Alexander J. Cassatt e suo figlio, Robert Kelso Cassatt,
Pittura di Mary Stevenson Cassatt (1844-1926),
Dipinto nel 1884,
Olio su tela
© Museo d'arte di Filadelfia

Alexander J. Cassatt e suo figlio, Robert Kelso Cassatt,
Pittura di Mary Stevenson Cassatt (1844-1926),
Dipinto nel 1884,
Olio su tela
© Museo d'arte di Filadelfia

Vangelo del 5 dicembre 2023

Tutto mi è stato affidato da mio Padre

Luca 10:21-24

Colmo di gioia dallo Spirito Santo, Gesù disse:

Ti benedico, Padre, Signore del cielo e della terra, perché nascondi queste cose ai dotti e agli intelligenti e le riveli ai semplici bambini. Sì, Padre, perché così è piaciuto a te. Tutto mi è stato affidato da mio Padre; e nessuno sa chi è il Figlio se non il Padre, e chi è il Padre se non il Figlio e coloro ai quali il Figlio sceglie di rivelarlo".

Poi, rivolgendosi ai suoi discepoli, disse loro in privato: "Beati gli occhi che vedono ciò che voi vedete, perché vi dico che molti profeti e re hanno voluto vedere ciò che voi vedete e non l'hanno mai visto; ascoltare ciò che voi ascoltate e non l'hanno mai ascoltato".

Riflessione sulla pittura

L'evangelista Luca, nella lettura del Vangelo di oggi, ci offre una bellissima visione della vita di preghiera di Gesù. Gesù prega in virtù della sua relazione unica con Dio Padre: "Nessuno sa chi è il Figlio se non il Padre, né chi è il Padre se non il Figlio". Tuttavia, è chiaro da ciò che Gesù continua a dire che questa relazione unica non è chiusa in se stessa. Gesù vuole attirare le persone nella sua relazione con Dio.

Sebbene Gesù voglia attirare tutti, solo alcuni si lasciano coinvolgere. Coloro che hanno l'apertura di un bambino al mistero di Dio saranno attratti. L'Avvento è un tempo per crescere nella nostra vicinanza a Gesù. Preghiamo Dio affinché ci renda tutti un po' più simili ai bambini, che riconoscono i propri bisogni e sanno di aver bisogno di un genitore che li guidi e li ami. L'Avvento è davvero un periodo per entrare in quella povertà di spirito che ci mantiene aperti a ciò che Dio vuole mostrarci.

Il nostro dipinto di Mary Cassatt raffigura un ritratto di padre e figlio. Nel dicembre 1884, Alexander Cassatt e suo figlio Robert si recarono a sorpresa a Parigi per incontrare i genitori di Alexander e sua sorella, la pittrice Mary Cassatt. Durante il mese di vacanza, padre e figlio posarono per questo tenero doppio ritratto che sottolinea il loro legame e la loro somiglianza fisica. Con sguardi simili, guance arrossate e abiti neri che li uniscono in un abbraccio, genitore e figlio sono colti in un momento privato. Possiamo percepire che il bambino dipende dal padre ed è aperto all'insegnamento e all'amore.

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Subscribe
Notify of
63 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Antonio
Membro
Antonio
2 mesi fa

Ai loro tempi, una volta promessi sposi, Giuseppe e Maria erano legalmente sposati. L'uomo andava a costruire una casa per loro e quando era pronta lei andava a vivere con lui e la loro vita matrimoniale iniziava insieme. Prima di ciò, si scoprì che Maria era incinta e che Giuseppe non era il padre, quindi se il padre fosse stato un uomo, lei, secondo la legge, avrebbe dovuto essere lapidata per adulterio. Così Giuseppe decise di divorziare tranquillamente. L'angelo gli assicurò che era incinta per opera dello Spirito Santo, non di un uomo, ergo la verginità era intatta.

Mark Crain
Membro
Mark Crain
2 mesi fa
Rispondi a  Antonio

Va bene anche per me, Janey M.

Antonio
Membro
Antonio
2 mesi fa

Senza scuse, Janey, hai ragione.

Noelle Clemens
Membro
Noelle Clemens
2 mesi fa

Non devi preoccuparti, Janey, non hai nessuna colpa. La cosa bella è che sono state scritte tante cose molto interessanti e utili a seguito di questo piccolo contrattempo, per cui ringrazio tutti coloro che hanno postato numerose cose "sagge e meravigliose". ❤️‍🔥

Thimas@
Membro
Thimas@
2 mesi fa

Ho capito il messaggio e smetterò di lasciare commenti sul forum. Non ho la pietà di molti qui.
Leggete il libro che vi ho consigliato, ma anche il clero lo ha trovato utile.

Giorgio K
Giorgio K
2 mesi fa
Rispondi a  Thimas@

Thimas, ha mai pensato di concentrarsi su ciò che crede lei invece che su ciò che credono gli altri?

Jamie Cardinal
Membro
Jamie Cardinal
2 mesi fa

Ecco alcune riflessioni sul tuo commento, Janey M:

Sant'Agostino d'Ippona diceva: "I miracoli non sono contrari alla natura, ma solo contrari a ciò che sappiamo della natura".

Quando frequentavo il college e l'università, studiavo matematica e scienze........ Non ho mai sentito che la matematica e le scienze
erano in contrasto con la mia fede cattolica..... per me, sostenere che la scienza è in conflitto con la religione è come dire che la poesia e l'arte sono in conflitto con la scienza.
Mi piace ciò che ha detto il Santo Papa Giovanni Paolo II: "La scienza può purificare la religione dall'errore e dalla superstizione; la religione può purificare la scienza dall'idolatria e dai falsi assoluti. Ciascuna può attirare l'altra in un mondo più ampio, un mondo in cui entrambe possono fiorire".

Credo in Dio .... Credo che Dio si sia fatto uomo per renderci "partecipi della natura divina"........
Dio ha attributi comunicabili come la bontà e l'amore (e, naturalmente, incomunicabili come l'onniscienza, l'onnipotenza, l'onnipresenza).
1 Giovanni 3:2 Cari amici, ora siamo figli di Dio e ciò che saremo non è ancora stato reso noto. Ma sappiamo che quando Cristo apparirà, saremo simili a lui, perché lo vedremo così com'è.

Grazie alla grazia, possiamo partecipare con Dio.

Ave Maria, piena di grazia, il Signore è con te;
Tu sei benedetta tra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù.
Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, ora e nell'ora della nostra morte.
Amen.

Antonio
Membro
Antonio
2 mesi fa

Per quanto riguarda la nascita verginale, potrebbe essere utile trovare quanto segue su Youtube;
Dr. Brant Pitrie (un brillante studioso biblico) -Perché Giuseppe aveva intenzione di divorziare da Maria?
Pinte con Aquino - Tim Staples e William Albrecht.
Risposte Cattoliche - La verginità perpetua di Maria.
Merely Christian , p. Mike Schmitz.
Ce ne sono molti altri.

Noelle Clemens
Membro
Noelle Clemens
2 mesi fa
Rispondi a  Antonio

Utile, grazie, Anthony.

Letture correlate a Luca 10:21-24

1 ottobre 2020

Luca 10:1-12

Il Signore ne nominò settantadue e li mandò in missione

1° ottobre 2022

Luca 10:17-24

I settantadue tornarono indietro rallegrandosi

8 ottobre 2019

Luca 10, 38-42

Marta lavora e Maria ascolta

3 ottobre 2019

Luca 10: 1-12

Pace a questa casa!

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 70.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la nostra riflessione sull'arte.

Skip to content