La Madonna si congeda da Cristo,
Dipinto da Piotr Stachiewicz (1858-1938),
Dipinto nel 1894,
Olio su legno
© Museo Nazionale di Cracovia

La Madonna si congeda da Cristo,
Dipinto da Piotr Stachiewicz (1858-1938),
Dipinto nel 1894,
Olio su legno
© Museo Nazionale di Cracovia

Vangelo del 25 giugno 2022

Il Cuore Immacolato di Maria

Luca 2:41-51

Ogni anno i genitori di Gesù andavano a Gerusalemme per la festa della Pasqua. Quando lui aveva dodici anni, andarono su per la festa come al solito. Quando stavano tornando a casa dopo la festa, il ragazzo Gesù rimase a Gerusalemme senza che i suoi genitori lo sapessero. Essi pensarono che fosse con la carovana, e solo dopo un giorno di viaggio andarono a cercarlo tra i loro parenti e conoscenti. Quando non lo trovarono, tornarono a Gerusalemme e lo cercarono ovunque.

Tre giorni dopo, lo trovarono nel Tempio, seduto in mezzo ai dottori, ad ascoltarli e a fare loro domande; tutti quelli che lo ascoltavano erano stupiti della sua intelligenza e delle sue risposte. Quando lo videro, rimasero sconvolti e sua madre gli disse: "Figlio mio, perché ci hai fatto questo? Vedi come ci siamo preoccupati io e tuo padre per cercarti".

Perché mi cercavate?' rispose. Non sapevate che dovevo occuparmi degli affari di mio padre? Ma essi non capirono cosa volesse dire.

Poi scese con loro e venne a Nazareth e visse sotto la loro autorità. Sua madre serbava tutte queste cose nel suo cuore.

Riflessione sulla pittura

La Chiesa cattolica celebra la memoria del Cuore Immacolato di Maria il giorno successivo alla solennità del Sacro Cuore di Gesù. Definiamo sacro il cuore di Gesù, perché il suo cuore rivela il cuore di Dio, un cuore di puro amore. Descriviamo il cuore di Maria come Immacolato, perché il suo cuore è puro e si è donato con amore totale a suo Figlio, accettando la missione del Padre.

Maria ha dato il suo cuore completamente a suo Figlio. Quando diamo il nostro cuore a qualcuno, questo ci completa ma ci rende anche vulnerabili. Quando la persona che amiamo è turbata, o ferita, o soffre o lascia questi lidi terreni, anche noi siamo feriti e turbati. La lettura del Vangelo di oggi descrive come Maria abbia sofferto quando ha perso Gesù per tre giorni.... e quanta altra sofferenza sarebbe arrivata, per aver dato il suo cuore completamente a suo figlio.

Il nostro dipinto dell'artista polacco Piotr Stachiewicz, realizzato nel 1894, raffigura Maria che si congeda dal Figlio. Ella tiene Gesù vicino al suo cuore immacolato. Gli accarezza la testa e lui le bacia la mano destra, riconoscente per tutto ciò che ha fatto. Il bastone da passeggio e la borraccia sono pronti per essere raccolti e Gesù è in cammino. Sebbene questa scena non sia descritta in alcun passo biblico, raffigura Gesù prima di partire per il suo ultimo viaggio verso Gerusalemme, che sa che lo porterà alla passione e alla morte. San Giuseppe è in piedi, silenzioso e discreto, sullo sfondo. Questo dipinto illustra con tenerezza come Maria, donando il suo cuore immacolato al Padre e al Figlio, avrebbe sopportato tutte le sofferenze a venire... con grazia e amore.

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Obiettivo del donatore
Stabilite come obiettivo il numero totale di donatori.
2 Commenti
Si desidera visualizzare un messaggio personalizzato quando l'obiettivo viene chiuso?
Grazie a tutti i nostri donatori, abbiamo raggiunto il nostro obiettivo di raccolta fondi.
Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien(@marispiro)
5 mesi fa

Adoro questo quadro e anche se, come dici tu Patrick, non è descritto nei vangeli, tuttavia deve essere successo.
La mia maestra alle elementari era Madre Maria Immacolata; era un'assoluta tartara durante la mia infanzia, ma una grande amica in età adulta quando mi fece entrare nella SVP! Era esilarante, ma con una fede di base di 100%. RIP Madre Maria. Dobbiamo molto ai nostri fondatori nella fede...

Jo Siedlecka
Membro
Jo Siedlecka(@jo-siedlecka)
5 mesi fa

Bello

Letture relative a Luca 2:41-51

26 dicembre 2021

Luca 2:41-52

La festa della Sacra Famiglia

30 dicembre 2019

Luca 2:36-40

C'era una profetessa, Anna

15 settembre 2022

Luca 2:33-35

Nostra Signora dei Dolori

27 dicembre 2020

Luca 2:22-40

Simeone prese in braccio Gesù

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 40.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la riflessione artistica