Natura morta con peltro, un bicchiere, ostriche, pane, noci, olive e un limone sbucciato,
Pittura di Johannes Hendrik Eversen (1906-1995),
Dipinto nel 1970,
Olio su tela
© Sotheby's Londra, 14 luglio 2021, venduto £7.500

Natura morta con peltro, un bicchiere, ostriche, pane, noci, olive e un limone sbucciato,
Pittura di Johannes Hendrik Eversen (1906-1995),
Dipinto nel 1970,
Olio su tela
© Sotheby's Londra, 14 luglio 2021, venduto £7.500

Vangelo del 5 maggio 2022

Io sono il pane della vita disceso dal cielo. 

Giovanni 6:44-51

Gesù disse alla folla:

Nessuno può venire a me se non è attirato dal Padre che mi ha mandato, e io lo risusciterò nell'ultimo giorno.

È scritto nei profeti: Tutti saranno istruiti da Dio, e ascoltare l'insegnamento del Padre, e imparare da esso, è venire a me.

Non che qualcuno abbia visto il Padre, tranne colui che viene da Dio: egli ha visto il Padre. In verità, in verità vi dico: chiunque crede avrà la vita eterna.

 

Io sono il pane della vita. I vostri padri hanno mangiato la manna nel deserto e sono morti; ma questo è il pane che scende dal cielo, perché l'uomo ne mangi e non muoia.

Io sono il pane della vita disceso dal cielo. Chiunque mangia questo pane vivrà in eterno; e il pane che io darò è la mia carne, per la vita del mondo".

Riflessione sulla pittura

Il quadro di oggi è stato dipinto solo nel 1970. Sono sicuro che a prima vista avrete pensato che si tratta di una natura morta olandese del XVII secolo. Johannes Hendrik Eversen è nato nel 1906 all'Aia ed è cresciuto circondato da questi quadri. Infatti, era discendente di Adrianus Eversen, un noto artista di nature morte e paesaggi del XIX secolo.

Su uno sfondo semplice, vediamo una pagnotta di pane, simbolo del corpo di Cristo. Il pane intatto implicava ulteriormente la forza e l'integrità della salvezza. Nella nostra lettura di oggi sentiamo Gesù dire, Io sono il pane della vita. Ciò significa che egli garantisce che può soddisfare i nostri bisogni e desideri più profondi. Equiparando se stesso al pane, Gesù sta dicendo di essere il nutrimento vitale ed essenziale per la vita.

Il nostro quadro presenta anche le ostriche, che nei vecchi dipinti dei maestri trasmettevano lo spirito della tentazione. Le ostriche devono essere aperte e poi possono essere mangiate. Se ci lasciamo aperti alla tentazione, possiamo anche mangiare ciò che ci viene offerto. L'amarezza del limone, combinata con il suo alto prezzo all'epoca, è simbolo della bellezza ingannevole della carnalità. Specialmente, come in questo caso, un limone semi-pelato avrebbe avuto una connotazione erotica nel XVII secolo. Il bicchiere sembra fragile, eppure contiene il vino. Rappresenta l'effimero fragile della vita. Infine, la brocca di peltro, piuttosto che un vaso d'argento, accentua la semplicità della vita. Il peltro era conosciuto come "l'argento dei poveri". Il peltro è più opaco, più scuro e più morbido dell'argento, quindi gli artisti spesso preferivano incorporare oggetti di peltro nelle loro nature morte, poiché accentuava il bisogno di semplicità nella vita. Guarda in particolare il riflesso delle ostriche e del pane nella pancia del boccale di peltro.

Condividi questa lettura del Vangelo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email

**Devi essere loggato per lasciare commenti.

  • Michael Trudeau ha detto:

    C'è un tono malinconico nel lavoro, con il limone e le ostriche al centro della scena, spingendo il pane in secondo piano.

  • Patricia O'Brien ha detto:

    Messaggi meravigliosi nel vangelo di oggi a cui dobbiamo aggrapparci strettamente.
    Haha... ci hai letto nel pensiero Patrick. Un dipinto assolutamente stupefacente - l'età dell'oro olandese è ovviamente durata molto più a lungo di quanto pensassi! Grazie.

  • Letture relative a Giovanni 6:44-51

    11 maggio 2019

    Giovanni 6: 60-69

    Simon Pietro rispose: "Signore, da chi andremo?

    30 aprile 2022

    Giovanni 6:16-21

    I discepoli salirono su una barca per andare a Caper...

    24 aprile 2020

    Giovanni 6:1-15

    Dodici cestini con gli scarti sono stati lasciati

    19 aprile 2021

    Giovanni 6:22-29

    Non lavorare per il cibo che non può durare

    Unisciti alla nostra comunità

    Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

    La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

    CONNETTITI CON NOI

    Unisciti alle oltre 40.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la riflessione artistica

    >