La sala da pranzo, Opus 152,
Dipinto da Paul Signac (1863-1935),
Dipinto nel 1886/1887 circa,
Olio su tela
© Museo Kröller Müller, Paesi Bassi / Alamy

La sala da pranzo, Opus 152,
Dipinto da Paul Signac (1863-1935),
Dipinto nel 1886/1887 circa,
Olio su tela
© Museo Kröller Müller, Paesi Bassi / Alamy

Vangelo del 21 settembre 2022

Festa di San Matteo

Matteo 9:9-13

Mentre Gesù camminava, vide un uomo di nome Matteo seduto presso la dogana e gli disse: "Seguimi". Egli si alzò e lo seguì.

Mentre era a cena in casa accadde che alcuni esattori delle tasse e peccatori vennero a sedersi a tavola con Gesù e i suoi discepoli. Quando i farisei se ne accorsero, dissero ai suoi discepoli: "Perché il vostro maestro mangia con gli esattori delle tasse e i peccatori?". Quando Egli lo sentì, rispose: "Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati". Andate e imparate il significato delle parole: Quello che voglio è la misericordia, non il sacrificio. E infatti non sono venuto a chiamare i virtuosi, ma i peccatori".

Riflessione sulla pittura

Nella lettura del Vangelo di oggi, leggiamo che Gesù consumò un pasto celebrativo, forse nella casa di Matteo, l'esattore delle tasse che aveva appena risposto all'inaspettata chiamata di Gesù a diventare uno dei suoi più stretti seguaci. A questo pasto erano presenti persone come Matteo, esattori delle tasse e alcuni discepoli. Cosa stavano festeggiando? Stavano celebrando il perdono di Dio e la sua misericordia, chiamando tutti a seguirlo. Stavano tutti festeggiando la sorprendente notizia di appartenere alla famiglia di Dio.

Proprio come faremmo noi oggi, celebravano un evento speciale riunendo gli amici attorno a un tavolo. Cenare insieme significa condividere l'intimità. Cenare insieme crea un legame.

Il nostro dipinto è di Paul Signac, del 1886 circa. All'inizio Signac voleva diventare uno scrittore, ma decise di dedicarsi alla pittura dopo aver visto i primi quadri impressionisti di Claude Monet. Era completamente autodidatta. Nel 1884 Signac e Georges Seurat fecero ricerche sul colore e sugli effetti dei contrasti cromatici. Svilupparono un nuovo stile di pittura che in seguito divenne noto come puntinismo. La tecnica consisteva nel mescolare i colori primari con il solo bianco e nell'applicarli direttamente - in piccoli punti - sulla tela. I colori si fondono insieme all'occhio dell'osservatore solo se visti da lontano. Nel nostro dipinto intitolato La sala da pranzo, Signac ha utilizzato principalmente il blu-giallo e l'arancio-verde come colori di contrasto e complementari. Le figure (la madre, il nonno e la domestica) sono rappresentate frontalmente o di profilo e sono in piedi o sedute immobili, senza mostrare alcuna espressione. Non sono stati ritratti, ma sono dipinti come tipi, come esempi di una borghesia senza tempo.

Buona festa di San Matteo!

Condividi questa lettura del Vangelo

Vi è piaciuta questa lettura del Vangelo e questa riflessione artistica?

Partecipa alla discussione su quest'opera d'arte e sulla lettura del Vangelo

Subscribe
Notify of
5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Charles Marriott
Membro
Charles Marriott(@chazbo)
2 mesi fa

Il puntinismo non ha mai preso piede... vero?!
Facciamo sempre pranzi e cene per la famiglia e per altre occasioni, ma non ci viene richiesto troppo spesso.? Forse mia moglie è una cuoca troppo brava?.
Dico sempre che la nostra fede si basa su un pasto, non è vero?

Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien(@marispiro)
2 mesi fa
Rispondi a  Charles Marriott

Puntinismo... sì, probabilmente perché ci vuole così tanto tempo per farlo! ?
Sì, soffro della sindrome della brava cuoca - ci sono molti piatti che mio marito non ordina se mangiamo fuori "...non sarà buono come il tuo"!
Buon appetito stasera ?

Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien(@marispiro)
2 mesi fa

È venuto a chiamare i peccatori... contate su di me! Grazie Signore.
Adoro il dipinto pointilliste di Signac (e naturalmente Seurat), ma ho un ricordo molto infelice del Kroller Muller: sono stata punta da una zecca nel parco e ho contratto la malattia di Lyme e poi la meningite. Ero così malato.... Non volevo che mi venisse in mente ??
Benedizioni a tutti oggi.

Charles Marriott
Membro
Charles Marriott(@chazbo)
2 mesi fa
Rispondi a  Patricia O'Brien

Sembra estremamente spiacevole Patricia. C'è un modo per dare un risvolto positivo a questa esperienza? Forse no...

Patricia O'Brien
Membro
Patricia O'Brien(@marispiro)
2 mesi fa
Rispondi a  Charles Marriott

Beh, la cosa positiva, Chazbo, è che era il 2006 - e sono ancora in piedi e caldo al tatto!!! Grazie a Dio.
Ho aderito a campagne per un maggior numero di avvisi sulle zecche, come i manifesti nei siti noti, ma sono molto lenti. Tuttavia, mi è stato detto che il parco Kroller Muller ora sensibilizza i visitatori... le zecche sono assolutamente diffuse lì!

Letture relative a Matteo 9:9-13

28 febbraio 2020

Matteo 9:14-15

Perché i tuoi discepoli non digiunano?

21 settembre 2019

Matteo 9: 9-13

Quello che voglio è la misericordia, non il sacrificio

3 dicembre 2021

Matteo 9:27-31

Mentre Gesù andava per la sua strada, due ciechi gridarono

21 settembre 2021

Matteo 9:9-13

Festa di San Matteo Evangelista

Unisciti alla nostra comunità

Oltre a ricevere la nostra lettura quotidiana del Vangelo e la riflessione sull'arte, l'iscrizione gratuita ti permette di: 

La missione di Christian Art è quella di offrire una lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un'opera d'arte correlata e a una breve riflessione. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a crescere più vicino a Dio attraverso il magnifico abbinamento dell'arte e della fede cristiana.

CONNETTITI CON NOI

Unisciti alle oltre 40.000 persone che ricevono ogni giorno la nostra lettura del Vangelo e la riflessione artistica

Skip to content