Il seminatore,
Scolpito da Sir William Hamo Thornycroft R.A. (1850-1925),
Scolpito nel 1889,
Bronzo patinato
© Arte cristiana oggi a Kew Gardens, Londra

Il seminatore,
Scolpito da Sir William Hamo Thornycroft R.A. (1850-1925),
Scolpito nel 1889,
Bronzo patinato
© Arte cristiana oggi a Kew Gardens, Londra

Vangelo del 29 gennaio 2020

Immaginate un seminatore che va a seminare

Marco 4:1-20

La madre e i fratelli di Gesù arrivarono e, stando fuori, mandarono un messaggio chiedendo di lui. Una folla era seduta intorno a lui quando gli fu passato il messaggio: "Tua madre e i tuoi fratelli e sorelle sono fuori a chiedere di te". Lui rispose: "Chi sono mia madre e i miei fratelli? E guardando quelli seduti in cerchio intorno a lui, disse: "Ecco mia madre e i miei fratelli. Chiunque faccia la volontà di Dio, quella persona è mio fratello, mia sorella e mia madre".

Riflessione sulla scultura di bronzo

Sir William Hamo Thornycroft era uno scultore inglese responsabile di alcune delle statue più note di Londra e fu uno dei membri più giovani della Royal Academy. Fu la figura principale di un movimento chiamato Nuova scultura,  che ha fornito una transizione tra gli stili neoclassici del XIX secolo e la sua successiva evoluzione modernista fin-de-siècle. La nostra scultura di oggi, fotografata a Kew Gardens, Londra, mostra una figura maschile che indossa una camicia larga, pantaloni e gambali, che cammina in avanti sulla terra appena arata, portando un cesto da cui getta il seme. È concentrato, avanza con forza e determinazione, per spargere i semi.

Quando si sceglie un'opera d'arte per la parabola del seminatore, la prima opera che viene in mente è spesso il Seminatore di Van Gogh. Nel corso della storia questa parabola è una delle preferite da molti artisti. Mi sono spesso chiesto perché? La Parabola del Seminatore è una storia vivida che illustra profonde verità sulla condizione dei nostri cuori e sulla nostra responsabilità di condividere il Vangelo il più spesso e ampiamente possibile. Credo che sia il fatto che questa parabola rivela il cuore di chi la ascolta, proprio come l'arte parla anche al cuore. Inoltre, proprio come l'opera d'arte deve raffigurare o rappresentare qualcosa, anche se astratta, le parabole rendono il concettuale un po' più concreto.

Proprio come gli artisti quando parlano della loro arte, Gesù non ha spiegato tutto nei minimi dettagli. Si aspettava che i suoi ascoltatori e i successivi lettori del Vangelo (noi) facessero parte del lavoro. Se Gesù avesse riempito tutti gli spazi vuoti per tutti, non sarebbe stato così toccante e rilevante. Proprio come quando guardiamo l'arte, le parabole sfidano gli ascoltatori e i lettori a fare il collegamento tra la storia e il suo contenuto. Verità. Il momento 'Ah sì, ora capisco' si verifica quando facciamo quella connessione! Lo stesso vale per l'arte, quando 'capisci' il quadro o l'opera d'arte, la bellezza si rivela!

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Abbonarsi
Notifica di
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

Letture relative a Marco 4:1-20

13 giugno 2021

Marco 4:26-34

L'arbusto emette grandi rami, in modo che la pianta...

29 gennaio 2021

Marco 4:26-34

Il Regno di Dio è come un seme di senape

27 gennaio 2022

Marco 4:21-25

Sicuramente metterai una lampada su un leggio?

1° febbraio 2020

Marco 4:35-41

Silenzio ora! State calmi!

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 40.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la riflessione artistica