Cristo consegna le chiavi a San Pietro, soffitto della chiesa di San Silvestro, Roma,
soffitto in legno dipinto e dorato a cassettoni,
dipinto nel 1869,
© Chiesa di San Silvestro al Quirinale a Roma, Italia

Cristo consegna le chiavi a San Pietro, soffitto della chiesa di San Silvestro, Roma,
soffitto in legno dipinto e dorato a cassettoni,
dipinto nel 1869,
© Chiesa di San Silvestro al Quirinale a Roma, Italia

Vangelo del 20 aprile 2024

Pietro rispose: "Tu hai il messaggio della vita eterna e noi crediamo".

Giovanni 6:60-69

Dopo aver ascoltato la sua dottrina, molti dei seguaci di Gesù dissero: "Questo è un linguaggio intollerabile. Come si può accettarlo? Gesù era consapevole che i suoi seguaci se ne lamentavano e disse: 'Questo vi turba? E se vedeste il Figlio dell'Uomo ascendere dove era prima?

È lo spirito che dà la vita, la carne non ha nulla da offrire. Le parole che vi ho detto sono spirito e sono vita.

Ma ci sono alcuni di voi che non credono". Perché Gesù sapeva fin dall'inizio chi non credeva e chi lo avrebbe tradito. Continuò: 'Per questo vi ho detto che nessuno può venire a me se il Padre non lo permette'. Dopo questo, molti dei suoi discepoli lo lasciarono e smisero di andare con lui.

Allora Gesù disse ai Dodici: "E voi, volete andarvene anche voi?". Simon Pietro rispose: "Signore, da chi andremo? Tu hai il messaggio della vita eterna e noi crediamo; sappiamo che tu sei il Santo di Dio".

Riflessione sul soffitto della chiesa

La lettura del Vangelo di oggi coglie un momento di crisi per i seguaci di Gesù. Alcuni di coloro che hanno già risposto alla chiamata di Gesù a seguirlo e a diventare suoi discepoli, ora faticano ad accettare le affermazioni che egli ha fatto su se stesso, in particolare la sua affermazione di essere il Pane della Vita disceso dal cielo e, come abbiamo visto ieri, che il suo sangue era la vera bevanda. In risposta, Gesù si chiede ad alta voce cosa faranno della sua ulteriore affermazione di "essere il pane della vita"."ascendere verso dove si trovava prima", di tornare al Padre che lo ha mandato attraverso la sua imminente morte e risurrezione. Sicuramente tutte queste informazioni erano troppe per loro?

L'evangelista Giovanni ci dice che, dopo questo scambio,"molti dei suoi discepoli lo lasciarono e smisero di andare con lui'. Gesù non poteva e non voleva trattenere i discepoli contro la loro volontà. Ci saranno sempre persone, e spesso brave persone, che lasceranno la comunità dei discepoli, per una serie di motivi. Siamo tutti consapevoli di questo fenomeno negli ultimi anni, soprattutto con tante persone che non frequentano più la messa. Tutti noi possiamo sentirci impoveriti quando coloro che hanno fatto parte della nostra comunità di fede non vogliono più rimanervi.

In questo momento di crisi, Gesù ha corso quello che a noi può sembrare un rischio. Chiese a coloro che erano rimasti indietro: "E tu? Vuoi andartene anche tu?". Gesù voleva che rimanessero, ma aveva bisogno che fossero loro stessi a desiderare di rimanere. La domanda "Vuoi andartene anche tu?" è rivolta a ciascuno di noi. Oggi, ognuno di noi deve dare la propria risposta personale. Sarebbe difficile trovare una risposta più appropriata alla domanda di Gesù di quella di Pietro, che siamo invitati a fare nostra a ogni Eucaristia:: "Signore, da chi andremo? Tu hai il messaggio della vita eterna, e noi crediamo, sappiamo che tu sei l'unico Dio". Per questo Gesù gli consegnò le chiavi per costruire la sua Chiesa sulla terra. Vediamo questo momento splendidamente scolpito e raffigurato nel soffitto della Chiesa di San Silvestro al Quirinale a Roma.

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Subscribe
Notify of
37 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Jamie Cardinal
Membro
Jamie Cardinal
1 mese fa

San Pietro, la Roccia, prega per noi e prega per la Chiesa.

Ho allegato un interessante video di Chosen, se qualcuno è interessato.
Mostra come San Pietro non fosse perfetto, ma fosse comunque scelto da Cristo.

Jamie Cardinal
Membro
Jamie Cardinal
1 mese fa
Rispondi a  Jamie Cardinal
Jamie Cardinal
Membro
Jamie Cardinal
1 mese fa

Romani 8:31-39

"Che cosa diremo dunque in risposta a queste cose? Se Dio è per noi, chi può essere contro di noi? Colui che non ha risparmiato il proprio Figlio, ma lo ha dato per tutti noi, non ci darà anche, insieme a lui, ogni cosa? Chi potrà accusare coloro che Dio ha scelto? È Dio che giustifica. Chi è dunque colui che condanna? Nessuno. Cristo Gesù che è morto, anzi che è risorto, è alla destra di Dio e intercede anche per noi. Chi ci separerà dall'amore di Cristo? I problemi, le difficoltà, le persecuzioni, la fame, la nudità, il pericolo, la spada? Come è scritto: "Per amor tuo affrontiamo la morte tutto il giorno; siamo considerati come pecore da macellare". No, in tutte queste cose siamo più che vincitori per mezzo di colui che ci ha amati. Sono infatti convinto che né la morte né la vita, né gli angeli né i demoni, né il presente né il futuro, né alcuna potenza, né l'altezza né la profondità, né alcun'altra cosa in tutto il creato, potranno separarci dall'amore di Dio che è in Cristo Gesù, nostro Signore".

Signore Gesù Cristo, Figlio di Dio, abbi pietà di me, peccatore.
Signore Gesù Cristo, Figlio di Dio, abbi pietà di me, peccatore.
Signore Gesù Cristo, Figlio di Dio, abbi pietà di me, peccatore.
Manda il tuo Spirito Santo nel mio cuore.

Mark Crain
Membro
Mark Crain
1 mese fa

Ogni mattina cerco di indovinare l'epoca e l'origine geografica dell'opera d'arte selezionata da padre Patrick. Oggi ho indovinato l'Italia, ma ho sbagliato di circa quattro secoli la data. Il livello di dettaglio di questo soffitto mi stupisce. Un ingrandimento ravvicinato rivela centinaia di figure e oggetti simmetrici nei bordi. Il bordo rosso forma una croce. Che cosa simboleggiano gli stendardi bianchi e vuoti tenuti tra i cherubini? Questo soffitto è stato realizzato in un anno da un solo artista?

"... nessuno può venire a me se il Padre non glielo permette". Ho bisogno di capire queste parole. Padre Dio, ti prego, permettimi di venire a Gesù.

Carol Heise
Membro
Carol Heise
1 mese fa
Rispondi a  Mark Crain

Caro Mark... ti è già stato permesso di venire a Gesù. Renditi conto di questo e renditene conto adesso. Accettalo e sappi che sei stato toccato dallo Spirito Santo. Ricordi la folgore di cui ti ho parlato qualche giorno fa? Leggete quello che è successo a Saulo, diventato San Paolo, sulla via di Damasco. I tuoi occhi si apriranno, come quelli di lui, e allora saprai. Dio è con te, Mark.

Mark Crain
Membro
Mark Crain
1 mese fa
Rispondi a  Carol Heise

Cara Carol, la tua chiarezza, la tua spiegazione e la tua fede mi aiutano. Grazie. Pace, Mark

Noelle Clemens
Membro
Noelle Clemens
1 mese fa
Rispondi a  Mark Crain

Sono parole davvero difficili, Mark. Sembrano toglierci il libero arbitrio. Ma sono contraddette da "chiunque crede in Lui non perirà, ma avrà vita eterna". È la Crocifissione di Stainer che ha una musica così solenne che accompagna la ripetizione di "non perirà", a mia memoria è in tonalità minore. Chazbo potrebbe sapere..... Se le preghiere devono essere esaudite, le nostre preghiere a questo scopo sono le più vitali possibili e, se chieste con cuore pieno, sicuramente saranno esaudite.... ✝️

Mark Crain
Membro
Mark Crain
1 mese fa
Rispondi a  Noelle Clemens

Cara Noelle, cercherò la Crocifissione di Stainer. Cerco di accrescere ogni giorno la mia comprensione del Vangelo; grazie per avermi aiutato. Pace, Marco

Noelle Clemens
Membro
Noelle Clemens
1 mese fa
Rispondi a  Mark Crain

Mi fa piacere che tu abbia menzionato il soffitto, Mark, perché è davvero impressionante, ma non me la sentivo di commentare la sua complessità. Da lontano sembra quasi un lavoro di Toledo. Molto interessante lo stendardo vuoto, per sempre un mistero.

Noelle Clemens
Membro
Noelle Clemens
1 mese fa

"Io sono tutto in una volta ciò che Cristo è, poiché egli era ciò che io sono e
Questo Jack, scherzo, povero vaso di coccio, toppa, fiammifero, diamante immortale,
È un diamante immortale".
Gerard Manley Hopkins

Elvira
Membro
Elvira
1 mese fa

A nessuno piace sapere che deve morire per portare frutto e molti discepoli Lo hanno abbandonato perché non capivano le sue parole. Sì, è vero che oggi c'è un abbandono massiccio della Chiesa .... C'è un detto che dice che se il carisma, "Gesù", viene istituzionalizzato formando la Chiesa, il suo messaggio viene pervertito... Dobbiamo pensare a questo quando ci lamentiamo dei pastori e anche di noi, le pecore. La Chiesa ha sempre bisogno di essere riformata, ma non serve incolpare chi sta in alto, perché tutti abbiamo delle responsabilità e molte volte non siamo un esempio che attira gli altri... Il testo di oggi ci permette di meditare su come possiamo aiutare la Chiesa per evitare che cada a pezzi.

Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien
1 mese fa

Pietro sembra sempre riassumere la nostra situazione, non è vero? "Signore, da chi dobbiamo andare?".
Chi ha un percorso migliore?
Non ne ho trovato nessuno...

Thimas@
Membro
Thimas@
1 mese fa

Ad essere onesti, non è sorprendente che così tante persone se ne vadano o se ne siano andate. Il messaggio generale sembra essere che lo scopo della creazione era che noi avessimo una vita piuttosto impoverita e rinunciassimo a tutto (come fu detto all'uomo ricco) per ottenere la vita eterna.

Che strano concetto creare qualcosa che deve avere un tempo abbastanza misero per ottenere qualcosa di meglio.

Inoltre, per rinunciare a tutto bisogna innanzitutto avere qualcosa. Nel Nuovo Testamento non viene mai menzionato dove Gesù e i suoi discepoli nomadi si procuravano i soldi per vivere, ma presumibilmente da persone che lavoravano duramente per migliorare la loro vita?

Se a questo si aggiungono i requisiti di sete di sangue del Messia per ottenere il perdono dei nostri peccati, è molto da capire per le persone di oggi, figuriamoci per quelle di 2.000 anni fa. A me fa sicuramente venire il mal di testa!

Noelle Clemens
Membro
Noelle Clemens
1 mese fa
Rispondi a  Thimas@

Buongiorno Thimas. Questo estratto dell'articolo "Funding Jesus" sul sito web della CNN è interessante e molto più lungo di quanto mostrato qui.
Poco dopo andò per città e villaggi, annunciando e portando la buona novella del regno di Dio. Con lui c'erano i dodici e alcune donne che erano state guarite da spiriti maligni e da infermità: Maria, detta Maddalena, dalla quale erano usciti sette demoni, Giovanna, moglie dell'amministratore di Erode, Chuza, Susanna e molte altre, che provvedevano a loro con le loro risorse".
Così, secondo Luca, le donne che Gesù aveva guarito provvedevano a loro volta a lui con le loro "risorse", con Maria Maddalena e Giovanna che catturano la nostra attenzione - una in virtù del marito e l'altra per la sua posizione nella storia di Gesù.

Non credo proprio che ci sia stato detto di passare un periodo infelice su questa terra! "Io sono venuto perché abbiano la vita e l'abbiano in abbondanza". Buona giornata!

Thimas@
Membro
Thimas@
1 mese fa
Rispondi a  Noelle Clemens

Se volete essere perfetti, andate, vendete i vostri beni e dateli ai poveri, e avrete un tesoro in cielo. Poi venite, seguitemi.

Noelle Clemens
Membro
Noelle Clemens
1 mese fa
Rispondi a  Thimas@

Tutti, Thimas? Necessario per alcuni, dipende da cosa si fa della propria ricchezza. Forse il giovane ricco ha semplicemente fatto della sua virtù una virtù, senza rimanere incastrato nella società che lo circondava..... utilizzando la sua ricchezza per gli altri. Era una sfida individuale o universale? Una vecchia domanda.

Giorgio K
Membro
Giorgio K
1 mese fa
Rispondi a  Thimas@

Per me la perfezione non è un'opzione. Sono un essere umano, non un essere perfetto. A mio avviso, "perfetto" può anche essere tradotto come "completezza, maturità o carattere morale".

Jamie Cardinal
Membro
Jamie Cardinal
1 mese fa
Rispondi a  Giorgio K

"Signori, inseguiremo la perfezione e la inseguiremo senza sosta, sapendo che non potremo mai raggiungerla. Ma lungo la strada, coglieremo l'eccellenza".
- il grande allenatore di football, Vince Lombardi (1913-1970)

Elvira
Membro
Elvira
1 mese fa
Rispondi a  Noelle Clemens

Cara Noelle, mi è piaciuta molto la tua riflessione: Vita e Abbondanza!!!. Vorrei aggiungere qualcosa sul giovane ricco
Nei quattro Vangeli possiamo vedere che Gesù non ha chiesto a tutti i suoi seguaci di rinunciare ai loro beni. Non tutte le persone sono oppresse dai loro beni come il giovane ricco. In questo caso, spicca il loro forte attaccamento alla ricchezza. Il giovane ricco si avvicinò a Gesù e chiese: "Che cosa posso fare per ottenere la vita eterna?". Gesù gli risponde che deve osservare i comandamenti e lui risponde che lo ha fatto. Nel Vangelo di Matteo il giovane chiede a Gesù: "Che cosa mi manca ancora?". Questa domanda è la chiave, mostra che sa di cosa sta parlando. Possiamo fare qualsiasi cosa che sembri buona, ma in fondo sappiamo che manca ancora qualcosa. Gesù risponde: "Va', vendi quello che possiedi e dallo ai poveri, e avrai un tesoro nei cieli; e vieni, seguimi".
Oggi, 2000 anni dopo, possiamo chiederci: il nostro tesoro è nella ricchezza, nel lavoro, nelle prestazioni e nelle capacità o nei fondi pensione? Queste sono cose buone (sono doni di Dio), ma sono secondarie rispetto al cercare prima il regno di Dio e un rapporto giusto con Dio e con gli altri. Che possiamo sostenere le nostre ricchezze e il nostro lavoro a mani aperte per evitare che, come il giovane ricco, finiamo per allontanarci da Dio con tristezza.

Noelle Clemens
Membro
Noelle Clemens
1 mese fa
Rispondi a  Elvira

È importante ciò che ci manca come individui, non ciò che manca al prossimo, che potrebbe essere qualcosa di molto diverso. Grazie per la tua chiarezza, Elvira. 🌟🌻

Giorgio K
Membro
Giorgio K
1 mese fa
Rispondi a  Noelle Clemens

Credo di essere un essere spirituale che vive un'esperienza umana. Il mio pensiero sulla morte è che fino a quando vorrò qualcosa di più dalla vita prima di morire - che sia una maggiore ricchezza, più piacere, un desiderio di vendetta o semplicemente più di qualsiasi cosa - avrò paura della morte. Gesù mi esorta a lasciare andare i miei desideri egoistici per essere libero di godere di ogni giorno così come viene. Quando la morte si avvicina, posso rinunciare alla mia vita umana senza rimpianti, portando con me i miei veri beni: l'amore per Dio, per le creature di Dio e per la creazione di Dio. Quando la morte chiama, posso dire: "Sono pronto". Posso lasciare questo involucro che è il mio corpo e tornare all'Essenza spirituale di Dio.

Giorgio K
Membro
Giorgio K
1 mese fa
Rispondi a  Giorgio K

Pensieri tratti da una devozione che ho ricevuto... Ci sono due strade, una in salita e una in discesa. Ci è stato dato il libero arbitrio di scegliere uno dei due percorsi. Siamo capitani della nostra anima solo fino a questo punto. Possiamo scegliere il bene o il male. Una volta scelta la strada sbagliata, scendiamo sempre più in basso, fino alla morte. Se invece scegliamo la strada giusta, andiamo sempre più in alto, fino al giorno della resurrezione. Sul sentiero sbagliato, non abbiamo alcun potere per il bene perché non scegliamo di chiederlo. Ma sul sentiero giusto, siamo dalla parte del bene e abbiamo tutta la potenza dello spirito di Dio dietro di noi. Prego affinché io possa essere nella corrente del bene. Prego di poter essere dalla parte giusta, dalla parte di tutto il bene dell'universo.

Noelle Clemens
Membro
Noelle Clemens
1 mese fa
Rispondi a  Giorgio K

👍 George

Noelle Clemens
Membro
Noelle Clemens
1 mese fa
Rispondi a  Giorgio K

Giovanni Battista parla di Gesù: "Lui deve aumentare, ma io devo diminuire". È questo che stai dicendo, credo, George?

Giorgio K
Membro
Giorgio K
1 mese fa
Rispondi a  Noelle Clemens

Proprio così, Noelle.

Mark Crain
Membro
Mark Crain
1 mese fa
Rispondi a  Noelle Clemens

Esattamente!

Chazbo M
Membro
Chazbo M
1 mese fa
Rispondi a  Thimas@

Beh, allora fai le valigie, Thimas!!!! Avrai molta compagnia!!!

Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien
1 mese fa
Rispondi a  Chazbo M

Non intende dire questo, vero?
Buongiorno Chazbo.

Chazbo M
Membro
Chazbo M
1 mese fa
Rispondi a  Patricia O'Brien

Ebbene sì....Thimas non trova nient'altro che aspetti negativi nel messaggio cristiano, quindi perché rimanere ad ascoltarlo? Si può trasformare tutto in negativo, non è vero?
La cosa buffa è che stamattina mi sono svegliato di buon umore, che ora è svanito come la rugiada mattutina! Se sento messaggi negativi in un ambiente cristiano, allora ..... dove siamo? Non vado in chiesa per sentire sermoni pieni di dubbi e di avvertenze. Voglio che il messaggio sia positivo.
Del resto è la stessa cosa quando si tratta di affari e di marketing. Bisogna credere nel prodotto e se non ci si crede non si è molto utili all'azienda 🫤.

Thimas@
Membro
Thimas@
1 mese fa
Rispondi a  Chazbo M

Il mondo degli affari e del marketing non mi sembra un modo per abbandonare tutto e seguire Gesù 😄. Ma su con la vita Chazbo, sono solo io, non sei obbligato ad ascoltare quello che dico, lo dico e basta, sperando di essere corretto, se sto dicendo qualcosa che non è stato detto nel Vangelo, correggimi.
"Se volete essere perfetti, andate, vendete i vostri beni e dateli ai poveri, e avrete un tesoro in cielo. Poi venite, seguitemi". "Non si può essere più chiari di così!

Thimas@
Membro
Thimas@
1 mese fa
Rispondi a  Chazbo M

Sì, non credo di avere molte speranze 😄 tuttavia la buona notizia è che dove andrò la maggior parte dei miei amici sarà già andata e gli altri la seguiranno! Quindi, come dici tu, dovrei avere una buona compagnia.
Al momento sono in attesa della borsa smarrita che credo sia ancora a Dubai... il computer dice "no"... quindi un atto di Dio sarebbe utile 🙏😄

Chazbo M
Membro
Chazbo M
1 mese fa
Rispondi a  Thimas@

Sono tutti finiti nel vuoto e finiranno in una fredda cripta senza speranza né gioia. È solo un ago che dice che è ora di andare, amico. Non servi a nessuno e stai consumando l'eredità dei tuoi figli.
Almeno Manny Shinwell disse a Chamberlain: "In nome di Dio, vai!".

Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien
1 mese fa
Rispondi a  Thimas@

Buongiorno Thimas.
Non pensavo che qualcuno dovesse essere impoverito, né che dovesse spennare gli altri 🤔 Pensavo che il principio delle prime comunità fosse quello di condividere tutto in comune...?
L'amore è fondamentalmente il messaggio di Cristo e, diciamolo, l'amore per la ricchezza e il successo personale lo soppiantano. Non c'è nulla di male nell'avere molto, purché si sia aperti con esso, è ciò che penso intenda dire.
La gente se ne va al giorno d'oggi per i motivi più disparati, ma non credo che una sorta di obbligo percepito di condurre una vita di povertà sia uno di questi!
Per quanto riguarda l'altro punto, i sacrifici di sangue a Dio erano l'obiettivo di allora - che si trattasse di un agnello, di una tortora, di un giovenco o di un uomo in croce... non capisco. Mi sembra molto pagano. È un'impresa ardua, quindi sono d'accordo con te.

Ultima modifica 1 mese fa da Patricia O'Brien
Elvira
Membro
Elvira
1 mese fa
Rispondi a  Patricia O'Brien

Parole molto sagge, Patricia. Per quanto riguarda i sacrifici cruenti, mi chiedo. Come sarebbe morto Gesù se fosse venuto al mondo oggi?

Noelle Clemens
Membro
Noelle Clemens
1 mese fa
Rispondi a  Patricia O'Brien

Pomeriggio Patricia. La crocifissione è avvenuta in un mondo brutale e pagano, e sarebbe stata compresa dalla gente del tempo, proprio come sarebbe stato accettato un sacrificio di sangue per placare gli dei romani.....no?

Rya Lucas
Membro
Rya Lucas
1 mese fa

No, Signore, non voglio andarmene. Io credo e ti amo! Ti ho sempre amato, anche negli anni in cui non sono andata in chiesa. Mi sento felice e al sicuro con te e con il Padre tuo.

Monica Doyle
Membro
Monica Doyle
1 mese fa

Che la mia risposta a Gesù faccia eco a quella di Pietro in questo giorno....Come dice Agostino, "Tu ci hai fatti per te, Signore...".

Letture relative a Giovanni 6:60-69

11 giugno 2023

Giovanni 6:51-58

Solennità del Corpus Domini

7 maggio 2022

Giovanni 6: 60-69

Questo è un linguaggio intollerabile. Come potrebbe qualcuno ...

15 aprile 2024

Giovanni 6:22-29

Procuratevi il cibo per la vita eterna

19 aprile 2021

Giovanni 6:22-29

Non lavorare per il cibo che non può durare

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 70.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la nostra riflessione sull'arte.

Skip to content