La conversione di San Paolo,
Pittura di Karel Dujardin (1626-1678),
Dipinto nel 1662,
Olio su tela
© Galleria Nazionale, Londra

La conversione di San Paolo,
Pittura di Karel Dujardin (1626-1678),
Dipinto nel 1662,
Olio su tela
© Galleria Nazionale, Londra

Vangelo del 25 gennaio 2023

Festa della Conversione di San Paolo

Marco 16:15-18

Gesù si mostrò agli Undici e disse loro:

"Andate in tutto il mondo e proclamate la buona novella a tutte le creature. Chi crede ed è battezzato sarà salvo; chi non crede sarà condannato. Questi sono i segni che saranno associati ai credenti: nel mio nome scacceranno i demoni; avranno il dono delle lingue; prenderanno in mano dei serpenti e resteranno illesi se berranno del veleno mortale; imporranno le mani ai malati, che guariranno".

Riflessione sulla pittura

Il nostro grande dipinto di Karel Dujardin raffigura la drammatica scena di San Paolo al momento della sua conversione al cristianesimo. Egli aveva perseguitato i cristiani a Gerusalemme, ma sulla via di Damasco fu colpito da una visione di Cristo, che gli chiese perché perseguitasse i cristiani. Paolo fu accecato da una forte luce che possiamo vedere scendere dall'angolo in alto a sinistra. Anche se le Scritture non ci dicono che San Paolo fosse a cavallo, il modo preferito dagli artisti per rappresentare la conversione è quello di mostrare San Paolo che cade da cavallo.

Dujardin ha catturato il momento di terrore quando i cieli si sono aperti e la luce del cielo si è rivelata. Il cavallo di Paul rotola a terra, portandolo con sé. Non vediamo il volto di Paul. Il piccolo cherubino nei cieli tiene in mano una torcia di fuoco ma anche un ramo d'ulivo, simbolo di pace, che addolcisce il messaggio che ha gettato nel panico la gente di sotto. Il movimento in questo dipinto è potente. Anche gli alberi sullo sfondo sono stati scossi dagli eventi.

Forse più di ogni altro membro della Chiesa primitiva, San Paolo ha risposto alla chiamata di Gesù nella lettura del Vangelo di oggi: ': "Andate in tutto il mondo; proclamate la Buona Novella a tutte le creature'. Era il grande apostolo delle genti, del mondo intero, ben oltre la terra d'Israele. Ma era un candidato improbabile per questo ruolo. Dal momento della sua conversione, raffigurata nel nostro dipinto, Paolo arrivò a vedere tutta la realtà in quella luce che scendeva dal cielo. C.S. Lewis scrisse una volta:Credo nel cristianesimo come credo che il sole sia sorto, non solo perché lo vedo, ma perché grazie ad esso vedo tutto il resto.Paolo ha visto quella luce e ci invita a illuminare anche la nostra vita con la luce celeste, per vedere chiaramente le cose intorno a noi.

Vi auguriamo una buona festa della Conversione di San Paolo.

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Subscribe
Notify of
6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Maria Jose Beriain
Membro
Maria Jose Beriain
1 anno fa

Precioso cuadro...
Credo nel cristianesimo come credo che sia salito il sole, non solo perché lo vedo, ma anche perché per lui vedo tutto il resto...".
Mi piace questa riflessione... di Lewis...

Andy Bocanegra
Membro
Andy Bocanegra
1 anno fa

Mi stupisce sempre la conversione di San Paolo, che fu complice della lapidazione di Santo Stefano eppure divenne la voce principale della diffusione del Vangelo ai gentili. Nessuno è fuori dalla portata di Dio. Con Dio tutto è possibile.

Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien
1 anno fa

Incredibile, la conversione di Saulo in Paolo: un'inversione di rotta completa e dobbiamo sicuramente alla sua erudizione la diffusione della fede nel mondo intero. Oggi dobbiamo ringraziare il Signore per averlo mandato.
Era drammatico - e non c'è rappresentazione migliore del dramma di questo dipinto, nel vero stile barocco. Purtroppo non è esposto all'NG, ma al momento le cose sono in subbuglio...

Ultima modifica 1 anno fa da Patricia O'Brien
Chazbo M
Membro
Chazbo M
1 anno fa

Senza San Paolo il cristianesimo non sarebbe diventato una religione mondiale. Oggi le persone vengono colpite da Dio, ma di solito non in modo così drammatico.
Conoscevo una persona che non aveva una religione, che ha aperto il vecchio catechismo e ha visto "Chi mi ha fatto?" "Dio mi ha fatto". Questo lo colpì molto e lo portò sulla strada della fede.

Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien
1 anno fa
Rispondi a  Chazbo M

È davvero sorprendente. Deo Gratias.

spazio per la grazia
Membro
spazio per la grazia
1 anno fa

Che quadro selvaggio! Sono tante le cose che accadono, quindi grazie per aver sottolineato i dettagli Patrick, che forse mi erano sfuggiti. Paolo è il centro immobile, così come la nostra fede. Mi piace anche la citazione di Lewis, così vera.

Letture relative a Marco 16:15-18

6 aprile 2024

Marco 16:9-15

Sabato di Pasqua - Annunciate la Buona Novella a tutti...

25 aprile 2023

Marco 16:15-20

Festa di San Marco Evangelista

25 gennaio 2020

Marco 16:15-18

La conversione di San Paolo

2 novembre 2021

Marco 15:33-39,16:1-6

Tutte le Anime

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 70.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la nostra riflessione sull'arte.

Skip to content