"Giona e la balena", Folio di un Jami al-Tavarikh (Compendio di cronache),
Iscrizioni in persiano sulle braccia di Giona: "Il disco del sole si oscurò, Giona entrò nella bocca del pesce".
Giustiziato in Iran,
Circa 1400,
Inchiostro, acquerello opaco, oro e argento su carta
© Metropolitan Museum, New York

"Giona e la balena", Folio di un Jami al-Tavarikh (Compendio di cronache),
Iscrizioni in persiano sulle braccia di Giona: "Il disco del sole si oscurò, Giona entrò nella bocca del pesce".
Giustiziato in Iran,
Circa 1400,
Inchiostro, acquerello opaco, oro e argento su carta
© Metropolitan Museum, New York

Vangelo del 18 luglio 2022

Giona rimase per tre giorni nel ventre del mostro marino

Matteo 12:38-42

Alcuni scribi e farisei intervennero. "Maestro", dissero, "vorremmo vedere un segno da parte tua". Egli rispose: "È una generazione malvagia e infedele quella che chiede un segno! L'unico segno che le sarà dato è quello del profeta Giona. Perché come Giona rimase per tre giorni nel ventre del mostro marino e tre notti, così il Figlio dell'uomo sarà nel cuore della terra per tre giorni e tre notti. Nel giorno del giudizio gli uomini di Ninive si alzeranno con questa generazione e la condanneranno, perché quando Giona predicò si pentirono; e qui c'è qualcosa di più grande di Giona. Nel giorno del giudizio la regina del Sud si alzerà con questa generazione e la condannerà, perché è venuta dalle estremità della terra per ascoltare la saggezza di Salomone; e qui c'è qualcosa di più grande di Salomone".

Riflessione sull'acquerello persiano

La storia di Giona e del pesce non è popolare solo nella nostra tradizione cristiana, ma è ed era molto popolare anche nel mondo musulmano (cfr. Corano, 37:139). Negli scritti persiani era spesso illustrata nei manoscritti della storia del mondo. La nostra opera d'arte di oggi è un dipinto di grandi dimensioni, che tuttavia non ha mai fatto parte di un manoscritto. Piuttosto, potrebbe essere stato utilizzato durante la recitazione orale o la narrazione, come ausilio per condividere la storia di Giona. Gli studiosi hanno anche suggerito che, con la sua tavolozza forte, le figure monumentali e la composizione libera, quest'opera potrebbe riflettere una tradizione di pittura murale ormai perduta. Questo disegno sarebbe stato uno schizzo per una grande pittura murale. Qui vediamo Giona dopo la sua liberazione dal ventre del pesce. Sopra Giona, vediamo una vite in fiore (inviata da Dio per proteggerlo dalle intemperie) e, in bilico sulla parte superiore del dipinto, c'è un angelo spiritoso con ali colorate che offre a Giona una veste.

In tutti e tre i Vangeli sinottici (Marco, Luca e Matteo), Giona è rappresentato come un personaggio che preannuncia quello che è stato Gesù. Giona predicò il pentimento a un popolo riluttante, proprio come accadde a Gesù. Tuttavia, Giona ricevette una risposta estremamente positiva. Gesù, al contrario, ha incontrato resistenza e opposizione. Un altro ovvio parallelo è che, come Giona rimase tre giorni nel ventre del pesce, così Gesù rimase tre giorni sepolto nella tomba.

Gli scrittori del Vangelo citano Giona, perché gli avvertimenti di Giona a Ninive richiedevano una risposta. Anche la chiamata di Gesù richiede una risposta. Come rispondiamo?

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Obiettivo del donatore
Stabilite come obiettivo il numero totale di donatori.
2 Commenti
Si desidera visualizzare un messaggio personalizzato quando l'obiettivo viene chiuso?
Grazie a tutti i nostri donatori, abbiamo raggiunto il nostro obiettivo di raccolta fondi.
Oi Lian Kon
Membro
Oi Lian Kon(@kairos712)
4 mesi fa

Come interpretano i musulmani la storia di Giona nel Corano?

Andy Stoker
Membro
Andy Stoker(@rufustfirefly)
4 mesi fa

Interessante scelta di parole - forse le ha scelte con cura: "... come Giona è stato tre giorni nel ventre del pesce, così Gesù è stato tre giorni sepolto nella tomba". Immagino che pochi credano che un uomo sia stato davvero tre giorni nel ventre di un pesce - è un mito fantasioso - e forse non dobbiamo entusiasmarci troppo per gli apparenti dettagli evangelici della risurrezione.

Letture correlate a Matteo 12:38-42

20 luglio 2021

Matteo 12:46-50

Chi è mia madre? Chi sono i miei fratelli?

19 luglio 2021

Matteo 12:38-42

Vorremmo vedere un segno da parte vostra

19 luglio 2019

Matteo 12, 1-8

Quello che voglio è la misericordia, non il sacrificio

17 luglio 2021

Matteo 12:14-21

In questo modo si è realizzata la profezia di Isaia

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 40.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la riflessione artistica