Cristo e il bambino,
Pittura di Carl Bloch (1834-1890),
Dipinto nel 1873,
Olio su tela
© Skt. Nikolai Kirke, Holbæk, Danimarca

Cristo e il bambino,
Pittura di Carl Bloch (1834-1890),
Dipinto nel 1873,
Olio su tela
© Skt. Nikolai Kirke, Holbæk, Danimarca

Vangelo del 21 maggio 2024

Chi accoglie i bambini nel mio nome, accoglie me.

Marco 9:30-37

Gesù e i suoi discepoli attraversarono la Galilea; ed egli non voleva che nessuno lo sapesse, perché stava istruendo i suoi discepoli; diceva loro: "Il Figlio dell'uomo sarà consegnato nelle mani degli uomini; lo metteranno a morte; e tre giorni dopo la sua morte risorgerà". Ma essi non capivano quello che diceva e avevano paura di chiederglielo.

Giunti a Cafarnao, quando fu in casa chiese loro: "Di che cosa stavate discutendo lungo la strada?". Non risposero nulla, perché stavano discutendo su chi di loro fosse il maggiore. Allora si sedette, chiamò a sé i Dodici e disse: "Se uno vuole essere il primo, si faccia ultimo di tutti e servo di tutti". Poi prese un bambino, lo pose di fronte a loro, gli mise le braccia intorno e disse loro:"Chiunque accolga uno di questi piccoli bambini nel mio nome, accoglie me". E chi accoglie me, non accoglie me, ma colui che mi ha mandato".

Riflessione sulla pittura

Nelle questioni di fede, un'argomentazione sana e rispettosa può condurci più vicino alla verità e persino alla Verità con la V maiuscola. Il regno della fede è un regno di mistero, che offre ampio spazio a scambi vivaci che possono approfondire la nostra comprensione. Tuttavia, le argomentazioni guidate dall'autopromozione non sono utili alla nostra fede. Nella lettura del Vangelo di oggi, i discepoli hanno intrapreso una discussione di questo tipo, contendendosi lo status e l'identità all'interno del regno di Dio. Gesù ha risposto non solo con le parole, ma anche con i fatti, usando un bambino come esempio vivente.

Mettendo il bambino davanti a loro, Gesù sottolineava che la grandezza nel regno non si misura dallo status, ma dalla capacità di amore e compassione, in particolare verso i più deboli e vulnerabili. Nella cultura del tempo, i bambini occupavano una posizione umile nella società e simboleggiavano l'impotenza. Il messaggio di Gesù ci sfida a dare priorità alla cura di coloro che spesso sono trascurati o emarginati, ricordandoci che la vera grandezza risiede nel servizio umile e nell'amore per gli altri.

Il dipinto di Carl Bloch "Cristo e il fanciullo", completato nel 1873, raffigura Gesù che tiene in braccio un bambino con un ramo di palma. Il ramo di palma è un simbolo associato alla vittoria, al trionfo (agli atleti dell'Antica Grecia venivano offerte corone di palma dopo una vittoria; oppure si pensi alla Domenica delle Palme e all'ingresso trionfale di Gesù a Gerusalemme). Ma nell'iconografia cristiana le palme sono anche associate al martirio: Il trionfo cristiano sulla morte. Il bambino che regge un ramo di palma trasmette quindi una grande pregnanza. Nel contesto della lettura del Vangelo, rappresenta l'innocenza e la vittoria spirituale di una purezza infantile. Il gesto del bambino di tenere il ramo di palma in presenza di Gesù è quindi una dimostrazione di omaggio, riconoscendo in Gesù la fonte ultima della vittoria e della salvezza. L'uso magistrale di Bloch della luce e del colore su un fondo scuro aumenta la profondità emotiva della scena.

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Subscribe
Notify of
28 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Jan-Ko Hab-Jan
Membro
Jan-Ko Hab-Jan
1 mese fa
Jan-Ko Hab-Jan
Membro
Jan-Ko Hab-Jan
1 mese fa

...(...)... vom Hl. Johannes Klimakos (um 575-um 650)
Mönch auf dem Sinai

Die Heilige Treppe, 24. Stufe (Coll. SO n° 24, trad. P. Deseille, éd. Bellefontaine, 1978; p. 213-214; ins Dt. übers. © evangelizo)
Nähern wir uns ihm in aller Einfachheit!
L'Einfachheit è un'altitudine della Seele, che ogni lista può essere influenzata e che è in grado di contrastare la Böswilligkeit. L'Abwesenheit von Arglist è uno stato di salute libero, privo di qualsiasi ostacolo. Das erste Vorrecht der Kindheit ist eine Einfachheit, die frei ist von jeder List; solange Adam sich diese Einfachheit bewahrte, sah er nicht die Nacktheit seiner Seele und die Unziemlichkeit seines Fleisches.
Schön und glückselig ist die Einfachheit, die manche von Natur aus besitzen, aber sie ist weniger schön als jene Einfachheit, die durch Mühsal und Schweiß auf einen schlechten Stamm aufgepropft werden konnte. La prima è sicura, ma non ha bisogno di essere ascoltata; la seconda, invece, è caratterizzata da una forte demolizione e da un'eccessiva umidità. Die erste verdient kaum eine Belohnung; die zweite aber eine unendliche Belohnung.
Noi tutti, che desideriamo che l'arcivescovo sia presente in casa nostra, desideriamo che ihm sia come i Jünger, il loro maestro, in tutta la sua semplicità, senza Heuchelei, Bosheit, List o Kompliziertheit. Perché lui stesso è einfach und unkompliziert, e vuole che i sedimenti, che sono in contatto con lui, siano einfach und unschuldig. Perché ihr non riuscirà a trovare l'Einfachheit in nessun modo da Demut. 🙏

Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien
1 mese fa

Non mi piace il dipinto di oggi... Non importa, il messaggio è molto bello e riguarda la fiducia incondizionata, credo.
Mi chiedo quale dei discepoli sia uscito vincitore da questa situazione 🤔
Oggi lasciamo il monastero/parador di Corias. Ho provato una grande tristezza per il fatto che un luogo così vasto come questo, con un'enorme comunità di fratelli, debba essere ridotto a due. Prego per il fratello che viveva nella nostra stanza/cella. Ora vado a Gijon, via Oviedo.

Jeanne M
Membro
Jeanne M
1 mese fa
Rispondi a  Patricia O'Brien

Buon viaggio, Patricia. Dovete vedere la Santa Iglesia Basílica Catedral Metropolitana de San Salvador de Oviedo!!! Spero che il tempo sia migliorato.

Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien
1 mese fa
Rispondi a  Jeanne M

Muchas gracias Noelle ☺️ Oviedo è in fermento perché è l'antica Festa del Pane del Martedì - ci è stato dato un "rotolo" nella Cattedrale per commemorare il martedì dopo la Pentecoste, quando una comunità di fratelli distribuì il pane ai poveri. Ora è un po' un inginocchiatoio, anche se c'erano anche musicisti e danzatori vestiti in modo tradizionale. Adorabile....Raining però.

Jeanne M
Membro
Jeanne M
1 mese fa
Rispondi a  Patricia O'Brien

Sembra meraviglioso! - tranne che per la pioggia.... qui c'è ancora il sole, previsioni sbagliate, per ora. Grazie per avercelo descritto. 😊

Chazbo M
Membro
Chazbo M
1 mese fa
Rispondi a  Jeanne M

Stamattina era tutto a posto, ma ha continuato a rovesciarsi per tutto il pomeriggio!

Jeanne M
Membro
Jeanne M
1 mese fa
Rispondi a  Chazbo M

Hombre - ¡no me dices! Todavía no hemos visto ningun gota....

Silvia Moiron
Membro
Silvia Moiron
1 mese fa
Rispondi a  Patricia O'Brien

San Juan, tal vez...

Will Howard
Membro
Will Howard
1 mese fa
Rispondi a  Patricia O'Brien

Hummmmm .... "Il bambino sembra confuso" e Zelia dice "un po' triste".

Padre Will è in visita alla nostra famiglia mentre torna in Canada e ci ha invitato a condividere i nostri pensieri sull'opera d'arte di oggi.

Patricia, apprezziamo la tua tristezza al monastero. Abbiamo riflettuto: questo bambino (femmina o maschio) è il Cristo bambino stesso, che guarda avanti a Gerusalemme? È uno dei discepoli, anch'esso confuso? È Cristo stesso, che forse guarda avanti con tristezza a un enorme monastero ridotto a due? In ogni caso, vediamo che il bambino celebrato, elevato da Cristo, vede molte dimensioni nel mondo che lo circonda.

"...sì", mi chiamo Sam, ho pensato che le espressioni del volto di Gesù e del bambino fossero simili, "...chi accoglie me non accoglie me ma colui che mi ha mandato".

"... ma in realtà sono molto felice perché so che Gesù è accanto a me" - Zelia

Chazbo M
Membro
Chazbo M
1 mese fa
Rispondi a  Will Howard

Ciao Zellie - forse la nipote di papà Will? È bello sapere che si sta rilassando con la sua famiglia.
Passeremo una settimana a Norfolk per conoscere la nostra nipotina, che non abbiamo quasi mai visto da quando è nata in agosto.

Will Howard
Membro
Will Howard
1 mese fa
Rispondi a  Chazbo M

GRANDE Chazbo .... Oh la cosa dei nonni: ho sentito che è una VERA "preoccupazione" - nel senso migliore del termine!
No... Zelia è la figlia più piccola dei miei amici di Estes Park Co.
Ti saluta

Jeanne M
Membro
Jeanne M
1 mese fa

Bella osservazione, Janey. È bello immaginare Gesù tra le famiglie.

Pk
Membro
Pk
1 mese fa
Rispondi a  Jeanne M

Non riesco a capire come dare un pollice in su🧐 Mi piace questo commento Janey.

Jeanne M
Membro
Jeanne M
1 mese fa
Rispondi a  Pk

👍

Jeanne M
Membro
Jeanne M
1 mese fa

Carl Bloch era famoso ai suoi tempi per i suoi numerosi dipinti di scene bibliche, il suo realismo classico e la sua precisione quasi fotografica. Visse in Italia per diversi anni e amava includere pilastri in molte delle sue opere; questa è particolarmente ben dipinta.
Questo è un dipinto "freddo", immobile, ma molti sono appassionati e colorati. Tuttavia, è reso meravigliosamente, dalla pura bellezza di Gesù, all'altrettanto bello bambino biondo, sicuramente basato su uno degli otto figli di Bloch. L'espressione del suo volto è così fedele alla realtà, quel dubbio un po' inquietante, quando il bambino non è a suo agio con una situazione - il realismo ha trionfato sull'idealismo! Mi piace la tensione che ne deriva.
Quando Gesù ha usato un bambino piccolo come illustrazione di "chi accoglie un bambino piccolo accoglie me", sembra essersi allontanato un po' dal tema "chi vuole essere il più grande deve essere servo di tutti". Ma è così? Prendersi cura dei bambini non era un lavoro da uomini, perché era disordinato, richiedeva molto tempo e metteva a dura prova la pazienza. Inoltre, Gesù sembra spesso qualificare l'accettazione di se stesso facendo riferimento al Padre. Mi è capitato spesso di sentire uomini, che non sempre vogliono ammettere di pregare, dire "è meglio che chieda al capo", e allora mi vengono in mente le parole di Gesù!!! Ci sono quindi diverse fasi in questa lettura....
Giornata impegnativa, c'è la spesa settimanale e la riunione quindicinale di stasera, e in più si prevedono temporali.

Guy Van Holsbeke
Membro
Guy Van Holsbeke
1 mese fa

Preferirei vedere un Cristo che viene allo stesso livello del bambino. Dare la palma al bambino è un po' ambiguo perché può riferirsi al martirio e non alla piacevole giovinezza.

Jeanne M
Membro
Jeanne M
1 mese fa
Rispondi a  Guy Van Holsbeke

Uomo del mattino. Credo che l'espressione del bambino sia ambigua, come se stesse pensando: "Cosa c'è sotto?".

Pk
Membro
Pk
1 mese fa
Rispondi a  Jeanne M

Buongiorno Noelle, sono d'accordo con te, devo avere la mia giornata settimanale da nonna con il mio nipotino di 3 anni. Le domande che fa e la sua energia e le sue crisi mi tengono sulle spine tutto il giorno!

Jeanne M
Membro
Jeanne M
1 mese fa
Rispondi a  Pk

Vi auguro forza e pazienza, Pk....

Tim Burton
Membro
Tim Burton
1 mese fa

Hmm... un quadro molto suggestivo. Purtroppo, trovo difficile dissociarmi da tutto ciò che è accaduto dopo il suo dipinto, sia nella nostra società in generale che nella Chiesa.

Jeanne M
Membro
Jeanne M
1 mese fa
Rispondi a  Tim Burton

Questa è la vergogna della nostra epoca, Tim, ma era altrettanto diffusa allora, solo sconosciuta e non ammessa in alcuni settori della società.

Ultima modifica 1 mese fa da Jeanne M
Chazbo M
Membro
Chazbo M
1 mese fa
Rispondi a  Tim Burton

Oh, cielo! Non è certo questo il punto?

Monica Doyle
Membro
Monica Doyle
1 mese fa

Strano... Trovo che la rappresentazione di Gesù sia un po' troppo severa per me questa mattina, ma la luce dell'immagine è meravigliosa. Mi piace il punto in cui Marco ci dice che Nostro Signore prese in braccio il bambino e lo tenne... Dio solo sa cosa si prova! È un'immagine bellissima e vorrei che tutti noi potessimo sperimentare questo giorno🙏

Chazbo M
Membro
Chazbo M
1 mese fa

Che bel dipinto! Alcuni direbbero che Gesù e il ragazzo sembrano danesi, ma il dipinto è nato in un ambiente culturale in cui la gente non era così consapevole delle altre razze. Questo quadro di Cristo e del ragazzo, entrambi bei tipi nordici, è stato dipinto da un danese per i danesi. Dipingere Gesù come africano sarebbe valido per il pubblico africano, poiché Gesù è venuto al mondo come uomo per l'intera umanità.

Comunque è un'ottima illustrazione per il passo biblico di oggi.

Che questo messaggio raccontato nel Vangelo di Marco possa risuonare per tutti oggi. Vado a discutere con il comune per il mio permesso di parcheggio! 😡

Jeanne M
Membro
Jeanne M
1 mese fa
Rispondi a  Chazbo M

Buona fortuna, Chazbo!

Chazbo M
Membro
Chazbo M
1 mese fa
Rispondi a  Chazbo M

Ho ottenuto il mio permesso! C'è voluta un'ora di attesa e mi hanno fatto pagare un sacco di soldi. 205 sterline per la mia e 305 per quella di mia moglie. Mi sembra un'enormità....

Jeanne M
Membro
Jeanne M
1 mese fa
Rispondi a  Chazbo M

COSA! Mi sembra esagerato - mio marito ha quasi avuto una crisi di nervi quando gliel'ho detto! Niente più gironzoli per una settimana!

Letture correlate a Marco 9:30-37

22 maggio 2024

Marco 9:38-40

Maestro, abbiamo visto un uomo che scacciava i demoni nel tuo...

18 febbraio 2022

Marco 8:34-9:1

Chiunque perderà la sua vita per amor mio la salverà

6 agosto 2021

Marco 9:2-10

Festa della Trasfigurazione del Signore

21 febbraio 2022

Marco 9:14-29

Tutto è possibile per chi ha fede

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 70.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la nostra riflessione sull'arte.

Skip to content