La Terra Promessa,
Pittura di Joel Rea (nato nel 1983),
Dipinto nel 2018,
Olio su tela
© Joel Rea, tutti i diritti riservati

La Terra Promessa,
Pittura di Joel Rea (nato nel 1983),
Dipinto nel 2018,
Olio su tela
© Joel Rea, tutti i diritti riservati

Vangelo del 23 giugno 2024

Anche il vento e il mare gli obbediscono

Marco 4:35-41

Sul far della sera, Gesù disse ai suoi discepoli: "Passiamo all'altra riva". E, lasciata la folla, lo portarono nella barca, così com'era, e con lui c'erano altre barche. Allora cominciò a soffiare una tempesta e le onde si infrangevano sulla barca, tanto che questa era quasi sommersa. Ma lui era a poppa, con la testa sul cuscino, e dormiva. Lo svegliarono e gli dissero: "Maestro, non ti importa? Stiamo affondando!". Ed egli si svegliò, rimproverò il vento e disse al mare: "Calma, ora! State calmi!". Il vento calò e tutto fu di nuovo calmo. Poi disse loro: "Perché siete così spaventati? Come mai non avete fede?". Erano pieni di stupore e si dicevano l'un l'altro: "Chi può essere? Anche il vento e il mare gli obbediscono".

Riflessione sulla pittura

Qual è la peggiore tempesta che avete vissuto? Per alcuni questa potrebbe essere una domanda difficile, perché tutti abbiamo affrontato tempeste che hanno minacciato la nostra stabilità e sicurezza. Alcune tempeste sono più grandi di altre, ma tutte ci plasmano. La lettura del Vangelo di oggi ci ricorda che le tempeste non preoccupano Gesù. Noi ci preoccupiamo, ma con Gesù accanto a noi, forse dovremmo cercare di preoccuparci di meno. So che è più facile dirlo che farlo. I discepoli nella nostra lettura erano molto preoccupati in mezzo alla tempesta, ma Gesù non lo era.

In mezzo alle nostre tempeste personali, la lettura del Vangelo potrebbe inizialmente suggerire che Gesù è così calmo e addormentato che non si preoccupa o non agisce quando siamo in difficoltà. Potremmo persino non avvertire la sua presenza, perché è così tranquillo. Gesù si rende conto della tempesta in cui mi trovo? La lettura di oggi ci dice che Gesù ha il controllo sia quando dorme che quando è sveglio, e che è sempre presente per noi. Questo dovrebbe aiutarci a rilassarci nella nostra fede.

Questo senso di rilassamento nella nostra fede e di consapevolezza che Gesù è sempre con noi in mezzo a qualsiasi tempesta è splendidamente trasmesso nel nostro dipinto dell'artista australiano Joel Rea. Un uomo (un autoritratto dell'artista) disegna tranquillamente su un taccuino, di fronte a onde enormi e minacciose. La tempesta che lo attende non sembra turbare l'artista. C'è anche un ulteriore pericolo in primo piano, dove due squali nuotano vicino. Non sappiamo se le tigri siano una presenza minacciosa o abbiano fatto amicizia con l'uomo. Quest'opera iperrealista è dipinta in modo squisito. L'uomo nel dipinto è in pace, anche se le minacce lo circondano. È la stessa pace a cui Gesù ci invita oggi, sapendo che siamo amati da lui, indipendentemente da ciò che stiamo affrontando o da ciò che ci circonda.

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Subscribe
Notify of
50 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Steve Hecht
Membro
Steve Hecht
21 giorni fa

La Terra Promessa,
Pittura di Joel Rea (nato nel 1983),
Dipinto nel 2018,
Olio su tela
© Joel Rea, tutti i diritti riservati

A tutti:
Nostra figlia di 31 anni è morta in un tragico incidente stradale un anno fa, in questa data. Mentre lottavamo con la nostra perdita, la data del primo anniversario (23 giugno 2024) sembrava insopportabile. Abbiamo celebrato una messa per nostra figlia. Il nostro diacono ha tenuto un'omelia straordinaria sulla perdita e sulla paura. Chi toglie tutta l'angoscia? Gesù. Dopo la messa ho aperto la lettura e il dipinto forniti da Christian Art. Devo dire che 365 giorni di dolore, depressione, ansia, ecc. sono stati sollevati dal Signore e sostituiti da una gioia incredibile. Grazie Signore Gesù.

Questa sarà una foto che terrò nel cuore ❤️ .

Ti vogliamo bene Jessica.

Tuo padre (Steve)

Jamie Cardinal
Membro
Jamie Cardinal
22 giorni fa

Oh mio Dio........ che coincidenza!
Ieri sera (verso mezzanotte) un terribile temporale........ l'elettricità è stata danneggiata ed è mancata dall'una di ieri sera alle 11 di oggi!
Di solito non ho paura dei temporali letterali ...... ma quando manca l'elettricità mi preoccupo!
Comunque, ora è tutto perfetto....... l'elettricità è tornata! e il sole splende e tutto va bene nel mondo!
Ho imparato una lezione ...... che BTW imparo e poi dimentico con il passare del tempo........ quanto siano importanti l'elettricità e le comodità moderne.
Come posso essere ingrato..... così viziato dalla vita moderna..... Devo ricordare e non dimenticare come doveva essere senza i doni della vita moderna!
Ho bisogno dell'aria condizionata centralizzata...... nelle estati calde è insopportabile stare senza aria! .... Preferisco il freddo al caldo.....Suppongo che sia il canadese che è in me!

Ebbene, per qualche strana ragione (forse non così strana, considerando quanto siamo vicini a una guerra mondiale),
Ho pensato a "Fuoco e ghiaccio" di Robert Frost:

Fuoco e ghiaccio ... di Robert Frost
Alcuni dicono che il mondo finirà nel fuoco,
Alcuni dicono nel ghiaccio.
Da quello che ho assaggiato del desiderio
Sono d'accordo con coloro che sono favorevoli al fuoco.
Ma se dovesse morire due volte,
Credo di conoscere abbastanza l'odio
Per dire che per la distruzione del ghiaccio
È anche grande
E sarebbe sufficiente.

Ho allegato una recitazione di questa poesia da parte del grande oratore(!) Richard Burton.

Jamie Cardinal
Membro
Jamie Cardinal
22 giorni fa
Rispondi a  Jamie Cardinal
Jeanne M
Membro
Jeanne M
22 giorni fa
Rispondi a  Jamie Cardinal

Grazie, Jamie, adoro questa poesia e il grande Richard Burton, una voce come un velluto ruvido.

Jeanne M
Membro
Jeanne M
22 giorni fa

Mentre è in corso la finale di tennis al Queen's, ne approfitto per osservare più da vicino il dipinto di oggi.
Sembra ambientato nel freddo Artico o nell'Antartico. Ciuffi di ghiaccio vanno alla deriva, segnalando lo scioglimento dei ghiacci. Il pericolo si presenta sotto forma di squali o orche. Due tigri, di cui una rara bianca, simboleggiano la forza, la natura indomita, il potere e la signoria. Le tigri, a differenza della maggior parte dei felini, amano nuotare: sono appena arrivate da qualche parte? L'uomo è in pericolo? - Sembra di no. Il cigno è tutto ciò che è bello, puro, principesco, fedele - si accoppiano per tutta la vita - e simboleggia la trasformazione e il salvataggio, cfr. la leggenda del Cavaliere del Cigno. È comunemente usato nell'araldica. Il motivo per cui ha le ali spiegate non è affatto certo; può essere un segno di aggressività, o semplicemente una bella scrollata prima di posarsi. In ogni caso, così sembra più grande.
Tutte queste bellissime creature, sullo sfondo di un'imponente formazione rocciosa, con un'onda gigantesca pronta a travolgerle, e un uomo che cerca di registrarle, di dare un senso a tutto questo con carta e penna. Finora non c'è riuscito, come dimostrano i fogli scartati. Sopra di noi i gabbiani osservano la scena, sereni, distaccati, non coinvolti.
Se questa fosse l'onda che sta per abbattersi su di me, sarei terrorizzato come i discepoli.
Qualunque cosa accada, e la vita è sempre incerta, devo stare con l'Uomo a cui anche i venti e il mare obbediscono. Perciò aiutami Dio.

Elvira
Membro
Elvira
22 giorni fa
Rispondi a  Jeanne M

La tua descrizione di questa scena surreale e allegorica è così meravigliosa.... Grazie Noelle.
Essere al fianco di Gesù non ci esimerà dalle difficoltà, dalle tempeste e dalla paura, ma fidandoci di Lui riusciremo a galleggiare, a non affondare, a non sprofondare.

Jeanne M
Membro
Jeanne M
22 giorni fa
Rispondi a  Elvira

È il nostro "aiuto al galleggiamento", il nostro "dispositivo di galleggiamento" o, ricordando gli anni Cinquanta, le nostre "ali d'acqua".

Letture relative a Marco 4:35-41

27 gennaio 2024

Marco 4:35-41

Le onde si infrangevano sulla barca

13 giugno 2021

Marco 4:26-34

L'arbusto emette grandi rami, in modo che la pianta...

28 gennaio 2023

Marco 4:35-41

Anche il vento e il mare gli obbediscono

27 gennaio 2022

Marco 4:21-25

Sicuramente metterai una lampada su un leggio?

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 70.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la nostra riflessione sull'arte.

Skip to content