Preghiera prima del pasto,
Disegnato da Vincent van Gogh (1853-1890),
Dipinto nel 1882,
Disegno, matita, gesso nero, inchiostro, lumeggiato di bianco su carta
© Christian Art

Preghiera prima del pasto,
Disegnato da Vincent van Gogh (1853-1890),
Dipinto nel 1882,
Disegno, matita, gesso nero, inchiostro, lumeggiato di bianco su carta
© Christian Art

Vangelo del 6 febbraio 2021

Devi venire via in qualche posto solitario

Marco 6:30-34

Gli apostoli si riunirono a Gesù e gli raccontarono tutto quello che avevano fatto e insegnato. Allora egli disse loro:Devi venire via in qualche posto solitario Tutti da soli e riposatevi per un po'"; perché c'era così tanta gente che andava e veniva che gli apostoli non avevano tempo nemmeno per mangiare. Così se ne andarono su una barca in un luogo solitario dove potevano stare da soli. Ma la gente li vide andare, e molti potevano indovinare dove; e da ogni città tutti si affrettavano a piedi verso il luogo e lo raggiungevano prima di loro. Così, quando scese a terra, vide una grande folla; ebbe pietà di loro perché erano come pecore senza pastore, e si mise a insegnare loro a lungo.

Riflessione sul disegno

Se ne andarono in una barca in un luogo solitario dove potevano stare da soli". A volte abbiamo bisogno di ritirarci. Tra otto giorni avremo un ritiro silenzioso di una settimana in seminario. Per una settimana ci lasceremo alle spalle le attività quotidiane, gli studi e le distrazioni. Il ritiro serve a rinfrescarci, a rivitalizzarci, a ricaricare le nostre batterie spirituali, liberando del tempo da passare nella preghiera e nella contemplazione. Se Gesù e gli apostoli avevano bisogno di ritirarsi come descritto nella lettura di oggi, per allontanarsi dalle esigenze del ministero, allora è una supposizione sicura che anche tu ed io ne abbiamo bisogno. Una volta ho sentito descrivere un "ritiro" come "il trasferimento attivo dal nostro ambiente ordinario allo scopo di esercitarci ad essere più attenti a Dio". Una definizione abbastanza buona, secondo me. 

Oggi voglio solo condividere un disegno di qualcuno che prega. Questo è ciò che faremo durante il ritiro. Questo disegno di un vecchio che prega prima di mangiare la sua misera cena è stato disegnato da Vincent van Gogh nel 1882. Van Gogh ha usato lo stesso modello per diversi disegni (uno l'abbiamo già visto, clicca qui).  Dato che Van Gogh aveva a malapena dei soldi, le uniche persone che poteva permettersi di pagare per posare per lui erano persone più vecchie e povere.

Gli artisti hanno anche bisogno di tempo per ritirarsi dal trambusto della vita per essere in grado di creare e di assistere ai bisogni della voce creativa all'interno. Quel tempo a parte può fornire la tela bianca per nuove idee e visioni artistiche. Van Gogh cercò la solitudine per impegnarsi meglio nel suo sviluppo creativo... proprio come Gesù e i suoi discepoli si ritirarono per impegnarsi meglio nella loro missione e pregare...

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Subscribe
Notify of
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Letture relative a Marco 6:30-34

7 febbraio 2022

Marco 6:53-56

Tutti quelli che lo toccavano erano guariti.

6 febbraio 2020

Marco 6:7-13

Non prendere nulla per il viaggio, tranne un bastone

8 gennaio 2021

Marco 6:34-44

Il pasto dei cinquemila

5 febbraio 2024

Marco 6:53-56

Tutti coloro che lo toccarono furono guariti

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 70.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la nostra riflessione sull'arte.

Skip to content