Cristo porta la croce,
Dipinto da Sir Stanley Spencer (1891-1959),
Dipinto nel 1920,
Olio su tela
© Tate Modern, Londra

Cristo porta la croce,
Dipinto da Sir Stanley Spencer (1891-1959),
Dipinto nel 1920,
Olio su tela
© Tate Modern, Londra

Vangelo del 4 settembre 2022

Chiunque non porti la propria croce e non mi segua non può essere mio discepolo

Luca 14:25-33

Grandi folle accompagnavano Gesù nel suo cammino ed egli si voltò e parlò loro. Se uno viene a me senza odiare il padre, la madre, la moglie, i figli, i fratelli, le sorelle, sì, e anche la propria vita, non può essere mio discepolo". Chiunque non porti la sua croce e non venga dietro a me non può essere mio discepolo..

Chi di voi, infatti, se volesse costruire una torre, non si metterebbe prima a tavolino a calcolare il costo per vedere se ne ha abbastanza per completarla? Altrimenti, se gettasse le fondamenta e poi si trovasse nell'impossibilità di terminare l'opera, gli astanti comincerebbero a prendersi gioco di lui dicendo: "Ecco un uomo che ha iniziato a costruire e non è riuscito a terminare". O ancora, quale re che marcia per la guerra contro un altro re non si siederebbe prima a valutare se con diecimila uomini può tenere testa all'altro che avanza contro di lui con ventimila? In caso contrario, mentre l'altro re era ancora lontano, avrebbe inviato dei messaggeri per chiedere la pace. Allo stesso modo, nessuno di voi può essere mio discepolo se non rinuncia a tutti i suoi beni".

Riflessione sulla pittura

Nella lettura del Vangelo di oggi, Gesù è piuttosto chiaro: "Chiunque non porti la sua croce e non mi segua non può essere mio discepolo". Il nostro artista, Stanley Spencer, ha dipinto un'interpretazione insolita di questa lettura. Raffigura una scena della fine della vita di Cristo che si svolge nella sua stessa città natale. Nel racconto biblico, Cristo porta la croce attraverso Gerusalemme, ma Spencer ambienta la scena nel villaggio inglese di Cookham. Spencer credeva che il sentimento religioso fosse presente negli ambienti e negli eventi quotidiani. Questo è infatti un modo molto toccante per far risuonare il messaggio cristiano nei tempi moderni. Il dipinto è stato in parte ispirato dall'osservazione di muratori che trasportavano scale in una strada di Cookham. Queste figure sono presenti nel dipinto, seguendo Cristo. La Vergine Maria è seduta accanto a una ringhiera in primo piano. La casa in mattoni è la casa di famiglia dell'artista.

Imboccare la strada che Dio ci chiama a percorrere significa prendere la nostra croce. Per alcuni può essere una croce molto grande su una strada dritta; per altri può essere una croce piccola, ma con strade molto tortuose. Gesù dichiara che essere suoi discepoli può comportare anche l'odio dei familiari. Il riferimento all'"odiare" non va preso alla lettera, ovviamente. Gesù usa un linguaggio volutamente provocatorio per dichiarare che essere suoi discepoli può richiedere a volte di andare contro anche agli amici più cari. Essere fedeli al Vangelo può significare trovarsi occasionalmente in contrasto con coloro che sono personalmente significativi per noi.

Quando Sir Stanley Spencer dipinse questa tela, incontrò molte resistenze. Era in contrasto con i suoi critici. Ma rimase fedele alla sua vocazione di artista e ritrasse ciò che pensava di dover fare. Ha perseverato. Aveva bisogno di forza e coraggio per fare ciò che faceva come artista. Allo stesso modo, Gesù ci chiama a mostrare forza e coraggio quando scolpiamo il cammino della nostra vita spirituale.

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Abbonarsi
Notifica di
2 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Charles Marriott
Membro
Charles Marriott(@chazbo)
23 giorni fa

Un grande artista britannico molto eccentrico. Una volta incontrò Stalin che gli chiese da dove venisse. Cookham, fu la risposta: "Ci sei mai stato?".

Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien(@marispiro)
23 giorni fa

Mi piace Stanley Spencer, un grande artista britannico che meriterebbe più consensi. Anche lui aveva le sue croci...
L'ultima parola del Vangelo di oggi mi ha colpito... i beni. Dobbiamo fare a meno di essi o almeno considerarli dispensabili. Certo, Gesù è venuto dai poveri: essi sono avvantaggiati nell'accogliere il suo messaggio, mentre io sono come il giovane ricco che se ne andò triste "perché era un uomo di grandi ricchezze".

Letture correlate a Luca 14:25-33

28 agosto 2022

Luca 14:1,7-14

Chiunque si umilia sarà esaltato

30 ottobre 2021

Luca 14:1,7-11

Chiunque si umilia sarà esaltato

29 ottobre 2021

Luca 14:1-6

Pregare con l'arte per la COP26

8 settembre 2019

Luca 14:25-33

Chi non porta la propria croce, non può essere ...

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 40.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la riflessione artistica

Passa al contenuto