Una donna tocca il mantello di Gesù,
Catacombe di Marcellino e Pietro, Roma,
Prima metà del IV secolo d.C,
Pittura murale
© Arte Cristiana Oggi

Una donna tocca il mantello di Gesù,
Catacombe di Marcellino e Pietro, Roma,
Prima metà del IV secolo d.C,
Pittura murale
© Arte Cristiana Oggi

Vangelo del 10 febbraio 2020

Tutti coloro che lo toccarono furono guariti

Marco 6:53-56

Dopo aver compiuto la traversata, Gesù e i suoi discepoli approdarono a Gennesaret e si legarono. Non appena scesero dalla barca, la gente lo riconobbe e cominciò ad affrettarsi per tutta la campagna, portando i malati in barella ovunque sentissero che si trovava. E ovunque andasse, in un villaggio, in una città o in una fattoria, deponevano i malati negli spazi aperti, implorandolo di fargli toccare anche solo la frangia del suo mantello. E tutti coloro che lo toccarono furono guariti.

Riflessione sulla pittura murale della catacomba

Una delle prime rappresentazioni cristiane di Gesù in assoluto è questo dipinto del IV secolo nelle Catacombe di Marcellino e Pietro, a Roma. Raffigura l'essenza della lettura del Vangelo di oggi: 'La gente lo pregava di fargli toccare anche solo la frangia del suo mantello. E tutti quelli che lo toccarono furono guariti'. Potrebbe anche trattarsi della rappresentazione di Gesù che guarisce la donna sanguinante in modo più specifico. In ogni caso, ciò dimostra come le prime comunità cristiane fossero particolarmente attratte da questa lettura del Vangelo e dai poteri di guarigione del ministero di Gesù.

Il termine antico per designare questi luoghi di sepoltura è coemeteriumche deriva dal greco e significa "dormitorio", sottolineando così il fatto che per i cristiani la sepoltura è solo un momento temporaneo in attesa della resurrezione finale. Nell'antichità, il termine "catacomba", utilizzato ancora oggi, si riferiva ai cimiteri sotterranei cristiani di Roma, principalmente sulla via Appia.

Siamo ormai a buon punto del Vangelo di Marco, al capitolo 6, e possiamo percepire che siamo all'apice della popolarità di Gesù. La gente desidera ardentemente incontrare Cristo, vederlo e toccarlo. Sentiamo che i suoi poteri di guarigione fluiscono in abbondanza per tutti, indipendentemente da chi siano, da dove vengano o da quale malattia abbiano. Le folle avevano piena fiducia in Lui: bastava toccare il mantello per essere guariti... Le folle riconoscevano il Suo potere. La vera domanda per noi oggi è se lo riconosciamo anche noi. Confidiamo che Egli abbia il potere di aiutarci nel momento del bisogno?

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Abbonarsi
Notifica di
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

Letture relative a Marco 6:53-56

6 febbraio 2020

Marco 6:7-13

Non prendere nulla per il viaggio, tranne un bastone

8 febbraio 2021

Marco 6:53-56

La gente cominciò ad affrettarsi verso Gesù

18 luglio 2021

Marco 6:30-34

Così se ne andarono in una barca in un luogo solitario

4 febbraio 2021

Marco 6:7-13

Mandò i Dodici a coppie

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 40.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la riflessione artistica

Passa al contenuto