Il sogno di San Giuseppe, 
Scolpito da Domenico Guidi (1625-1701),
Eseguito intorno al 1695,
Marmo e bronzo dorato,
© Santa Maria della Vittoria, Roma

Il sogno di San Giuseppe, 
Scolpito da Domenico Guidi (1625-1701),
Eseguito intorno al 1695,
Marmo e bronzo dorato,
© Santa Maria della Vittoria, Roma

Vangelo del 22 dicembre 2019

Il sogno di San Giuseppe

Matteo 1:18-24

È così che nacque Gesù Cristo. Sua madre Maria era stata promessa in sposa a Giuseppe, ma prima che andassero a vivere insieme le fu riscontrato un figlio per opera dello Spirito Santo. Suo marito Giuseppe, essendo un uomo d'onore e volendo risparmiarle la pubblicità, decise di divorziare informalmente. Aveva deciso di farlo quando l'angelo del Signore gli apparve in sogno e gli disse, Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere Maria come tua sposa, perché ha concepito ciò che è in lei per mezzo dello Spirito Santo. Darà alla luce un figlio e tu dovrai chiamarlo Gesù, perché è colui che salverà il suo popolo dai suoi peccati". Tutto questo avvenne per adempiere le parole pronunciate dal Signore per mezzo del profeta:

La vergine concepirà e partorirà un figlio e lo chiameranno Emmanuele,

un nome che significa "Dio è con noi". Quando Giuseppe si svegliò, fece ciò che l'angelo del Signore gli aveva detto di fare: portò la moglie a casa sua.

Riflessione sulla scultura di marmo

Mancano tre giorni a Natale e la lettura di oggi è incentrata su San Giuseppe. Non sappiamo molto di San Giuseppe. Sappiamo che era un falegname, che suo padre si chiamava Giacobbe e che viveva a Nazareth, dove era marito di Maria. Era un uomo buono che seguiva la legge. Ma probabilmente la parte più interessante di Giuseppe è che nei Vangeli non sentiamo mai parlare Giuseppe. Non dice nulla. Gli scrittori del Vangelo non gli mettono mai in bocca parole. No, è un uomo d'azione! Egli possiede ciò che il Signore gli chiede; egli possiede quello che gli dice l'angelo; egli possiede sposare Maria; lui possiede innalzate Gesù... Egli è un uomo di azione e non di parole!

È questo elemento di "azione" che caratterizza il Natale. È meraviglioso camminare verso Betlemme durante questo periodo di avvento per trovare alla fine la luce splendente di Cristo tra tre giorni. Ma quando troviamo quella luce, essa dovrebbe ispirarci a fare cose, a realizzare cose per Dio, a partecipare attivamente alla costruzione del Suo Regno qui sulla terra.

La foto mostra due religiose che ammirano una scultura in marmo di Domenico Guidi nella chiesa di Santa Maria della Vittoria, qui a Roma, raffigurante il Sogno di San Giuseppe. Guidi realizzò alcune opere per Bernini (come l'Angelo con la lancia a Ponte Sant'Angelo, Roma). Nella nostra scultura di oggi, vediamo l'angelo apparire in un'esplosione di luce solare dorata. San Jospeh è colto di sorpresa e si chiede cosa stia succedendo... Sì, è rimasto sorpreso da ciò che gli è stato chiesto e ha accettato di buon grado ciò che gli è stato chiesto da Dio... Così facendo, è diventato uno dei nostri santi più esemplari, essendo pienamente obbediente alla volontà di Dio...

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Subscribe
Notify of
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Letture correlate a Matteo 1:18-24

19 marzo 2020

Matteo 1:16,18-21,24

Giuseppe, essendo un uomo d'onore

17 dicembre 2022

Matteo 1:1-17

L'ascendenza di Gesù Cristo, figlio di Davide

19 marzo 2021

Matteo 1:16,18-21,24

Solennità di San Giuseppe

17 dicembre 2019

Matteo 1:1-17

L'ascendenza di Gesù Cristo

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 40.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la riflessione artistica

Skip to content