Les Vendanges / La vendemmia del vino,
Arazzo in lana e seta,
Originale eseguito intorno al 1500, versione successiva raffigurata,
© Museo di Cluny, Francia

Les Vendanges / La vendemmia del vino,
Arazzo in lana e seta,
Originale eseguito intorno al 1500, versione successiva raffigurata,
© Museo di Cluny, Francia

Vangelo dell'8 settembre 2020

La nascita della Beata Vergine Maria

Matteo 1:1-16,18-23

Un resoconto della genealogia di Gesù il Messia, figlio di Davide, figlio di Abramo.

Abramo fu padre di Isacco, e Isacco padre di Giacobbe, e Giacobbe padre di Giuda e dei suoi fratelli, e Giuda padre di Perez e Zerah da Tamar, e Perez padre di Hezron, e Hezron padre di Aram, e Aram padre di Aminadab, e Aminadab padre di Nahshon, e Nahshon padre di Salmon, e Salmon padre di Boaz da Rahab, e Boaz padre di Obed da Ruth, e Obed padre di Iesse, e Iesse padre del re Davide.

Davide fu padre di Salomone, dalla moglie di Uria, e Salomone fu padre di Roboamo, e Roboamo fu padre di Abijah, e Abijah fu padre di Asaph, e Asaph fu padre di Giosafat, e Giosafat fu padre di Joram, e Joram fu padre di Uzzia, e Uzzia padre di Jotham, e Jotham padre di Ahaz, e Ahaz padre di Ezechia, e Ezechia padre di Manasse, e Manasse padre di Amos, e Amos padre di Giosia, e Giosia padre di Jechonia e dei suoi fratelli, al tempo della deportazione in Babilonia.

E dopo la deportazione a Babilonia: Jechonia fu padre di Salathiel, e Salathiel padre di Zorobabele, e Zorobabele padre di Abiud, e Abiud padre di Eliakim, e Eliakim padre di Azor, e Azor padre di Zadok, e Zadok padre di Achim, e Achim padre di Eliud, ed Eliud padre di Eleazar, ed Eleazar padre di Matthan, e Matthan padre di Giacobbe, e Giacobbe padre di Giuseppe, marito di Maria, da cui nacque Gesù, che è chiamato il Messia.
La nascita di Gesù il Messia avvenne in questo modo. Quando sua madre Maria era stata fidanzata con Giuseppe, ma prima che vivessero insieme, fu trovata incinta dallo Spirito Santo. Suo marito Giuseppe, essendo un uomo giusto e non volendo esporla al pubblico ludibrio, pensò di licenziarla tranquillamente. Ma proprio quando aveva deciso di farlo, un angelo del Signore gli apparve in sogno e gli disse: "Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere Maria come tua sposa, perché il bambino concepito in lei viene dallo Spirito Santo. Ella partorirà un figlio e tu lo chiamerai Gesù, perché egli salverà il suo popolo dai suoi peccati". Tutto questo avvenne per adempiere a ciò che era stato detto dal Signore attraverso il profeta:
Guardate, la vergine concepirà e partorirà un figlio e lo chiameranno Emmanuele", che significa "Dio è con noi".

Riflessione sull'arazzo

Oggi celebriamo la nascita della Beata Vergine Maria, esattamente nove mesi dopo la celebrazione dell'8 dicembre della sua Immacolata Concezione come figlia dei santi Gioacchino e Anna. Sant'Agostino ha descritto la nascita della Beata Vergine Maria come un evento di importanza cosmica e storica. Disse anche che era un preludio necessario alla nascita di Gesù Cristo. "Lei è il fiore del campo da cui è sbocciato il prezioso giglio della valle.", ha scritto.

La Madonna occupa un posto unico nella storia della salvezza, in quanto le è stata affidata la più alta missione mai affidata a un essere umano. In Francia esiste una tradizione secolare legata a questa festa. Poiché l'8 settembre può essere considerato la fine dell'estate e l'inizio dell'autunno, in questo giorno si benedice il raccolto estivo e i semi per la semina autunnale. I viticoltori francesi chiamavano questa festa "Nostra Signora della Vendemmia". L'uva migliore viene portata nella chiesa locale per essere benedetta e poi alcuni grappoli vengono attaccati alle mani della statua di Maria.

Il nostro arazzo medievale raffigura una tale vendemmia che si svolge intorno alla festa della nascita della Beata Vergine Maria. A destra si vede la raccolta dell'uva e a sinistra si vede l'uva che viene pigiata e trasformata in vino. I due nobili, probabilmente proprietari della vigna, vengono a fare un primo assaggio del vino appena spremuto.

O Maria, Madre misericordiosa, prega per noi.

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Abbonarsi
Notifica di
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

Letture correlate a Matteo 1:1-16,18-23

17 dicembre 2019

Matteo 1:1-17

L'ascendenza di Gesù Cristo

17 dicembre 2020

Matteo 1:1-17

La Genealogia di Gesù il Messia

22 dicembre 2019

Matteo 1:18-24

Il sogno di San Giuseppe

8 settembre 2021

Matteo 1:1-16,18-23

Il compleanno della Beata Vergine Maria

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 40.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la riflessione artistica