Reti da pesca a Pourville,
Dipinto da Claude Monet (1840-1926),
Dipinto nel 1882,
Olio su tela
© Kunstmuseum, Den Haag, Paesi Bassi

Reti da pesca a Pourville,
Dipinto da Claude Monet (1840-1926),
Dipinto nel 1882,
Olio su tela
© Kunstmuseum, Den Haag, Paesi Bassi

Vangelo del 28 luglio 2022

Il regno dei cieli è come una rete gettata in mare

Matteo 13:47-53

Gesù disse alle folle: 'Il regno dei cieli è come una rete gettata in mare che raccoglie ogni genere di pesce. Quando è piena, i pescatori la portano a riva; poi, seduti, raccolgono i buoni in un cesto e buttano via quelli che non servono. Così sarà alla fine dei tempi: gli angeli appariranno e separeranno i malvagi dai giusti per gettarli nella fornace ardente dove ci sarà pianto e stridore di denti.

Avete capito tutto questo? Risposero: "Sì". Ed egli disse loro: "Allora, ogni scriba che diventa discepolo del regno dei cieli è simile a un padrone di casa che tira fuori dal suo magazzino cose nuove e vecchie".

Riflessione sulla pittura

Molte delle nostre letture evangeliche sono ambientate intorno al mare di Galilea, dove Gesù svolse gran parte del suo ministero. Pertanto, la vista dei pescatori che gettavano grandi reti in mare sarebbe stata molto familiare al pubblico di Gesù. Quando le reti vengono gettate, vengono catturati molti tipi diversi di pesci: pesci buoni, pesci morti, pesci puliti, pesci impuri... Gesù dice che il regno dei cieli è come questa realtà quotidiana. Il suo stesso ministero ha qualcosa di simile al lancio di una rete. Anche noi siamo chiamati a gettare le nostre reti in modo molto ampio, abbracciando tutti. Sì, ci sarà il giudizio, ma non saremo noi a separare i pesci buoni da quelli cattivi... questo lo farà Dio.

Claude Monet dipinse questo quadro, Rete da pesca a Pourville, nel 1882, all'apice dell'Impressionismo in Francia. L'immagine raffigura grandi reti da pesca, allestite lungo le coste di Pourville-sur-Mer, vicino a Dieppe, nel nord della Francia. Vediamo una fragile struttura di esili pali che sorregge una rete da pesca al di sopra dell'onda martellante. Il mare in tempesta porta i pesci nelle reti.

Non sorprende che Monet fosse attratto dalla vista delle tempeste, del mare e delle coste frastagliate. La forma irregolare delle reti si staglia sul mare aperto, ma viene anche assorbita dal paesaggio grazie alla sua trasparenza. Il cielo rosato della sera accentua il bagliore violaceo delle reti e il mare verde-blu si infrange in onde bianche sulle rocce blu-grigiastre. Sì, questo quadro è tutto un colore... un uso insolito del colore: il mare non è blu, ma verde e grigio; le reti non sono marroni, ma viola; il sole non è giallo, ma bianco. La pittura è applicata sulla tela con pennellate brevi e nervosamente curve, che trasmettono i colpi della tempesta.

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Abbonarsi
Notifica di
6 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Iris
Membro
Iris(@molly)
21 giorni fa

Mi è piaciuta la lettura di oggi. Non avevo mai visto questo particolare dipinto di Monet, è molto bello.

Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien(@marispiro)
21 giorni fa
Rispondi a  Iris

Non avrei nemmeno immaginato che fosse opera sua...

Tina Shaw
Membro
Tina Shaw(@tina)
21 giorni fa
Rispondi a  Iris

Anch'io non conoscevo questo Monet, adoro i suoi colori.

Charles Marriott
Membro
Charles Marriott(@chazbo)
21 giorni fa

Un altro degli insegnamenti di Gesù sul tema della "fornace ardente". Non sento mai parlare di dannazione eterna in chiesa. O la Chiesa ha perso la sua bottiglia per quanto riguarda la predicazione su questo argomento, oppure ci crede ancora, ma si tiene alla larga dall'argomento per paura di alienare il suo elettorato. Discussioni....

Graham Barsby
Membro
Graham Barsby(@barsbee)
21 giorni fa
Rispondi a  Charles Marriott

Tiene il discorso fuori tema in modo che nessuno si offenda..........

Michael Trudeau
Membro
Michael Trudeau(@michaeltrudeau)
21 giorni fa
Rispondi a  Charles Marriott

Penso che sia un equilibrio molto impegnativo per i sacerdoti e i predicatori. Da un lato, devono prendersi cura di coloro che sono già arrivati al Regno. Hanno queste pecore da guidare per diventare sempre più simili a Gesù. Dall'altro lato, ci sono coloro che si sono persi. Hanno bisogno di sentirsi dire quanto sia pericolosa la posizione in cui si trovano e che la sicurezza si trova solo in Gesù. La paura è una sensazione spiacevole, ma spinge a cercare la sicurezza.

Letture correlate a Matteo 13:47-53

9 ottobre 2021

Matteo 13:47-52

Festa di San Giovanni Enrico Newman

27 luglio 2022

Matteo 13:44-46

Il regno dei cieli è come un tesoro nascosto...

19 luglio 2020

Matteo 13:24-30

Lasciateli crescere fino al raccolto

2 agosto 2019

Matteo 13, 54-58

Questo è il figlio del falegname

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 40.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la riflessione artistica