I quattro evangelisti,
Pittura di Jacob Jordaens (1593-1678),
Dipinto circa 1625,
Olio su tela
© Museo del Louvre, Parigi

I quattro evangelisti,
Pittura di Jacob Jordaens (1593-1678),
Dipinto circa 1625,
Olio su tela
© Museo del Louvre, Parigi

Vangelo dell'8 febbraio 2021

La gente cominciò ad affrettarsi verso Gesù

Marco 6:53-56

Dopo aver compiuto la traversata, Gesù e i suoi discepoli approdarono a Gennesaret e si legarono. Non appena scesero dalla barca, la gente lo riconobbe e ha iniziato ad affrettarsi per tutta la campagna e portavano i malati in barella ovunque sapessero che si trovava. E ovunque andasse, in un villaggio, in una città o in una fattoria, deponevano i malati negli spazi aperti, pregandolo di lasciarli toccare anche solo la frangia del suo mantello. E tutti quelli che lo toccavano guarivano.

Riflessione sulla pittura

Marco menziona spesso nel suo Vangelo che le persone erano affrettarsi o in corsa. Credo che anche noi facciamo lo stesso quando cerchiamo qualcosa: ci affrettiamo. In un supermercato, iniziamo a camminare più velocemente per trovare l'articolo di cui abbiamo bisogno; o cercando un indirizzo stradale, camminiamo velocemente per trovare il posto giusto...  Quando abbiamo perso la strada, iniziamo a camminare velocemente. La gente di Gennesaret si affrettava verso Gesù perché anche loro volevano trovare qualcosa. Volevano semplicemente intravedere Gesù e trascorrere un momento con Lui.

L'uso della parola "affrettarsi" nella lettura del Vangelo di oggi dà il senso dell'urgenza con cui la gente voleva trovare Gesù. Noi siamo chiamati a fare lo stesso: ad affrettarci verso di Lui, con immediatezza. Non domani o il mese prossimo. Siamo chiamati a incontrare Gesù ora. Ecco perché il Vangelo di Marco che stiamo leggendo in questo momento è così bello. Ha un dinamismo, un'immediatezza e un'energia particolari, che gli sono propri. Ricordiamo anche che tutti e quattro gli evangelisti scrivevano direttamente ispirati dallo Spirito Santo, e quindi questo senso di urgenza che rileviamo nel Vangelo di Marco è Dio che ci incoraggia direttamente a non indugiare.

Perciò oggi voglio semplicemente condividere un quadro dei quattro evangelisti, con San Marco raffigurato come un giovane uomo, pieno del suo dinamismo giovanile. Indossando un mantello bianco, si contrappone agli altri tre scrittori del Vangelo. Jacob Jordaens, dopo la morte di Rubens, era considerato il più grande pittore di Anversa. 

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Subscribe
Notify of
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Letture relative a Marco 6:53-56

29 agosto 2019

Marco 6:17-29

La decapitazione di Giovanni Battista

18 luglio 2021

Marco 6:30-34

Così se ne andarono in una barca in un luogo solitario

3 febbraio 2021

Marco 6:1-6

Questo è il falegname, vero?

Marco 6:34-44

Il pasto dei cinquemila

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 70.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la nostra riflessione sull'arte.

Skip to content