Cristo nel deserto,
Dipinto da Ivan Kramskoi (1837-1887),
Olio su tela,
Dipinto nel 1872
© Galleria Tretyakov, Mosca

Cristo nel deserto,
Dipinto da Ivan Kramskoi (1837-1887),
Olio su tela,
Dipinto nel 1872
© Galleria Tretyakov, Mosca

Vangelo del 15 gennaio 2020

Molto prima dell'alba si alzò per pregare

Marco 1:29-39

Uscendo dalla sinagoga, Gesù andò con Giacomo e Giovanni direttamente a casa di Simone e Andrea. Ora la suocera di Simone si era messa a letto con la febbre, e gliene parlarono subito. Egli andò da lei, la prese per mano e la aiutò ad alzarsi. E la febbre la lasciò ed ella cominciò a servirli.

Quella sera, dopo il tramonto, portarono da lui tutti i malati e coloro che erano posseduti dai demoni. Tutta la città si accalcò intorno alla porta, ed egli guarì molti che soffrivano di malattie di un tipo o di un altro; scacciò anche molti demoni, ma non permise loro di parlare, perché sapevano chi era.

La mattina, molto prima dell'alba, si alzò e lasciò la casa, andò in un luogo solitario e pregò lì. Simone e i suoi compagni si misero a cercarlo e quando lo trovarono dissero: "Tutti ti cercano". Egli rispose: "Andiamo altrove, nelle città di campagna vicine, così che io possa predicare anche lì, perché è per questo che sono venuto". E andò per tutta la Galilea, predicando nelle loro sinagoghe e scacciando i demoni.

Riflessione sulla pittura

La lettura del Vangelo di oggi ci dice molto sul modo in cui Gesù svolgeva il suo ministero. I discepoli dicono a Gesù: ''Tutti ti stanno cercando'. Con una lunga fila di persone che aspettano fuori per essere guarite, cosa fa Gesù? Vuole andare avanti in un altro luogo. Predica, guarisce e va avanti. Predica, guarisce e va avanti, ancora e ancora... Gesù dimostra così che non possiamo fare tutto quando aiutiamo a diffondere la sua parola. Non possiamo raggiungere tutti. O anche se raggiungessimo tutti, non tutti ascolterebbero. Quindi dobbiamo continuare a muoverci e andare dove lo Spirito ci manda, anche se questo significa che le persone saranno ancora nel bisogno nel posto che hai lasciato...

L'altra frase che spicca èLa mattina, molto prima dell'alba, si alzò, uscì di casa e andò in un luogo solitario e pregò lì'. Gesù voleva partire molto presto, per evitare la folla e avere tempo per pregare. Più e più volte nei Vangeli sentiamo parlare di Gesù che se ne va per trascorrere del tempo da solo con suo Padre in preghiera. Gesù nutriva la sua connessione spirituale con il suo Padre Celeste e curava attentamente la sua vita di preghiera. Se Gesù poteva trovare il tempo per prendersi cura della sua vita spirituale, quanto più noi possiamo trovare il tempo...

Il nostro dipinto mostra Gesù che prega, dopo essersi allontanato dai villaggi. Ivan Kramskoy lo dipinse nel 1872 e usò principalmente colori freddi per riflettere l'alba fredda del primo mattino sullo sfondo. La figura pensierosa di Cristo indossa un mantello scuro e una tunica rossa sotto, simbolo della sua passione che stava per arrivare. Il dipinto enfatizza la natura umana di Gesù e presenta la sua mente in azione, tra le esigenze fisiche del suo ministero. Questo non è un Cristo eroico e vittorioso. È ritratto come un Cristo umile, semplice, umano, con un'espressione facciale stanca... ma tuttavia la sua testa contro il cielo morbido e sopra la terra rocciosa, rivela già la sua vera maestà e forza...

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Abbonarsi
Notifica di
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

Letture relative a Marco 1:29-39

11 gennaio 2021

Marco 1:14-20

Vi farò diventare pescatori di uomini

12 gennaio 2022

Marco 1:29-39

Se ne andò in un luogo solitario e pregò lì.

13 gennaio 2021

Marco 1:29-39

Gesù andò in un luogo solitario e pregò

13 gennaio 2020

Marco 1:14-20

Seguitemi e vi farò diventare pescatori di uomini

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 40.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la riflessione artistica