San Giovanni Battista (dal ciclo dei testimoni),
Opera di Nikola Sarić 
Acquerello su carta,
Eseguito nel 2011
© Nikola Sarić, tutti i diritti riservati

San Giovanni Battista (dal ciclo dei testimoni),
Opera di Nikola Sarić 
Acquerello su carta,
Eseguito nel 2011
© Nikola Sarić, tutti i diritti riservati

Vangelo del 12 dicembre 2019

Non si è mai visto uno più grande di Giovanni Battista

Matteo 11:11-15

Gesù parlò alle folle: "Vi dico solennemente: di tutti i bambini nati da donna, non si è mai visto un uomo più grande di Giovanni Battista; eppure il più piccolo nel regno dei cieli è più grande di lui. Dalla venuta di Giovanni Battista, fino a questo momento, il regno dei cieli è stato sottoposto a violenza e i violenti lo stanno prendendo d'assalto. Perché è verso Giovanni che si dirigono tutte le profezie dei profeti e della Legge; ed egli, se mi credete, è l'Elia che doveva tornare. Se qualcuno ha orecchie per intendere, ascolti!".

Riflessione sull'icona contemporanea

La lettura del Vangelo di oggi sembra un po' confusa all'inizio. Da un lato, Gesù si complimenta con san Giovanni Battista dicendo che "non si è mai visto uno più grande di Giovanni Battista". Ma allo stesso tempo, Gesù sembra dire anche il contrario, affermando che "il più piccolo nel regno dei cieli è più grande di lui". Gesù mostra qui la sua capacità davvero unica di mostrare alle persone quanto sono piccole, ma facendo questo, mostra la loro grandezza quando partecipano pienamente al mistero di Dio.

Il mondo intorno a noi ha diversi standard per misurare la grandezza: risultati politici e sociali, celebrità, ricchezza, potere, ecc... Gesù ci dice in questa lettura che la misura della grandezza di Dio è completamente diversa: se vogliamo essere grandi, dobbiamo cercare la Verità e trovare Dio. Giovanni Battista era certamente un gigante spirituale, ma è vissuto prima della passione e della risurrezione di Cristo. Noi, invece, viviamo in un tempo in cui il Messia è venuto e sappiamo cosa ha fatto per noi sulla croce e ci aspettiamo anche il suo ritorno. Così, mentre Giovanni proclamava solo la venuta del Messia, noi possiamo proclamare anche la (seconda) venuta, ma con la consapevolezza e la conoscenza che Cristo è già stato una volta per la nostra salvezza.

L'acquerello su carta qui illustrato è di Nikola Sarić, un pittore serbo che lavora nella tradizione dei dipinti di icone, combinandola però con un nuovo tocco contemporaneo. Questa tensione e questo dialogo tra le icone tradizionali, così come le conosciamo nella tradizione cristiano-ortodossa, e l'arte contemporanea d'avanguardia danno vita a opere molto toccanti e suggestive. Vediamo un'immagine altamente stilizzata di San Giovanni vestito con abiti di pelo di cammello, circondato da acqua che scorre, in piedi sotto la mano di Cristo che scende e gli angeli che catturano il suo sangue in due calici.

Condividi questa lettura del Vangelo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email

**Devi essere loggato per lasciare commenti.

Letture relative a Matteo 11:11-15

16 luglio 2020

Matteo 11:28-30

Festa di Nostra Signora del Monte Carmelo

12 luglio 2021

Matteo 10:34-42, 11:1

Non è la pace che sono venuto a portare, ma una spada

18 luglio 2019

Matteo 11: 28-30

Prendi il mio giogo e impara da me

5 luglio 2020

Matteo 11:25-30

Nascondere e rivelare

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 40.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la riflessione artistica

>