Denario 14-37,
L'Impero romano, Tiberio, 14-37,
Moneta d'argento, Lugdunum, testa laureata
© Christian Art

Denario 14-37,
L'Impero romano, Tiberio, 14-37,
Moneta d'argento, Lugdunum, testa laureata
© Christian Art

Vangelo del 20 settembre 2020

Anche loro ricevettero un denario ciascuno

Matteo 20:1-16

Gesù disse ai suoi discepoli: Il regno dei cieli è simile a un proprietario terriero che esce all'alba per assumere operai per la sua vigna. Si accorda con gli operai per un denario al giorno e li manda nella sua vigna. Uscito verso l'ora terza, vide altri che stavano inoperosi nella piazza del mercato e disse loro: "Andate anche voi nella mia vigna e vi darò un giusto salario". Così andarono. Verso l'ora sesta e di nuovo verso l'ora nona, uscì e fece lo stesso. Poi, verso l'undicesima ora, uscì e trovò altri uomini in piedi intorno a lui, e disse loro: "Perché siete rimasti qui a oziare tutto il giorno?". "Perché nessuno ci ha assunti", risposero. Allora disse loro: "Andate anche voi nella mia vigna". La sera, il padrone della vigna disse al suo ufficiale giudiziario: "Chiama gli operai e paga loro il salario, cominciando dagli ultimi arrivati e finendo con i primi". Così quelli che erano stati assunti verso l'undicesima ora si presentarono e ricevettero un denario ciascuno. Quando è arrivato il primo, si aspettavano di riceverne altri, ma hanno ricevuto anche loro un denario ciascuno. I contadini lo accettarono, ma brontolarono con il proprietario del terreno. "Gli uomini che sono arrivati per ultimi", dissero, "hanno fatto solo un'ora di lavoro, e tu li hai trattati come noi, anche se abbiamo fatto una giornata di lavoro pesante con tutto il caldo". Egli rispose a uno di loro e disse: "Amico mio, non sono ingiusto nei tuoi confronti; non eravamo forse d'accordo su un denario? Prendi i tuoi guadagni e vattene. Ho scelto di pagare l'ultimo arrivato quanto pago voi. Non ho il diritto di fare ciò che voglio con i miei? Perché essere invidiosi perché sono generoso?". Così gli ultimi saranno i primi e i primi gli ultimi".

Riflessione sulla moneta romana

Sebbene in Giudea siano state emesse molte monete diverse durante la vita di Gesù, la moneta romana standard era il denario. Un denario, come si legge nella lettura del Vangelo di oggi, era l'equivalente di una giornata di lavoro per un operaio. Durante la vita di Gesù, le monete dell'Impero romano portavano l'effigie dell'imperatore, come nell'esempio qui illustrato, che per la maggior parte della vita di Gesù fu Augusto (noto anche come Tiberio). Le monete dell'Impero romano mostrano generalmente la testa dell'imperatore su un lato e una divinità sul rovescio (la figura della Pax-Livia sulla nostra moneta). Le monete erano quindi un modo per i nuovi imperatori di consolidare il loro potere e diffondere la loro fama e reputazione in tutto l'impero.

Gesù ha usato la parabola di oggi per mostrare quanto Dio sia generoso. Dio dona tutto il suo amore a tutti, senza eccezioni. Sta alle persone accettare o meno questo dono... e questo dono, che sia accettato all'inizio della vita o alla fine della vita, è sempre lo stesso dono: un amore che non può essere guadagnato... un amore che può solo essere accettato. Il fatto che alcune persone possano arrivare ad accettare questo dono più tardi nella vita non rende il dono meno importante, né la loro accettazione meno significativa.

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Subscribe
Notify of
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Letture correlate a Matteo 20:1-16

25 luglio 2020

Matteo 20:20-28

Festa di San Giacomo

18 agosto 2021

Matteo 20:1-16

Così gli ultimi saranno i primi e i primi gli ultimi.

28 febbraio 2024

Matteo 20:17-28

Allora la madre dei figli di Zebedeo venne con lei...

21 agosto 2019

Matteo 20: 1-16

Gli ultimi saranno i primi, e i primi saranno gli ultimi

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 70.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la nostra riflessione sull'arte.

Skip to content