Amanti mal assortiti,
Pittura di Quentin Masseys (1466-1530),
Dipinto nel 1520 circa,
Olio su pannello
© La Galleria Nazionale d'Arte, Washington

Amanti mal assortiti,
Pittura di Quentin Masseys (1466-1530),
Dipinto nel 1520 circa,
Olio su pannello
© La Galleria Nazionale d'Arte, Washington

Vangelo del 24 maggio 2024

È contro la legge che un uomo divorzi dalla moglie?

Marco 10:1-12

Gesù venne nella regione della Giudea e oltre il Giordano. Di nuovo le folle si radunarono intorno a lui ed egli insegnò loro, come era sua abitudine. Alcuni farisei gli si avvicinarono e gli chiesero : "È contro la legge che un uomo divorzi dalla moglie?". Volevano metterlo alla prova. Egli rispose loro: "Che cosa vi ha comandato Mosè?" "Mosè ci ha permesso" dissero "di redigere un atto di ripudio e quindi di divorziare". Allora Gesù disse loro: "È perché eravate troppo rozzi che ha scritto questo comandamento per voi. Ma fin dall'inizio della creazione Dio li ha fatti maschio e femmina. Per questo l'uomo deve lasciare il padre e la madre e i due diventano un corpo solo. Non sono più due, quindi, ma un corpo solo. Quindi, ciò che Dio ha unito, l'uomo non deve dividerlo". Tornati a casa, i discepoli lo interrogarono di nuovo su questo argomento ed egli disse loro: "L'uomo che divorzia da sua moglie e ne sposa un'altra è colpevole di adulterio nei suoi confronti. E se una donna divorzia dal marito e ne sposa un altro, è anch'essa colpevole di adulterio".

Riflessione sulla pittura

Riflettendo sul brano evangelico di oggi, ci viene in mente il viaggio di Gesù verso Gerusalemme, dove lo attende il peso della croce. Lungo il cammino, continua a insegnare e, ancora una volta, i farisei cercano di metterlo alla prova. Il loro approccio alla domanda è eloquente: invece di cercare la saggezza sul matrimonio, si interrogano sulla legalità del divorzio. La loro domanda non è volta a comprendere la santità del matrimonio, ma piuttosto a sfruttare le scappatoie legali. Sono più preoccupati dei loro diritti che delle responsabilità inerenti al matrimonio.

Per un'opera d'arte più spensierata, oggi, passiamo al film di Quentin Massys "Amanti mal assortiti" , dipinto intorno al 1520. Questa tavola ritrae due amanti. Nella scena, un uomo anziano si trova affascinato da una donna molto più giovane. Questo motivo di coppie male assortite affonda le sue radici nella letteratura antica, risalendo a Plauto, poeta comico romano del III secolo a.C., che metteva in guardia dagli uomini più anziani che inseguono donne più giovani. È diventato un tema popolare nella letteratura e nell'arte europea all'inizio del XVI secolo. Il dipinto di Massys illustra con umorismo la follia che può accompagnare gli inseguimenti romantici in età avanzata. A rendere ancora più divertente il quadro c'è uno sciocco sullo sfondo, che contribuisce alla disgrazia finanziaria del vecchio, rubandogli il borsellino con i soldi. In realtà il vecchio lo sta quasi regalando, tanto è distratto dall'amore (o meglio, dalla lussuria). La presenza di un mazzo di carte in primo piano suggerisce anche un ulteriore comportamento di gioco moralmente discutibile.

Mentre il nostro dipinto offre una visione umoristica, la lettura del Vangelo di Marco di oggi è seria. Qui Gesù affronta la sacralità del matrimonio, raffigurandolo come un riflesso della relazione di Dio con l'umanità. Egli sottolinea l'importanza dell'unità, dell'amore, dell'intimità e della fedeltà all'interno del matrimonio, in netto contrasto con la scena raffigurata nel dipinto. Gesù invita a un impegno profondo che trascende i nostri desideri transitori, esortandoci a custodire e onorare il sacro vincolo del matrimonio.

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Subscribe
Notify of
33 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Enrique Rodolfo Ansaldi
Membro
Enrique Rodolfo Ansaldi
1 mese fa

La sua proposta, P. Patrick, una volta di più ci amplia la visuale dandoci una lezione di Dios: andare oltre le prime sensazioni. Il matrimonio deve nascere da un cuore che giura fedeltà amorosa per sempre, mentre quello legale è solo un dato di convivenza con la Chiesa e con la società civile.

Michele Jahncke
Membro
Michele Jahncke
1 mese fa

È un dipinto difficile da digerire. Essendo stato più volte alla National Gallery of Art, immagino che avrei superato rapidamente la grottesca bellezza di questo quadro per passare a qualcosa di più bello da contemplare. Per quanto sia difficile da guardare, riesce certamente a trasmettere il suo messaggio.

Penso che questi versetti, presi da soli, abbiano purtroppo tenuto le persone in matrimoni abusati troppo a lungo. Nessuno dovrebbe leggerli senza considerare il carattere e le parole di Yahweh e Cristo Gesù nel loro insieme. Cito: "In particolare il Signore disse: "Quello che Dio ha congiunto, l'uomo non lo separi". [Molti interpretano questo fatto nel senso che i credenti non dovrebbero mai divorziare, nemmeno per una ragione. Non è quello che Gesù sta dicendo qui.... La direttiva di Gesù è che nessuno - sia all'interno che all'esterno del matrimonio - deve fare qualcosa che possa strappare la fibra dell'unità di una coppia sposata.... Questo non significa che non sia possibile o che non possa essere distrutta dall'interno". - Cindy Burrell

Penso che sia nell'Antico che nel Nuovo Testamento il nostro Dio abbia protetto i deboli e gli abietti e probabilmente non gradisce che le sue parole vengano usate per tenere qualcuno in schiavitù in un matrimonio che può distruggerlo fisicamente o mentalmente.

Tre motivi di divorzio:

~Adulterio (in Dt 24,1, affermato da Gesù in Mt 19)

~Trascuratezza emotiva e fisica (in Es 21:10-11, affermato da Paolo in 1 Cor 7)

~Abbandono e abuso (inclusi nella negligenza, come affermato in 1 Cor 7)

Ruth Dipple
Membro
Ruth Dipple
1 mese fa

La lingua del folle che spunta sottolinea quanto sia rivoltante questa relazione/transazione, una parodia della relazione tra uomo e donna che è stata ordinata da Dio. E suppongo che questa giusta relazione sia ciò che Gesù sta sottolineando nel brano evangelico

Letture correlate a Marco 10:1-12

30 maggio 2023

Marco 10:28-31

E noi?

25 febbraio 2022

Marco 10:1-12

È contro la legge che un uomo divorzi dal suo ...

29 maggio 2024

Marco 10:32-45

Giacomo e Giovanni si avvicinarono a Gesù

17 ottobre 2021

Marco 10:35-45

Giacomo e Giovanni chiesero: "Permetteteci di sedere al vostro...

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 70.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la nostra riflessione sull'arte.

Skip to content