L'anima delusa,
Dipinto da Ferdinand Hodler (1853-1918),
Dipinto nel 1892,
Olio su tela
© Alamy

L'anima delusa,
Dipinto da Ferdinand Hodler (1853-1918),
Dipinto nel 1892,
Olio su tela
© Alamy

Vangelo del 30 settembre 2022

Guai a te, Chorazin! Guai a te, Betsaida!

Luca 10:13-16

Gesù disse ai suoi discepoli:

'Guai a te, Chorazin! Guai a te, Betsaida!Perché se i miracoli compiuti per voi fossero stati compiuti a Tiro e Sidone, essi si sarebbero già pentiti da tempo, indossato un sacco e coperti di cenere. E perciò, nel giorno del Giudizio, Tiro e Sidone non saranno trattati così duramente come voi. Quanto a te, Cafarnao, volevi essere esaltata fino al cielo? Sarai gettata all'inferno.

Chiunque ascolta voi ascolta me; chi rifiuta voi rifiuta me, e chi rifiuta me rifiuta colui che mi ha mandato".

Riflessione sulla pittura

La lettura del Vangelo di oggi descrive la reazione di Gesù nel vedere una mancanza di fede in luoghi in cui si aspettava di vedere una grande fede. Gesù si era recato nelle città della Galilea dove aveva operato la maggior parte delle guarigioni e dei miracoli. I nomi di tre di esse sono menzionati nella nostra breve lettura: Cafarnao è il luogo in cui Gesù predicava spesso; Betsaida era la casa di alcuni dei suoi discepoli, come Pietro e Andrea, Giacomo e Giovanni; Chorazin, vicina a Cafarnao, non è menzionata in nessun altro punto del Vangelo. Gesù era deluso dalla mancanza di fede dimostrata dalla gente di questi luoghi. Dice che non erano migliori delle città pagane di Tiro e Sidone. Mentre Gesù esprimeva delusione in luoghi in cui si sarebbe aspettato di vedere buone dimostrazioni di fede, spesso si trovava di fronte a una fede sorprendente da parte di persone del tutto inaspettate. Si pensi, ad esempio, al centurione romano, alla donna siro-fenicia o alla samaritana, tutti "pagani" ma con una grande fede.

Tutti noi sperimentiamo delusioni e sorprese durante il nostro cammino. La lettura di oggi mostra che anche le delusioni facevano parte del ministero di Gesù. Per quanto possiamo pianificare bene la nostra vita, avremo delle delusioni, ma anche delle belle sorprese che potrebbero renderci ancora più felici di quanto ci aspettavamo. Per non rimanere troppo delusi dalla vita, dovremmo forse andare avanti con meno aspettative ma con più convinzione che tutti possono essere portati (di nuovo) alla fede.

Il nostro dipinto del 1892 di Ferdinand Hodler, intitolato L'anima delusa, trasmette questo senso di delusione, dolore e malinconia. Dipinto verso la fine del XIX secolo, ritrae molto bene l'ansia della fine del secolo: l'incertezza sul futuro e su ciò che potrebbe riservare il secolo successivo. Vediamo un uomo invecchiato, a piedi nudi, che guarda verso il basso. Non vediamo la sua espressione facciale, ma il suo corpo dice tutto. La parte superiore del corpo, seminuda ed emaciata, ci mette a disagio come spettatori. Se vedessimo un uomo simile seduto su una panchina nella vita reale, ci avvicineremmo e gli parleremmo?...

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Subscribe
Notify of
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien(@marispiro)
2 mesi fa

Una tale pregnanza nel dipinto di oggi. È meraviglioso.
Lo stesso vale per le parole di Gesù, che ha mostrato molto amore nel suo ministero a queste persone e che ha sofferto quando è stato rifiutato. Quanto poco hanno capito - ma noi siamo ancora un po' così...

Letture correlate a Luca 10:13-16

4 ottobre 2022

Luca 10:38-42

Festa di San Francesco d'Assisi

6 ottobre 2020

Luca 10:38-42

Marta lavora, Maria ascolta

5 ottobre 2020

Luca 10:25-37

Il buon samaritano

1 dicembre 2020

Luca 10:21-24

Gesù fu riempito di gioia dallo Spirito Santo

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 40.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la riflessione artistica

Skip to content