Il cieco che guida il cieco,
Dipinto da Pieter Brueghel il Vecchio (1529-1569),
Olio su tela,
Dipinto nel 1568
© Museo di Capodimonte, Napoli, Italia

Il cieco che guida il cieco,
Dipinto da Pieter Brueghel il Vecchio (1529-1569),
Olio su tela,
Dipinto nel 1568
© Museo di Capodimonte, Napoli, Italia

Vangelo del 13 settembre 2019

Il cieco che guida il cieco

Luca 6: 39-42

Gesù raccontò una parabola ai discepoli: 'Può un cieco guidarne un altro? Sicuramente entrambi cadranno in un pozzo? Il discepolo non è superiore al suo maestro; il discepolo pienamente formato sarà sempre come il suo maestro. Perché osservi la scheggia nell'occhio di tuo fratello e non noti mai la tavola nel tuo? Come puoi dire a tuo fratello: "Fratello, lascia che ti tolga la scheggia che hai nell'occhio", quando non riesci a vedere la trave nel tuo? Ipocrita! Togli prima la trave dal tuo occhio, e poi vedrai abbastanza chiaramente per togliere la scheggia che è nell'occhio di tuo fratello".

Riflessione sulla pittura su rame

Nella lettura del Vangelo di oggi, Gesù ci dice che abbiamo tutti bisogno di una guida, perché siamo spiritualmente ciechi. Nelle immagini che Gesù usa oggi, abbiamo un avvertimento per due gruppi di persone. In primo luogo, c'è un avvertimento per coloro che stanno seguendo una guida. Poi, c'è anche un avvertimento per coloro che stanno pensando di porsi come guide... Guardiamo brevemente ognuno di questi gruppi.

In primo luogo, Gesù ci sta insegnando a stare attenti a chi seguiamo. Se scegliamo una guida cieca, cadremo entrambi nel fosso, come illustrato nel nostro dipinto di oggi. Nel nostro mondo, ci sono molte cattive guide che potremmo seguire. Pensa alla cultura delle celebrità o anche al clima politico. Quando Gesù avvertì i suoi discepoli del pericolo di seguire i ciechi, aveva in mente soprattutto i farisei. I farisei si vantavano di essere esperti nelle Scritture e quindi si sentivano qualificati per dire agli altri come vivere la loro vita. In tante occasioni, Gesù disse però che erano ciechi. Egli vide nei loro cuori che si preoccupavano principalmente di osservare le regole e le leggi fatte dall'uomo, concentrandosi sull'aspetto esteriore, piuttosto che concentrarsi sulla loro vita interiore trascurando l'amore, la compassione e la giustizia sociale.

Poi, il nostro buon Dio mette in guardia quelli di noi che si propongono come guide, quelli che pensano di essere istruttori, insegnanti o semplicemente quelli di noi che vogliono dire alle persone quale strada devono seguire. Gesù ci avverte che se i nostri occhi non sono stati aperti ad un risveglio spirituale andando a messa, pregando e passando del tempo con Dio, non dovremmo nemmeno provare a guidare qualcun altro. L'UNICO modo in cui possiamo essere qualificati per guidare gli altri è seguire da vicino Cristo e rimanere alla Sua presenza.

Il nostro dipinto di oggi è una rappresentazione letterale della parabola dei ciechi. Ogni figura ha una diversa afflizione agli occhi, proprio come tutti noi siamo ciechi in tanti modi diversi. Gli uomini si tengono l'un l'altro per essere guidati. Ma il leader del gruppo è già caduto in un fosso e, poiché sono tutti legati insieme, sta trascinando tutti gli altri giù con lui.

Una volta eravamo in questa condizione di cecità spirituale, ma Dio ha avuto misericordia di noi e ha fatto risplendere la luce nei nostri cuori affinché potessimo vedere la bellezza del nostro Signore Gesù Cristo. Questa luce viene a splendere nei nostri cuori attraverso la predicazione del vangelo. Se dobbiamo essere guide per gli altri e non trascinare le persone in un fosso, allora dobbiamo avere una chiara visione di dove stiamo andando... Cerchiamo di essere laboriosi, ben letti, impegnati, con una chiara concentrazione, per condurre gli altri lungo la stretta strada che porta alla Vita Eterna...

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Subscribe
Notify of
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Letture relative a Luca 6: 39-42

10 settembre 2019

Luca 6: 12-19

Gesù scelse i dodici apostoli

28 ottobre 2022

Luca 6: 12-19

Gesù sceglie i dodici apostoli

10 settembre 2022

Luca 6:43-49

Chi mi ascolta costruisce la sua casa su una roccia

9 marzo 2020

Luca 6:36-38

Sii compassionevole come il Padre tuo è compassionevole

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 40.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la riflessione artistica

Skip to content