Zaccaria scrive il nome di suo figlio, 
Dipinto da Domenico Ghirlandaio(1449-1494),
Dipinto tra il 1486-90,
Affresco sul muro della cappella,
© Cappella Tornabuoni, Santa Maria Novella, Firenze

Zaccaria scrive il nome di suo figlio, 
Dipinto da Domenico Ghirlandaio(1449-1494),
Dipinto tra il 1486-90,
Affresco sul muro della cappella,
© Cappella Tornabuoni, Santa Maria Novella, Firenze

Vangelo del 24 Dicembre 2019

Il canto di Zaccaria

Luca 1:67-79

Il padre di John Zaccaria fu riempito di Spirito Santo e disse questa profezia:

Sia benedetto il Signore, il Dio d'Israele

perché ha visitato il suo popolo, è venuto in loro soccorso

e ha suscitato per noi un potere di salvezza

nella casa del suo servo Davide,

anche se ha proclamato,

per bocca dei suoi santi profeti fin dai tempi antichi,

che ci avrebbe salvato dai nostri nemici

e dalle mani di tutti coloro che ci odiano.

Così mostra misericordia ai nostri antenati,

così si ricorda della sua santa alleanza

il giuramento che ha fatto

a nostro padre Abramo

che ci avrebbe concesso, senza paura,

per essere liberati dalle mani dei nostri nemici,

per servirlo in santità e virtù

alla sua presenza, tutti i nostri giorni.

E tu, bambina,

sarai chiamato Profeta dell'Altissimo,

perché tu andrai davanti al Signore

per preparargli la strada,

per dare al suo popolo la conoscenza della salvezza

attraverso il perdono dei loro peccati;

questo per la tenera misericordia del nostro Dio

che dall'alto porterà il Sole nascente a visitarci,

per dare luce a coloro che vivono

nelle tenebre e nell'ombra della morte

e per guidare i nostri piedi

nella via della pace".

Riflessione sull'affresco della cappella

Molti di voi festeggeranno la vigilia di Natale stasera. Godetevi le celebrazioni! La nostra lettura del Vangelo di oggi è il Cantico di Zaccaria. Era il canto di ringraziamento pronunciato da Zaccaria in occasione della circoncisione di suo figlio. Il canto o cantico ha ricevuto il suo nome 'Benedictus' dalle sue prime parole in latino: Benedictus Dominus Deus Israel; "Sia benedetto il Signore Dio d'Israele"

L'intero cantico consiste di due parti principali: la prima parte (versi 68-75) è un canto di ringraziamento per la realizzazione delle speranze messianiche della nazione ebraica; la seconda parte (versi 76-79) è un discorso di Zaccaria a suo figlio, Giovanni, che avrebbe avuto una parte importante nei piani di redenzione di Dio; la profezia che egli avrebbe "andare davanti al Signore per preparargli la strada". Cantiamo questo cantico ogni mattina in seminario durante le Lodi mattutine. Questo è l'Ufficio dell'alba e quindi il suo simbolismo è quello della Resurrezione di Cristo. Secondo Dom Fernand Cabrol "Le Lodi restano la vera preghiera del mattino, che saluta nel sole nascente l'immagine di Cristo trionfante, che consacra a Lui il giorno dell'apertura"... 

L'illustrazione che mostriamo è un dettaglio tratto da un affresco dipinto nella Cappella Tornabuoni, Santa Maria Novella, Firenze. Il bambino Giovanni Battista, lavato e avvolto, viene presentato da una giovane cameriera al suo vecchio padre, Zaccaria, che è costretto a scrivere il nome di suo figlio. Gli uomini più anziani si sporgono in avanti per leggere il nome, sono curiosi.

Si dicono belle parole in questo Cantico di Zaccaria... Quando Dio parla, dice belle parole...!

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Abbonarsi
Notifica di
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

Letture relative a Luca 1:67-79

23 dicembre 2019

Luca 1:57-66

Venne il momento in cui Elisabetta ebbe il suo bambino

8 dicembre 2020

Luca 1:26-38

Festa dell'Immacolata Concezione della Beata...

23 gennaio 2022

Luca 1:1-4,4:14-21

Ho deciso di scrivere un resoconto ordinato per ...

22 dicembre 2020

Luca 1:46-56

La mia anima proclama la grandezza del Signore

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 40.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la riflessione artistica