Il buon samaritano,
Pittura di Philip Richard Morris (1836-1902),
Dipinto nel 1857,
Olio su tela
© Museo e Galleria d'arte di Blackburn, Inghilterra

Il buon samaritano,
Pittura di Philip Richard Morris (1836-1902),
Dipinto nel 1857,
Olio su tela
© Museo e Galleria d'arte di Blackburn, Inghilterra

Vangelo del 10 luglio 2022

Il buon samaritano

Luca 10: 25-37

C'era un dottore della legge che, per mettere alla prova Gesù, si alzò e gli disse: "Maestro, cosa devo fare per ereditare la vita eterna? Egli gli disse: 'Cosa c'è scritto nella Legge? Cosa vi si legge?' Egli rispose: 'Devi amare il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima, con tutta la tua forza e con tutta la tua mente, e il tuo prossimo come te stesso'. 'Hai risposto bene', disse Gesù, 'fai questo e la vita sarà tua'.

Ma l'uomo era ansioso di giustificarsi e disse a Gesù: "E chi è il mio prossimo?" Gesù rispose: "Una volta un uomo stava scendendo da Gerusalemme a Gerico e cadde nelle mani di briganti; essi presero tutto quello che aveva, lo picchiarono e poi se ne andarono, lasciandolo mezzo morto. Ora un sacerdote stava percorrendo la stessa strada, ma quando vide l'uomo, passò dal lato opposto. Allo stesso modo, un levita che si trovava sul posto lo vide e passò dall'altra parte. Ma un viaggiatore samaritano che si imbatté in lui fu preso da compassione quando lo vide. Si avvicinò e gli fasciò le ferite, versandovi sopra olio e vino. Poi lo sollevò sulle sue spalle, lo portò alla locanda e si prese cura di lui. Il giorno dopo, tirò fuori due denari e li consegnò all'oste. "Prenditi cura di lui", disse, "e al mio ritorno compenserò qualsiasi spesa extra che tu abbia". Quale di questi tre, secondo te, si dimostrò vicino all'uomo che cadde nelle mani dei briganti?" "Quello che ebbe pietà di lui" rispose. Gesù gli disse: 'Vai e fai lo stesso anche tu'.

Riflessione sulla pittura

La parabola del Buon Samaritano di oggi è probabilmente la più conosciuta di tutte le parabole di Gesù, anche se compare solo nel Vangelo di Luca. La storia che ci viene raccontata è quella della provvidenza di Dio per una vittima di un crimine, grazie alla compassione di un viaggiatore straniero. Questa parabola è così avvincente che è penetrata nella cultura popolare ben oltre i contesti cristiani. Le persone che non hanno mai preso in mano una Bibbia riconosceranno comunque il significato del termine "buon samaritano" come qualcuno che viene in soccorso di uno straniero in difficoltà.

Il samaritano era un uomo benestante, con risorse che utilizzò per aiutare un uomo in difficoltà. A quel tempo, i samaritani e gli ebrei non si vedevano di buon occhio l'un l'altro. Per questo la storia è ancora più avvincente: un non ebreo viene in soccorso di un ebreo. Gesù racconta questa storia per mostrare quanto sia ampio il nostro "prossimo": tutti! Il samaritano non si limita ad aiutare l'uomo ferito dandogli qualche moneta. No, si fa in quattro per aiutare l'uomo e assicurarsi che tutti i suoi bisogni siano soddisfatti, sia quelli fisici immediati (curare le ferite) sia quelli di uno spazio tranquillo per riprendersi. Il samaritano si prende cura dell'uomo proprio come farebbe con se stesso. Questo è l'amore.

Il nostro dipinto di Philip Richard Morris mostra il Buon Samaritano che si prende cura dell'uomo ferito dopo essere arrivato alla locanda. Il suo cavallo (sulla destra) viene portato via per essere nutrito dal servo che porta una pila di fieno sulla testa. Ma il fulcro del dipinto è l'uomo ferito. Il Samaritano lo abbraccia e lo vediamo lentamente riprendersi e... riacquistare la sua dignità. La composizione si basa su dipinti e sculture di pietà. L'uomo ferito indossa solo un perizoma, evocando ancora una volta Cristo.

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Obiettivo del donatore
Stabilite come obiettivo il numero totale di donatori.
8 Commenti
Si desidera visualizzare un messaggio personalizzato quando l'obiettivo viene chiuso?
Grazie a tutti i nostri donatori, abbiamo raggiunto il nostro obiettivo di raccolta fondi.
Manuel de Elía
Membro
Manuel de Elía(@mjdeelia)
4 mesi fa

Non potrebbe essere il Samaritano ad andarsene con il suo cavallo, mentre lascia l'ebreo ferito nella locanda?

miguel vargas
Membro
miguel vargas(@miguel)
4 mesi fa

Penso che tutti noi lottiamo con l'essere il buon samaritano, con così tanto bisogno nel mondo di oggi. Mi ricordo che non posso aiutare tutti, ma il mio prossimo è uno che Dio non solo mette sul mio cammino, ma spinge anche il mio cuore ad aiutare. Mentre alcuni fanno di tutto per non aiutare, passando dall'altra parte, altri cedono e obbediscono quando sono spinti dallo Spirito Santo.

Nancy Jones
Membro
Nancy Jones(@njnancyjonesaol-com)
4 mesi fa

Questo dipinto e naturalmente la lettura del Vangelo mi hanno toccato il cuore oggi! Di recente ho visto una persona che conoscevo bisognosa di aiuto e l'ho ignorata a causa di precedenti problemi. Sembra un cuore molto duro, soprattutto perché di solito non sono questo tipo di persona. Ma quel giorno sono stato guidato dal dolore, non dall'amore per il prossimo! Hai ragione Oi Lian, l'amore dovrebbe essere guidato dalla volontà e non dalle emozioni! Grazie!

Rya Lucas
Membro
Rya Lucas(@katteliekemeissie)
4 mesi fa

La Samaritana non offre un paio di munizioni, ma aiuta a risolvere il problema. Per i parenti e i familiari nel mondo occidentale, invece, mi dà "un paio di munizioni", perché non può essere d'aiuto...! Che sia un po' più facile? È vero che Jezus da un momento all'altro non è mai stato in pericolo?

Oi Lian Kon
Membro
Oi Lian Kon(@kairos712)
4 mesi fa

Giudei e Samaritani erano nemici implacabili. E chi è il mio prossimo? Il mio vicino potrebbe essere il mio nemico. Non è una "domanda" impossibile, perché l'amore non è un'emozione ma un esercizio della volontà.

Charles Marriott
Membro
Charles Marriott(@chazbo)
4 mesi fa

Un bel dipinto narrativo. Mi piace la storia in un dipinto, anche se alcuni guardano con disprezzo a queste immagini! Ho adottato questo quadro come immagine attuale del mio desktop. Una delle cose belle dell'arte cristiana è che si possono conservare i quadri che ci parlano in modo particolare per tutto il tempo che si desidera quando si accende il computer!

Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien(@marispiro)
4 mesi fa
Rispondi a  Charles Marriott

Che bella idea Chazbo! Benedizioni della domenica.
Una volta facevo parte di un gruppo di apprezzamento dell'arte: un membro disse che le piaceva tutta l'arte, tranne la "roba religiosa". Dovetti ricordarle che senza la roba religiosa, come la chiamava lei, non ci sarebbe stata l'arte, così come la conosciamo!

Michael Trudeau
Membro
Michael Trudeau(@michaeltrudeau)
4 mesi fa
Rispondi a  Charles Marriott

Lo faccio anch'io. È un dolce promemoria del nostro Signore durante la giornata. La sfida è che Patrick ci offre così tante immagini tra cui scegliere.

Letture relative a Luca 10: 25-37

6 ottobre 2020

Luca 10:38-42

Marta lavora, Maria ascolta

3 ottobre 2019

Luca 10: 1-12

Pace a questa casa!

27 maggio 2020

Luca 10:1-9

I settantadue furono mandati a coppie

30 settembre 2022

Luca 10:13-16

Guai a te, Chorazin! Guai a te, Betsaida!

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 40.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la riflessione artistica