La presa di Cristo,
Pittura di Caravaggio (Michelangelo Merisi da Caravaggio, 1571-1610),
Dipinto nel 1602,
Olio su tela
© Galleria Nazionale d'Irlanda, Dublino

La presa di Cristo,
Pittura di Caravaggio (Michelangelo Merisi da Caravaggio, 1571-1610),
Dipinto nel 1602,
Olio su tela
© Galleria Nazionale d'Irlanda, Dublino

Vangelo del 5 aprile 2023

Mercoledì della Settimana Santa - Giuda Iscariota si reca dai sommi sacerdoti per tradire Gesù.

Matteo 26:14-25

Uno dei Dodici, l'uomo chiamato Giuda Iscariota, andò dai sommi sacerdoti e disse: "Quanto siete disposti a darmi se ve lo consegno?". Gli pagarono trenta pezzi d'argento e da quel momento cercò un'occasione per tradirlo.

Ora, il primo giorno dei pani azzimi, i discepoli vennero da Gesù e gli dissero: "Dove vuoi che facciamo i preparativi perché tu possa mangiare la Pasqua?" "Va' da un tale in città" rispose "e digli: "Il Maestro dice": Il mio tempo è vicino. È a casa tua che celebrerò la Pasqua con i miei discepoli". I discepoli fecero ciò che Gesù aveva detto loro e prepararono la Pasqua.

Venuta la sera, era a tavola con i dodici discepoli. Mentre mangiavano, disse: "In verità vi dico che uno di voi sta per tradirmi". Essi si afflissero molto e cominciarono a chiedergli a turno: "Sono forse io, Signore?". Egli rispose: "Uno che ha intinto la mano nel piatto con me, mi tradirà". Il Figlio dell'uomo va incontro al suo destino, come dicono le Scritture, ma guai a colui da cui il Figlio dell'uomo viene tradito! Meglio per quell'uomo se non fosse mai nato!". Giuda, che lo avrebbe tradito, chiese a sua volta: "Sono forse io?". "Tu lo hai detto", rispose Gesù.

Riflessione sulla pittura

La nostra lettura ci racconta di come Giuda Iscariota abbia tramato per tradire Cristo. Una verità molto dolorosa. Il danno più grande è stato fatto a Gesù dalla sua stessa cerchia ristretta, da qualcuno che aveva ricevuto così tanto da lui. Non sapremo mai cosa abbia realmente motivato il tradimento di Giuda. Il nostro Vangelo suggerisce che il denaro potrebbe essere stato un fattore, ma immagino che si trattasse di molto di più grazie a questo: gelosia, ambizione....

La storia di Giuda di oggi ci ricorda che tutti siamo capaci di tradire Gesù. Lo tradiamo ogni volta che non riusciamo a riconoscerlo nell'altro! Lo tradiamo ogni volta che siamo scortesi l'uno con l'altro e non ci amiamo.

Il nostro dipinto di Caravaggio, quasi cinematografico, cattura vividamente il momento in cui Giuda tradisce Gesù con un bacio e l'arresto che segue immediatamente. Nel dipinto sono presenti sette figure: da sinistra a destra sono Giovanni, Gesù, Giuda Iscariota, tre soldati (quello più a destra è appena visibile sul retro) e un uomo che tiene una lanterna per illuminare la scena (si ritiene che sia un autoritratto di Caravaggio). Giuda ha appena baciato Gesù per identificarlo ai soldati. Gesù si allontana ferito e deluso. La sua espressione è magnifica: sapeva che sarebbe successo, eppure non può fare a meno di esprimere la sua profonda delusione nei confronti del discepolo. All'estrema sinistra vediamo San Giovanni che fugge. Le sue braccia sono alzate, la sua bocca è aperta in un sussulto, il suo mantello rosso vola e viene ripreso da un soldato. La fuga di Giovanni terrorizzato contrasta con le altre figure.

Ma è il braccio metallico e lucidissimo dell'agente che lo arresta a essere al centro del nostro dipinto. L'artista lo ha inteso come uno specchio... uno specchio di auto-riflessione e di esame di coscienza. L'artista potrebbe invitare noi spettatori a vederci riflessi nel comportamento di Giuda e dei soldati, attraverso i nostri stessi atti quotidiani di tradimento di Gesù...

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Subscribe
Notify of
13 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Liliana Lazzaro
Membro
Liliana Lazzaro
10 mesi fa

Grazie per il bellissimo commento e la riflessione, ci mostra la profondità di ciò che Jesús ci insegna nei momenti più difficili della nostra vita, davanti alla tragedia, perdona, ma non evita che si verifichi, Dios sa che è meglio per noi!!!

Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien
10 mesi fa

Grazie a tutti per i vostri messaggi di oggi; mi hanno aiutato molto.

spazio per la grazia
Membro
spazio per la grazia
10 mesi fa

Un dipinto straordinario.

Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien
10 mesi fa

Concordo con SFG e con le benedizioni di oggi (un viaggio a Dublino è indicato!) ma nella Settimana Santa serve come esame di coscienza molto pertinente, solo guardando, proprio come suggerisce Patrick.

Margaret Laycock
Membro
Margaret Laycock
10 mesi fa

Cristo ha lavato i piedi a Giuda!
Eppure, tutto il suo peccato in agguato era a nudo per lui,
Il suo accordo con il sacerdote, e non solo,
All'Oliveto, sotto la luce della luna, in penombra,
Prima sapeva e sentiva il suo bacio traditore.

Come peccatore, questa poesia mi spezza il cuore.

Antonio
Membro
Antonio
10 mesi fa

Il nostro sacerdote stava parlando della morte del Signore con i nostri giovani scolari. Ha chiesto perché Gesù è sceso all'inferno. Un bambino ha risposto che era andato a trovare il suo amico Giuda per perdonarlo.

spazio per la grazia
Membro
spazio per la grazia
10 mesi fa
Rispondi a  Antonio

Bellissima storia e sentimento!

Andy Bocanegra
Membro
Andy Bocanegra
10 mesi fa

Che messaggio potente nel dipinto. Ciò che mi ha colpito di più è quello che Patrick ha sottolineato, la delusione sul volto di Gesù. Nella lettura della Domenica delle Palme, egli chiama Giuda "amico" proprio prima che Giuda lo tradisca. L'idea che Gesù sia deluso da me quando pecco è una motivazione sufficiente per pentirmi e confessarmi. Molte persone temono di far arrabbiare Dio. Io temo di deluderlo.

Jo Siedlecka
Membro
Jo Siedlecka
10 mesi fa

Che artista incredibile era Caravaggio. Grazie per questa riflessione molto approfondita,

Chazbo M
Membro
Chazbo M
10 mesi fa
Rispondi a  Jo Siedlecka

Secondo me è il miglior artista di sempre! Beh, è un'affermazione piuttosto priva di significato, ma sapete cosa intendo. A metà del XX secolo si potevano acquistare i suoi quadri a prezzi molto bassi (rispetto al Rinascimento, all'Impressionismo, ecc.).
Credo che questa opera sia stata appesa per anni in una proprietà dei gesuiti a Dublino senza che si sapesse di chi fosse, finché un esperto in visita non l'ha riconosciuta. L'hanno donato alla Galleria Nazionale Irlandese.

Mike Baird
Membro
Mike Baird
10 mesi fa

Perché doveva essere un amico
Chi ha scelto di tradire il Signore?
E perché ha usato un bacio per mostrarli
Non è a questo che serve un bacio?

Solo un amico può tradire un amico
Un estraneo non ha nulla da guadagnare
E solo un amico si avvicina abbastanza
Per provocare così tanto dolore

Michael Card: "Perché"

Rona Sullivan
Membro
Rona Sullivan
10 mesi fa
Rispondi a  Mike Baird

Sento che la sera del Giovedì Santo le forze del male hanno portato avanti un assalto prolungato e terribile a Gesù, fisicamente, spiritualmente e mentalmente. È stato ferito al massimo in ogni modo. Il tradimento di un amico sarebbe stato solo una parte del disegno di ferire al massimo. Grazie a Dio per la Domenica di Pasqua!

Antonio
Membro
Antonio
10 mesi fa
Rispondi a  Mike Baird

Adoro questa canzone. Ho la versione con Michael Card e John Michael Talbot.

Letture correlate a Matteo 26:14-25

1° giugno 2023

Matteo 26:36-42

Festa di Nostro Signore Gesù Cristo, l'Eterno Altissimo...

4 giugno 2020

Matteo 26:36-42

Sia fatta la tua volontà!

8 aprile 2020

Matteo 26:14-25

Giuda Iscariota lo avrebbe tradito

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 70.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la nostra riflessione sull'arte.

Skip to content