Pietà,
Pittura di Andrew White (nato nel 1968),
Dipinto nel 2017,
Olio su tela
© Andrew White Artista

Pietà,
Pittura di Andrew White (nato nel 1968),
Dipinto nel 2017,
Olio su tela
© Andrew White Artista

Vangelo del 24 gennaio 2023

"Tua madre e i tuoi fratelli e sorelle sono fuori

Marco 3:31-35

La madre e i fratelli di Gesù arrivarono e, stando fuori, mandarono un messaggio chiedendo di lui. Una folla era seduta intorno a lui nel momento in cui gli fu trasmesso il messaggio,"Tua madre e i tuoi fratelli e sorelle sono fuori e chiedono di te". Egli rispose: "Chi sono mia madre e i miei fratelli?". E guardando quelli che sedevano in cerchio intorno a lui, disse: "Ecco mia madre e i miei fratelli. Chiunque faccia la volontà di Dio, è mio fratello, mia sorella e mia madre".

Riflessione sulla pittura

Il brano evangelico di oggi è una lettura piuttosto scomoda all'inizio. Sembra che Gesù stia in qualche modo ignorando la sua famiglia. Ma naturalmente non è così. La sua famiglia è descritta due volte in questo breve brano come "all'esterno". Sono infatti fisicamente fuori dall'edificio in cui si trovava Gesù. In questo senso sono "estranei". Ciò implica che coloro che sono seduti in cerchio con Gesù sono "dentro", gli addetti ai lavori. Il punto che Gesù sta facendo qui è semplicemente che essere "dentro" non è solo una questione di luogo o di discendenza, ma di relazione. Questa relazione si stabilisce seguendo e impegnandosi con Gesù. Essere cristiani significa entrare in una nuova famiglia, una famiglia più grande, in cui ognuno deve essere visto come un fratello o una sorella. L'"interno" è semplicemente chiunque segua Cristo e voglia fare la sua volontà.

Nel mondo dell'arte, nel corso degli anni, ho sentito spesso parlare di alcuni artisti come di "outsider". Il termine "outsider" nelle arti ha una connotazione sia positiva che negativa. In senso positivo può significare che l'artista ha una certa vena ribelle, un'avversione al mainstream, che viene poi celebrata. Ma in senso negativo, essere un outsider può anche significare che l'artista viene snobbato dalle gallerie mainstream, dai critici d'arte e dai collezionisti. Gli artisti outsider non fanno parte della cerchia ristretta, che a volte può essere elitaria.

Purtroppo molti degli artisti cristiani contemporanei sono degli outsider, nel senso che le gallerie o i musei main stream raramente espongono le loro opere. Un buon esempio è uno dei miei artisti cristiani contemporanei preferiti, Andrew White. Conosciuto nella cerchia ristretta degli artisti cristiani, non è necessariamente noto al mondo dell'arte contemporanea in generale. Un "outsider" per quel mondo, ma un "insider" per il mondo dell'arte cristiana. L'opera qui illustrata è una Pietà che ha dipinto nel 2017 e che ritengo sia piuttosto mozzafiato.

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Subscribe
Notify of
13 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Stephen Pigott
Membro
Stephen Pigott
1 anno fa

Tutti devono essere visti come fratelli o sorelle. Grazie Patrick, questo mi ha colpito molto; quanto sia facile non vedere le persone come tali. Sarebbe un mondo molto migliore se vedessi tutti in questo modo.

Andy Bocanegra
Membro
Andy Bocanegra
1 anno fa

Una bella immagine della Pietà oggi. Sebbene non si vedano cicatrici sul corpo di Cristo, noto due sottili striature di sangue sul palmo della mano che rendono il dipinto post mortem. L'artista presenta sul suo sito web alcune versioni diverse di questa illustrazione, utilizzando diversi supporti.

Ultima modifica 1 anno fa da Andy Bocanegra
Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien
1 anno fa

Sì, un'immagine molto tenera - mi piace molto. È strano che Caravaggio sia stato ignorato per secoli, ma ora è lodato (giustamente) e, come vediamo, ha avuto un'enorme influenza. Non credo che nessuno prima di lui abbia usato questa tecnica (il chiaroscuro).
La lettura di oggi - sì, Cristo ci include come appartenenti a lui - tanto quanto la sua stessa famiglia. Per inciso, se Gesù aveva dei fratelli, per me non ha alcuna importanza.

Giuseppe Boscia
Membro
Giuseppe Boscia
1 anno fa

Questo post, pur essendo bello ed espressivo, mi lascia incuriosito su ciò che sembra essere escluso. Perché non ci sono cicatrici sul corpo o sulle mani del Cristo? Le eleganti mani di Maria che abbracciano il corpo, sebbene si ipotizzi la morte, le vene e la struttura scheletrica implicano quasi un sonno, un riposo o uno stato di pace tra le braccia della madre.

marleen de vlieghere
Membro
marleen de vlieghere
1 anno fa

Un buon "outsider" in tutti i sensi. Mi piacciono le mani!

Antonio
Membro
Antonio
1 anno fa

Grazie al diacono Patrick per queste parole. La vita è piena di cerchi "interni" ed "esterni".
Credo che le persone siano artisti per natura. Circa 30 anni fa ho dipinto un Cristo risorto per l'esposizione pasquale nella nostra chiesa. Una signora si complimentò con me, poi mi disse di un suo parente: "ma
è un vero artista".
Il Signore non vuole estranei. Vuole tutti nel suo regno.

spazio per la grazia
Membro
spazio per la grazia
1 anno fa

Alcune Pietà mi lasciano indifferente, altre sono così intime da sembrare un'intrusione. Questa è una di quelle intime. È interessante che si lodino gli antichi maestri i cui dipinti erano spesso, a volte esclusivamente, religiosi, eppure oggi i soggetti religiosi non sono visti allo stesso modo. Anche gli antichi pittori non erano necessariamente religiosi, ma ambiziosi e sapevano come "adulare" i loro committenti. Non sta a noi giudicare queste cose. Prendiamo quello che prendiamo da loro. Oggi dobbiamo cercare, soprattutto nell'astratto, l'anima dell'artista e il modo in cui ci parla. Può essere una sfida, sono d'accordo, ma anche una chiamata all'impegno.
La lettura parla anche di intimità. Come ci sentiamo quando Gesù ci chiama suoi fratelli e sorelle? Anch'io vorrei allontanarmi a volte...

Chazbo M
Membro
Chazbo M
1 anno fa

La Pietà è un modo meravigliosamente emozionante di rappresentare il dolore. Il dolore della Madonna per la morte del suo amato figlio, anche se penso sempre che debba essere stato accompagnato dalla gioia di sapere che egli ha compiuto la sua missione terrena in modo così completo. I suoi insegnamenti sono a disposizione di tutti noi.
La Pietà di Michelangelo nella Basilica di San Pietro ha commosso le persone fino alle lacrime in molte occasioni.

Antonio
Membro
Antonio
1 anno fa
Rispondi a  Chazbo M

Sì, dolore e gioia. Mi sento triste per chi è in lutto, ma felice per chi è andato al Signore.

Adriana
Membro
Adriana
1 anno fa
Rispondi a  Chazbo M

Molto vero Charlie, questa è la meraviglia dell'arte, è un modo artistico per far provare emozioni alle persone.
Doppia opera d'arte oggi, grazie!!!

Letture relative a Marco 3:31-35

20 gennaio 2024

Marco 3:20-21

I parenti di Gesù erano convinti che fosse fuori di s...

22 gennaio 2024

Marco 3:22-30

Se un regno è diviso contro se stesso, quel ki...

19 gennaio 2022

Marco 3:1-6

L'uomo con la mano atrofizzata

23 gennaio 2024

Marco 3:31-35

Tua madre, i tuoi fratelli e le tue sorelle sono fuori

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 70.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la nostra riflessione sull'arte.

Skip to content