Dives e Lazarus,
Fiammingo seguace di Jacobo Bassano (1510-1592),
Olio su tela,
XVII secolo
© Sotheby's Londra, 6 aprile 2022, lotto 19, venduto per 44.100 sterline

Dives e Lazarus,
Fiammingo seguace di Jacobo Bassano (1510-1592),
Olio su tela,
XVII secolo
© Sotheby's Londra, 6 aprile 2022, lotto 19, venduto per 44.100 sterline

Vangelo del 25 settembre 2022

Dives e Lazzaro

Luca 16:19-31

Gesù disse ai farisei: C'era un uomo ricco che vestiva di porpora e di lino finissimo e banchettava ogni giorno con magnificenza. E alla sua porta giaceva un povero chiamato Lazzaro, coperto di piaghe, che desiderava saziarsi con gli avanzi che cadevano dalla tavola del ricco. Anche i cani venivano a leccare le sue piaghe. Il povero morì e fu portato dagli angeli nel seno di Abramo. Anche il ricco morì e fu sepolto.

Nel suo tormento nell'Ade guardò in alto e vide Abramo molto lontano con Lazzaro in seno. Allora gridò: "Padre Abramo, abbi pietà di me e manda Lazzaro a intingere la punta del suo dito nell'acqua e a raffreddare la mia lingua, perché sono in agonia in queste fiamme". "Figlio mio", rispose Abramo "ricordati che durante la tua vita le cose buone sono venute per te, così come le cose cattive sono venute per Lazzaro. Ora lui è confortato qui mentre tu sei in agonia. Ma non è tutto: tra noi e voi è stato fissato un grande abisso, per impedire a chiunque, se lo volesse, di passare dalla nostra parte alla vostra, e per impedire qualsiasi passaggio dalla vostra parte alla nostra".

Il ricco rispose: "Padre, ti prego allora di mandare Lazzaro a casa di mio padre, poiché ho cinque fratelli, per avvertirli affinché non vengano anche loro in questo luogo di tormento". "Hanno Mosè e i profeti" disse Abramo "che li ascoltino". "Ah no, padre Abramo", disse il ricco "ma se qualcuno viene loro dai morti, si pentiranno". Allora Abramo gli disse: "Se non vogliono ascoltare né Mosè né i profeti, non si convinceranno nemmeno se qualcuno risorgerà dai morti"".

Riflessione sulla pittura

Come tutte le parabole di Gesù, anche quella di oggi di Dives e Lazzaro ci racconta una storia materiale per trasmettere una verità spirituale. Ci racconta di due persone che vivono l'una accanto all'altra, un uomo ricco nella sua grande casa e un uomo povero alla porta della casa. Coprono quasi lo stesso spazio sulla terra, eppure c'era un divario molto grande tra loro. Uno viveva in casa, l'altro fuori; uno era ricco, l'altro era povero; uno aveva tutto, l'altro cercava gli avanzi, ecc...

È una storia in cui siamo incoraggiati a prenderci cura gli uni degli altri, soprattutto quando abitiamo quasi nello stesso spazio fisico. Soprattutto nelle nostre grandi città siamo chiamati a prenderci cura gli uni degli altri, in particolare dei senzatetto. È facile isolarsi nel proprio piccolo mondo, ma questa parabola ci chiede di entrare nel mondo dell'altro!

La nostra opera d'arte è un dipinto fiammingo di Jacobo Bassano. Jacobo era il più famoso di una famiglia di pittori veneti di Bassano. Era specializzato nella pittura di scene realistiche ed espressive. Questa è un'interpretazione fiamminga dello stile di Bassano. In questa scena domestica c'è molto da guardare. I cani leccano le ferite del povero uomo. Il pittore guarda una tavola riccamente imbandita che espone i cibi più lussuosi. Nella metà sinistra del dipinto vediamo la cucina con tutti gli ingredienti e il personale necessario per produrre il cibo squisito. Una sola scena ma tre mondi diversi: il ricco, il povero e le cucine. Gesù ci invita a varcare la soglia del mondo dell'altro, di chi è molto diverso da noi, per diventare più generosi e tolleranti verso l'altro.

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Subscribe
Notify of
5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Colin McNeill
Membro
Colin McNeill(@colin-mcneill)
2 mesi fa

In questa lettura si potrebbe vedere il povero che guarda attraverso la finestra di un ristorante, e desidera solo che qualcuno lo veda...

Eppure nessuno lo fa. Forse perché non possono farlo, perché sono in cucina e quindi fuori dalla vista...

Eppure, alla fine Abramo ha sottolineato la cecità del ricco... La cecità nei confronti di ciò che era proprio davanti a lui, mi chiedo se il personale conosca quest'uomo e cerchi di nascondere il cibo per lui...?

marleen de vlieghere
Membro
marleen de vlieghere(@marleen)
2 mesi fa

dives significa "ricco" in latino?

Michael Trudeau
Membro
Michael Trudeau(@michaeltrudeau)
2 mesi fa

Grazie.

Michael Trudeau
Membro
Michael Trudeau(@michaeltrudeau)
2 mesi fa

L'artista fiammingo ha creato un insieme di contrasti sorprendenti, persino il gatto aveva più da mangiare del povero Lazzaro.

Michael Trudeau
Membro
Michael Trudeau(@michaeltrudeau)
2 mesi fa
Rispondi a  Michael Trudeau

A proposito, da dove viene il nome "Dives"? Non è presente nella narrazione?

Letture relative a Luca 16:19-31

8 novembre 2019

Luca 16: 1-8

La parabola del servo disonesto

6 novembre 2021

Luca 16:9-15

Non puoi essere schiavo sia di Dio che del denaro

6 novembre 2020

Luca 16:1-8

C'era un uomo ricco e aveva un amministratore...

29 settembre 2019

Luca 16: 19-31

Parabola di Lazzaro e Dives

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 40.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la riflessione artistica

Skip to content