Mappa della Palestina ottomana nel 1851,
Mappe disegnate e incise da J. Rapkin, H. Warren, J. Rogers, J. & F. Tallis,
Pagina da The Illustrated Atlas, And Modern History Of The World Geographical, Political,
Commerciale e statistico
A cura di R. Montgomery Martin,
Pubblicato nel 1851

Mappa della Palestina ottomana nel 1851,
Mappe disegnate e incise da J. Rapkin, H. Warren, J. Rogers, J. & F. Tallis,
Pagina da The Illustrated Atlas, And Modern History Of The World Geographical, Political,
Commerciale e statistico
A cura di R. Montgomery Martin,
Pubblicato nel 1851

Vangelo del 23 gennaio 2020

Gesù viaggiò in Giudea, Gerusalemme, Idumea, Transgiordania...

Marco 3:7-12

Gesù si ritirò con i suoi discepoli sulla riva del lago, e grandi folle dalla Galilea lo seguirono. Dalla Giudea, Gerusalemme, Idumea, Transgiordania e la regione di Tiro e Sidone, Un gran numero di persone che avevano sentito parlare di tutto quello che stava facendo vennero da lui. E chiese ai suoi discepoli di preparare una barca per lui a causa della folla, per evitare che fosse schiacciato. Perché aveva guarito così tante persone che tutti coloro che erano afflitti in qualche modo si accalcavano per toccarlo. E gli spiriti impuri, ogni volta che lo vedevano, cadevano davanti a lui e gridavano: "Tu sei il Figlio di Dio! Ma egli li ammoniva vivamente di non farlo conoscere.

Riflessione sulla cartografia della Palestina

A volte tendiamo a dimenticare quanto Gesù abbia viaggiato per diffondere la Buona Novella. La breve lettura del Vangelo di oggi inizia dicendoci che Gesù viaggiò fino a Giudea, Gerusalemme, Idumea, Transgiordania e la regione di Tiro e Sidone. Questo è un sacco di viaggi! Guardando questa mappa della Palestina ottomana nel 1851, vediamo la maggior parte di questi luoghi sulla mappa. Ed è un'area piuttosto grande!

Sì, Gesù ha viaggiato molto. Non sappiamo esattamente tutti i luoghi in cui andò o quante miglia camminò, ma fu un territorio sostanziale quello che percorse durante i tre anni del suo ministero. La lettura di oggi ne è una buona testimonianza. Era ansioso di diffondere il messaggio ovunque intorno a Lui. Sì, la gente accorreva a lui per sentirlo parlare. Quindi avrebbe potuto facilmente trovare una base da qualche parte e lasciare che la gente venisse da lui. Ma no, voleva alzarsi, viaggiare, esplorare nuovi paesi, nuove città, nuove persone e far capire che era venuto per tutti. Questo è un punto importante anche per quando nella Chiesa primitiva sorgevano i primi dibattiti per risolvere la questione: Gesù è venuto solo per il popolo ebraico o anche per i non ebrei, i gentili? I viaggi di Gesù e la sua incessante marcia verso nuovi popoli dimostrano il punto che la fede cristiana era lì per tutti, non solo per il popolo ebraico.

La nostra immagine di oggi, una bella mappa, è un grande esempio di cartografia. La cartografia è l'arte e la scienza di fare mappe. Le più antiche mappe conosciute sono conservate su tavolette d'argilla babilonesi del 2300 a.C. circa. Mentre la cartografia era molto avanzata nell'antica Grecia, fu durante il periodo medievale che le mappe furono dominate da visioni religiose e i centri cristiani furono messi in evidenza. Con l'invenzione della stampa, le mappe furono molto più disponibili dall'inizio del XV secolo, e la forma d'arte ebbe un boom. L'interazione creativa tra la creazione di mappe e la fede cristiana è un'affascinante area di studio in sé.

Gesù ha viaggiato senza mappe, trovando la sua strada. Ora abbiamo Lui come la nostra mappa, la nostra bussola... per trovare la nostra strada verso la nostra destinazione finale...

Condividi questa lettura del Vangelo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email

**Devi essere loggato per lasciare commenti.

Letture relative a Marco 3:7-12

20 gennaio 2021

Marco 3:1-6

È contro la legge il giorno di sabato fare ...

21 gennaio 2022

Marco 3:13-19

Festa di Sant'Agnese

20 gennaio 2022

Marco 3:7-12

Festa di San Sebastiano

24 gennaio 2022

Marco 3:22-30

Se un regno è diviso contro se stesso, quel ki...

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 40.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la riflessione artistica

>