padre, Dio stesso, ha posto il suo sigillo".

Allora gli dissero: "Che cosa dobbiamo fare se vogliamo fare le opere che Dio vuole? Gesù diede loro questa risposta: 'Questa è l'opera di Dio: credere in colui che egli ha mandato'.

Riflessione sull'opera d'arte contemporanea

Sono passati esattamente 60 anni da quando Andy Warhol dipinse queste 32 tele di lattine di zuppa Campbell. All'epoca, nel 1962, quest'opera era molto avanguardista e visionaria. Ma molti si chiedono (ancora) se sia arte. Certamente ha spinto i confini dell'arte moderna in un modo unico ed è una delle opere d'arte quintessenziali del 20° secolo.

Quando gli fu chiesto perché avesse scelto di dipingere le lattine di zuppa Campbell's, Warhol diede una semplice risposta: "Avevo lo stesso pranzo ogni giorno, per vent'anni, credo, la stessa cosa in continuazione." Naturalmente il pasto quotidiano che Gesù menziona nella lettura del Vangelo di oggi è totalmente diverso. Gesù parla di due tipi di cibo: il cibo che non può durare e il cibo che dura fino alla vita eterna.

Gesù non ha detto che il cibo che non può durare non è importante. Al contrario, ha dato da mangiare agli affamati, ai poveri e alla moltitudine sul monte. I bisogni nutrizionali di base delle persone erano importanti per lui. Tuttavia, avendo soddisfatto i bisogni fisici della gente, Gesù ci spinge ad andare oltre. Vuole che ci occupiamo della fame spirituale che abbiamo tutti. E questa fame spirituale, solo Gesù può affrontarla.

Il pasto quotidiano a cui Gesù ci invita è l'eucaristia. È il centro della nostra fede. Affronterà la nostra fame spirituale e ci guiderà. Ci farà anche relazionare con le persone, non solo affrontando i loro bisogni fisici (elemosina, cibo, salute, ecc.). Ci farà relazionare con loro non solo per ciò di cui hanno bisogno, ma anche per quello che sono.

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Abbonarsi
Notifica di
4 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Helena
Membro
Helena(@h)
3 mesi fa

Decisamente arte! Se un quadro di frutta e creature morte su un tavolo è considerato arte, perché non dovrebbero esserlo i barattoli di zuppa, anch'essi pieni di creature morte e altre strane e meravigliose concotioni? Inoltre, proprio come i frutti e le creature morte, sono tutti uguali ma diversi... imperdonabile che abbia lasciato fuori il mulligatawny! http://vicariouswindows.com/unusual-flavors-of-campbells-soup-1933

Guy Van Holsbeke
Membro
Guy Van Holsbeke(@guy)
3 mesi fa

Se si è scelto di fare il geloof in iets, si può sovrastimare l'uomo. Geloven in Christus è per molti la chiave giusta e non ontgoochelende, come può essere utile anche e tegendraads con quello che la maatschappij farà 'geloven' e fare.

Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien(@marispiro)
3 mesi fa

Warhol era un cattolico devoto... a modo suo, naturalmente. Ma questo vale per tutto quello che ha fatto!
È arte? Sì! Tutto ciò che non ha alcuna utilità, se non quella estetica, è arte.
Torno sempre a quelle parole della Madonna a Cana: "Fate tutto quello che vi dirà" È lo stesso messaggio ed è così che lo seguiamo, cioè facciamo del nostro meglio.

Andy Stoker
Membro
Andy Stoker(@rufustfirefly)
3 mesi fa

È molto appropriato che abbiamo questa lettura oggi - quando molti dei nostri fratelli e sorelle musulmani celebreranno Eid e termineranno il loro digiuno di Ramadan. Noi incontriamo Dio in modo diverso, ma la loro disciplina del digiuno e le relative donazioni ai poveri sono davvero impressionanti.

Letture relative a Giovanni 6:22-29

22 agosto 2021

Giovanni 6:60-69

E tu, vuoi andare via anche tu?

7 maggio 2019

Giovanni 6:30-35

Io sono il pane della vita

22 aprile 2021

Giovanni 6:44-51

Chiunque crede ha la vita eterna

5 maggio 2022

Giovanni 6:44-51

Io sono il pane vivo che è disceso da ...

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 40.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la riflessione artistica