Parabola del fico,
Incisione di Jan Luyken (1649-1712),
Pubblicato da Pieter Arentsz & Cornelis van der Sys,
Rilasciato nel 1712
Incisione a mano su carta
© Christian Art / Alamy

Parabola del fico,
Incisione di Jan Luyken (1649-1712),
Pubblicato da Pieter Arentsz & Cornelis van der Sys,
Rilasciato nel 1712
Incisione a mano su carta
© Christian Art / Alamy

Vangelo del 20 marzo 2022

Lascia il fico un anno in più

Luca 13:1-9

Alcune persone arrivarono e raccontarono a Gesù dei Galilei il cui sangue Pilato aveva mischiato con quello dei loro sacrifici. Egli disse loro: "Pensate che questi Galilei che hanno sofferto così fossero più peccatori di tutti gli altri Galilei? Non lo erano, vi dico. No; ma se non vi pentite, perirete tutti come loro. O quei diciotto su cui cadde la torre di Siloam e li uccise? Credete che fossero più colpevoli di tutti gli altri abitanti di Gerusalemme? Non lo erano, vi dico. No; ma se non vi pentite, perirete tutti come loro".

Egli raccontò questa parabola: "Un uomo aveva un fico piantato nella sua vigna, ed era venuto a cercarvi dei frutti, ma non ne aveva trovati. Disse all'uomo che si occupava della vigna: "Guarda, sono tre anni che vengo a cercare frutti su questo fico e non ne trovo. Taglialo: perché dovrebbe occupare la terra?". "Signore", rispose l'uomo "lasciarlo un anno in più e dammi il tempo di scavare intorno e di concimarlo: potrebbe dare frutti l'anno prossimo; se no, allora puoi tagliarlo".

Riflessione sull'incisione

Nella nostra lettura del Vangelo di oggi, ascoltiamo la storia di un albero di fico che sembra morto, situato in una vigna. L'albero non ha dato frutti per tre anni consecutivi. È abbastanza comprensibile che il proprietario del vigneto voglia tagliarlo, poiché sta semplicemente occupando spazio prezioso che potrebbe essere utilizzato per altre viti. Tuttavia, l'uomo che si occupa del vigneto dice di essere paziente. Vede ancora il potenziale nell'albero morto e spera che un giorno possa dare ancora frutti. Ha una visione più generosa, più positiva del fico. La parabola ci dice che questo è il modo in cui Dio ci guarda, vedendo il potenziale in noi anche quando possiamo essere decaduti o allontanati da Lui. La parabola ci spinge anche a guardare le persone in questo modo: non possiamo mai rinunciare alle persone. Anche se possiamo sentire che qualcuno è "una causa persa", ci viene chiesto di essere ancora fiduciosi per quello che quella persona può essere capace di fare in futuro. Sono richiesti cuori generosi, anche quando a prima vista le cose possono sembrare perse. 

Come il lavoratore nella vigna, dobbiamo essere fiduciosi, positivi, pazienti e contenti di aspettare. Sotto la superficie poco promettente, ci possono essere deboli segni di crescita e di vita... se apriamo gli occhi. Questo è ciò che vide il lavoratore della vigna, raffigurato sulla sinistra della nostra incisione olandese di Jan Luyken del 1712. Non ha in mano una sega o un'ascia per abbattere l'albero. Indica semplicemente le radici dell'albero di fico. Il proprietario terriero raffigurato sulla destra dell'incisione ascolta attentamente il suo lavoratore. 

Questa parabola ci dice come Gesù ci guarda: Lui crede nel nostro potenziale di crescere e portare frutto. Anche quando possiamo sembrare morti dentro, Lui crede nella nostra capacità di fiorire. È riluttante a rinunciare a noi!

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Abbonarsi
Notifica di
8 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Gioia LEWANDOWSKA
Membro
Gioia LEWANDOWSKA(@flippineck)
6 months ago

Mi piace la storia originale dell'umile giardiniere che dice al proprietario cosa doveva essere fatto nel campo del giardinaggio e il proprietario che ascolta e riconosce che il giardiniere conosce il meglio. Anche nei tempi moderni i capi giardinieri come Joseph Paxton nel Regno Unito avevano grande libertà di dire ai loro datori di lavoro nella nobiltà cosa doveva essere fatto e lo facevano. Così tante storie bibliche basate sulla natura e l'educazione.

Emma Lane
Membro
Emma Lane(@emma5boys)
6 months ago

Ciao Patrick una signora che ho incontrato alle nostre riunioni sinodali parrocchiali mi ha raccomandato il tuo sito web. Che scoperta! L'ho raccomandato a tutti e sono sempre impaziente di vedere quale opera d'arte hai scelto e di leggere il vangelo quotidiano. Le sue parole di saggezza sono succinte e mi preparano per la giornata. Il nuovo sito web è ancora meglio. E amici seguaci, adoro leggere i vostri commenti.
Grazie mille.

Patrick Van der Vorst
Admin
Patrick Van der Vorst(@patrick)
6 months ago
Rispondi a  Emma Lane

Grazie mille Emma. Mi fa piacere sapere che ti piace il sito. Tutti i miei saluti, Patrick

Clare Walton
Membro
Clare Walton(@gran-di-14)
6 months ago

Grazie - un altro promemoria per non "rinunciare" a qualcuno per cui abbiamo pregato. Mi piace che il lavoratore indichi le radici e che il proprietario ascolti.

Patrick Van der Vorst
Admin
Patrick Van der Vorst(@patrick)
6 months ago
Rispondi a  Clare Walton

Grazie Clare 👍

Heather Swaine
Membro
Heather Swaine(@heather-swaine)
5 mesi fa
Rispondi a  Clare Walton

Sì, ma può essere così difficile. Sono contento che l'albero abbia un altro anno e l'aiuto del giardiniere.

Maria Obodo
Membro
Maria Obodo(@mary)
6 months ago

Questo è quello che avevo bisogno di sentire questa mattina. Non tutto è perduto e non lo sarà mai.

Patrick Van der Vorst
Admin
Patrick Van der Vorst(@patrick)
6 months ago
Rispondi a  Maria Obodo

Amen 🙏

Letture relative a Luca 13:1-9

24 ottobre 2020

Luca 13:1-9

Lascia il fico un anno in più

21 agosto 2022

Luca 13:22-30

Fate del vostro meglio per entrare dalla porta stretta

23 ottobre 2021

Luca 13:1-9

I Galilei, il cui sangue Pilato aveva mischiato con...

29 ottobre 2019

Luca 13, 18-21

Il regno dei cieli è come il lievito

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 40.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la riflessione artistica

Passa al contenuto